LEO LYON ZAGAMI’S “LA VERA MASSONERIA” – INTERNAL MONTE CARLO COMMITTEE (P2) DOCUMENT

Leo LYoN ZaGaMi’S “La VeRa MaSSoNeRia” – iNTeRNaL MoNTe CaRLo CoMMiTTee (P2) DoCuMeNT

http://troyspace.wordpress.com/2008/04/18/leo-lyon-zagamis-

la-vera-massoneria-internal-monte-carlo-committee-p2-document/

Troy’s Notes:

Unfortunately, I didn’t take screenshots of the document below, but had copied the text.

The URL for the internet website source (deleted sometime between May and October 2007 and not cached on the Internet Archive website) where I found this essay – titled “La Vera Massoneria” and written by Leo Lyon Zagami in Italian – was:

http://marcosaba.1majorhost.com/novembre2006.htm

The article – which appears to be an internal document for distribution within the Monte Carlo Committee – was posted on the news page of a site called “Centro Studi Monetari Onlus” (http://marcosaba.1majorhost.com/), which appeared to be an alternative banking website with a news page where people could post articles related to economics & banking. This website would appear to have been connected to Marco Saba, an Italian friend of Leo Zagami who was once interviewed on Greg Szymanski’s Investigative Journal on March 20 2006 (see http://arcticbeacon.com/audio/2006/2006-RBN/03-2006-RBN/ for the 2-hour interview).

I found this document while doing a search for the “Ordo Illuminatorum Universalis” that Zagami refers to in articles and interviews and which may be connected to the lodge’s new rite of degrees extending up an extra five degrees from the Scottish Rite’s 33 to 38.

The document was posted in the November 2006 “issue” of the site mentioned above. In an interview with Greg Szymanski, Leo Zagami had stated his interest in organizing an alternate currency to alleviate the problems caused by an immanent economic collapse. This article is not to be found on Zagami’s “illuminati confessions” website. I have scrolled through every article there – hundreds of them in English & Italian. Interestingly I have discovered an internet thread dating fom January 2006, written in Italian, mentioning Zagami & another piece with the same title @:

http://www.saturniatellus.com/portale/viewtopic.php?p=774

There appears to be a frequent browser-originated typographical punctuation error of question marks appearing when they shouldn’t.

I don’t speak or read Italian and would be most grateful of receiving a copy of a translation of the text if anybody is able to translate it with a greater degree of accuracy than the babelfish internet translation below. I recognize many of the names mentioned in the text and it appears to be a truly interesting document referring to aspects of the history & metaphysical understanding of the Illuminati.

http://babelfish.altavista.com/tr


* TRUE MASONRY 1

The TRUE MASONRY
of the Prince Di Gregorio of the Sacred Roman Empire

Leo Lyon Zagami
Knight of the Star of Misraim/Egypt

Internal publication [cured] of the Monte Carlo Committee distributed to the [soli] brethren of Chapter R+C of the R.’ S.’ A.’ A.’. [Rito Scozzese Antico ed Accettato = Ancient and Accepted Scottish Rite of Italian Freemasonry] and of the M.’ M.’. [Order Maconnique du Rite Ancien et Primitif de Memphis-Misraim = Masonic Order of the Ancient and Primitive Rite of Memphis-Misraim] in the year of True Light 6006 [AD 2006]

An IDEAL PLAN, A SURREALISTIC PLAN, BETWEEN MASONS, TEMPLARS And [CAMMELLI] of the PRINCE OF SIRIUS A.’ A.’. [“The A∴A∴ is a Thelemic magical fraternity, the goals of which are the pursuit of light and knowledge … While the A∴A∴ was not part of Ordo Templi Orientis, the O.T.O. did consider the A∴A∴ to be a close ally.” – A∴A∴,Wikipedia]

(DEDICATED To the COUNT CAGLIOSTRO and the COUNT ST.GERMAIN R+C+) for the EMPIRE of MERCURY of [ill.’ mo] and the [Pot.’ mo Fr.’.]

LEO LYON ZAGAMI

New Grand Master of the ORDO ILLUMINATORUM UNIVERSALIS

[A.’ G.’ D.’ G.’ A.’ D.’ U.’. = Alla Gloria del Grande Architetto dell’Universo] To the Glory of the Great Architect of the Universe

Of the name of the only God to all the massoni scattered on the two hemispheres

The TRUE MASONRY

Understood It I

the CREATION

The Bedarride Brother gives beginning to its history with this introduction: The Masonry of Misraim e’ at all, as a multitude of persons thinks to it, a human institution… enough is not any begins to you and to study it in order to recognize endured ch’ it cannot be that the work of the Omnipotent. And the Bedarride Brother knew it long on the Free Muratoria in spite of some Siblings has it then deriso subsequently for the lack of tangible tests its my beloveds Siblings was a passage written with large lucidita’ and the just dose of Lighting system that only a true Master can have in these circumstances, is not however my intention in this center to be to speak about Rituals or massonici Orders but instead what very more important of the deeply same of the TRUE MASONRY that one that God has donated to the man sin from the origins of the humanity, that one that God donated to Abramo and and to its great family that it very includes like sapete not only Isacco, but also Ismaele whose it is of fundamental importance like we notice from this passage of Genesis XVI, 10.11 “you six pregnant one and you will give birth a son Here who will call Ismaele, because the Getlteman has heard your affliction” and then still in Genesis XVII, 20-21 “and will make to rise from he one great nation”… I do not recognize of sure, beloveds Siblings, like True Masonry that NATO in 1717 in England, it is fruit if not of a facade compromise that it represents as a shunting line from the just road “in its understood it VIVIFICAZIONI Of the” SIGNS “said the Arvo aristocrat of the Group of UR” and Of “TAKEN” present in celebre the INTRODUCTION To the MAGIC of the Group of UR (published in 3 volumes from the Mediterraneee editions), and of sure I do not recognize the successive giudee traps or gesuitiche that carried it in last the three centuries to the stage put into effect them of forfeiture and putrefazione. For me beloved Brother the True Masonry is a too much important gift that God has made to the man for living of historical compromises and small human interests, the Giuseppe beloved Balsam said Cagliostro ours amatissimo and Most illuminated Brother of the Egizio Ritual knew this very well to it when he held in scacco the Conference of the Filaleti between 1784 and the 1785 chiedendogli to make Shaved Tabula of their books and the their so-called Mysterious Science… Aum… Aummmm… And the Fr.’. De Gleichen, Great Chancellor of the Filalete Order and somewhat expert man, for its diplomatic, expert quality of of men and things, had written of he this judgment that cannot riletto without interest from several the detractors of ours amatissimo Conte: “much evil of Cagliostro has been said; I want to say some well. Task that that is worth always better every time that can. If its portamento, its gestures, its ways were those of a full ciarlatano of iattanza, pretension and impertinenza, its procedures were but noble and caritatevoli, and its never ill-fated and also sometimes admirable treatments cured to you: it has not never taken a money to its becomes ill to you. I have seen it to run, in means to one storm with a beautifulst dress, to the aid of dying, without to grant not even the time of predendere an umbrella… ” Giuseppe Balsam as we also notice from this short passage was a Brother of the True Masonry that will succeed to demonstrate then to the rising European speculative masonry that the true one to be able does not only come of sure from the stains and grembiulini the multicolors but from a true creed in the only God and from a true inner research work that comes alchemicamente activated with the V.I.T.R.I.O.L. therefore if your spirit has tried fright not to go more beyond in the reading of following because the True Masonry puo’ not to continue living of compromises and must return to being that Sacred vehicle that us alloy to the GREAT ARCHITECT Of the UNIVERSES and to its ORDO ILLUMINATORUM UNIVERSALIS not to the interests lands of a whichever gathered Conference a lot solennita’ and with many good intentions but putroppo corrupt and in preda to a hypocrisy without aim that marks mankind in this final phase of the Kali-Yuga – as it loved to say the most illustrious Brother R. Guénon, Brother of highest level that tired with the spiritual forfeiture of the Western Civilization occupied to try average chimeras and truth is converted to the Islam and she is moved in Egypt in order to proceed piu’ in here with its metaphysical distance of highest level that little Europeans can totally still comprise. It illuminates you of the True Masonry must instead reject every compromise of artificial nature terrena and ricondursi to authentic misteriche and plurimillenarie sources of the True Masonry, sources that lead that only God to which we all Massoni Siblings dedicate the jobs of our workshops and to whose Gloria and Luce we aspire in the attended of great and frightening Judgment of God that one of the Detection of Saint Giovanni. As the Great Book of the Nature said the Great R+C Vincenzo Soro of it: “We,in this tremendous hour of agony, cannot have fear. The face of the Antichrist, because behind of he we see the sweet face of Master di Nazareth, not piangevole and sad like on the linen of the Veronica does not scare us, but luminous serene which it was only when the children came near He. And Master di Nazareth repeats us the words then, those same words that said to its disciples in the last evening and that the Beneamato Apostle has delivered to us in its Gospel. Spirit did not announce He it who will come and has ready for He one empty niche in our secret Cripta “. The Empire of God beloveds my Siblings amatissimi is in order to materialize thanks to the efforts of the True Masonry, than thanks to the more and more compassionevole aid of a God and merciful it will lead back the man towards the truth. Because God as VRAIE RELIGION’ “like ago the mother with the figliuoli said Sedir of it ‘, placed the man to the other head of the Garden of Life so that he, for desire to return to you, learned to walk”.

* TRUE MASONRY 2

The TRUE MASONRY
of the Prince Di Gregorio of the Sacred Roman Empire
Leo Lyon Zagami
Knight of the Star of Misraim

Understood It II

The Columns of the Tempio

The Gnosi us door to the light as it says the same word and therefore would have to yesterday carry us to the truth a day if God will want to care of the true rigeneratrice work and maestria sage of our beloved Brother Jesus, the alchemist of Nazareth, Great Master Supremo of true the Real Art of the Iluminati Esseni, the R+C, the Sufi, today and tomorrow, constante inspiration of Knows to you, ready Guerrieri and Martiri to die for he and to sacrifice themselves in name of the Great Work and for the realization of the True philosophical Gold. Especially when like a ladro riapparira in means of a night that for the humanity is always piu’ buia and piu’ sad in order then reintrodurci to the true faith in the only God and to the dawn of orata of a new empire millenarian. Enough with the idolatria, the materialismo, and the sin of presunzione towards same God by now unfortunately in sale like all the rest in our contemporary civilization in a flourishing defined market of the so-called New Age. Here because we must ourselves be always prepared more beloveds Siblings and Sisters to being a light carrier of truth, aid, and comfort with our words and our actions in the next few years, especially towards those who poor of spirit but of money does not know more those that they make and they continue to insult our only God, that Great Architect of the Universe that many of they still believe to serve when in truth having lost every contact with the True Masonry and true iniziatiche sources of the own tradition they do not make that the game of the malignant one with full theirs grembiulini of their symbols by now empties you of true meant. Meant iniziatico that it always comes piu’ compromise from the modern man attempt to living phrenetic in this more and more beastly and cruel machine that is the modern society fruit makes prophets and truth still more false. The review of begun the Ancient and Accepted Scottish Ritual to work of the Supreme Council in the United States from 1995 has sure carried of the positive corrections and necessary from the historical and cognitive divista point but it has unfortunately snaturato some and simplified beyond measure the liturgy and the massonico rituale wanting oltremodo to facilitate the entrance to the “super ones engaged” modern man whom by now in preda to a overed-measure materialismo made of great stains and acknowledgments spuri of all the types it wants to quite become 32o or a 33o of the RSAA in the short space of a weekend, and I am not speaking about the eventual initiation on the thread of the sword or other, that it can regularly be carried out in a Tempio Massonico when it wants to little recognize and to confer a high degree in time to a really Illuminated being, but I am instead speaking about those initiations of mass carried out in the deceived poor stages from basket with migliaia of ready to the instantaneous and fast initiation, Mc.Donald model, than in the last years they infest the United States and they destroy every residual of seriousness from part of the American massoniche institutions. Institutions these unfortunately corrupts and in preda to the unbridled materialismo of the own members. Siblings that with actions of filantropia esageratamente shown, they want uselessly to try to save itself from the eternal eternal damnation that will wait for them unavoidablly when more is not followed the straight one via. Because nowadays the order of the things is not respected and ridicule is wanted to be rendered the donated divine Hierarchy from God to the man sin from the times of Abramo, father of the True Masonry and still before with Enoch its founder and invisibile Master. The begun American of whom we define the hour more buia della Free contemporary Muratoria just unfortunately cannot more spend that an hour for every cosi degree del RSAA to obtain in some Goes them the majority if not all the degrees nell’ arc of weekend “a This will allow more Valleys to confer most, if not all, of the degrees over to weekend Reunion…” and these are the made declarations nell’ year 2000 dell’ Were Gross from one goddesses maximum representatives dellla review del Ritual negli Be United, the distinguished and most illustrious Fr. Sean D. Graystone 33o one goddesses members della direction della prestigious Scottish Rite Research Society, in an article dal Standard Pike appeared Ritual depends on how we approach it’ on the Scottish Rite bulletin (Third Quarter 2000). And the Great United Loggia of England, the one who that would have protect the Speculative Masonry from every degeneration of was modern, what is making currently for the good of our tradition? Null, indeed the Large one loggia Joined of England in 2003 begins to imitate the attempted ones you of review made from the Supreme Council of the Scottish Ritual in the United States, and decides with the support of the Corner Stone Society of famous cialtrone and ignoring in matter the Fr.Julian Reese to audit and to modernize the Real Arc, rendering it subsequently ridicule and esoterically perusal of its center. Therefore an other action of sabotaggio in the comparisons of the contemporary speculative Masonry, an action that us door to state the unavoidable forfeiture of the Masonry in the countries of Anglo-Saxon language and the total absence of True Masonry on the carried out recent British ground until the historical one that one has completed with the foundation of the High Council of the Free Muratoria the 25 of February of year 6005 to London near the historian Pub Freemason Arms, when a group of Siblings pertaining to the Great United Loggia of England moved from a real spirit of sacrifice and courage who did not look at itself for a long time in England, sacrifice their so-called position of “Regolarità” for the future acquired good of the Masonry to level little time to the inside of the Massonica Pyramid a series of small revolutions and changes that will carry unavoidablly to decisive carrying out in the contemporary Masonry Speculative, too much often fruit of compromises that we do not have more to tolerate if we want to riabbracciare the True Masonry and those original iniziatiche sources with which they worked the Siblings Illuminate to you like St.Germain or Cagliostro, attempts to follow the religion of the origins that one of Abramo and that one that same they defined the way of the heart that we know to be the same one via of the Sufi, the mystics of the Islam to which she is tied from always the True Masonry, and were not just Cagliostro my Fratellini beloveds to dirci of to have been received with all the honors from the Large one that it immediatemente recognizes it like a true one Illuminated of the Islam, and this capiterebbe of sure to a false one Illuminated that clear massonica was even introduced to the Great Mufti with one or a paper of acknowledgment of any type that would still today be judged useless and ridicule from the true ones Does not illuminate you of every part of the globe. It would be in truth like introducing to the Dalai Blade with one Clear of the Scottish Ritual… please Siblings you wake up yourselves and you become account of who and what is the true ones Illuminates to you, not only a group of revolutionary Bavarians but bensi a paradigm in order to define a group of begins you of Advanced level who have guided the humanity sin from the origins to the cosi service of God as it the Brother was alone in part Adam founding Weishaupt of the so-called Society of Illuminates to you that we can consider one temporary external manifestation of one school very more width and complex. Also in the so-called one it was modern still are hidden from indiscreet eyes of Masters Invisibili who travel and operate in incognito from country in country like messageri of light guide to you and protect in their mission from the invisibile hand of the Great architect of the Universe, they represent in every time and in every place the true Order of Illuminates to you that in the Western world Giudeo-Cristiano we find between the Rosa+Croce defined R+C of Gold from their tie with the alchemy and the Cristianità, in those Middle Eastern of the Sufi with the Sheikhs of the Islam and in East with the Tibetani Blade all faithful caretakers of the own iniziatica tradition from which we Massoni Siblings must try to reach if we want to understand who better we are and This last degenerating phase del Kali-Yuga that is reflected in minor a number of registrations in Masonry and ai tried sincerely ridicules to you to replace the quality with the amount, like nel case degli Americans and their initiations of mass, must make us sorridere of forehead on the credit side immensity del the Cosmos because from lassù we truly seem small ridicules and poor men and ours sometimes useless teatrino. I, like the other Siblings and Sisters of the Universal Ordo Illuminatorum, tire to see the used modern speculative masonry for fine and uses that them they are not never belonged, we want to bring back it to the origins. Purifying it from all these dangerous spots that they risk it makes to forget the original mission us about the modern Speculative Masonry, mission of greatest importance for the entire humanity that them had been entrusted in great secret to its foundation from the True Masonry represented here in Europe from the Societa of Illuminates you of the Gold Rosa+Croce. This slow but inexorable forfeiture of the western civilization has then ended with stravolgere the Masonry that to the apex by now has a false made God of empty initiations and false promises of light and still more makes actions than filantropia given to the Charity of turn in order to avoid the weight of the taxes and is even made beautiful with the Fratellanza. It would nearly seem nearly better to many massoni contemporary at least for a honesty fact, the made choice orrenda in the 1877 from the Great East of France with the negation of the existence of the Supreme being to the apex of iniziatica the pyramid and the entrance of the atheists in the Tempio… The French in this case have taken a toppa monstrous who them perseguitera for along time until the recent reintroduzione of the Sacred Volume of the Law on Ara that but comes meant from the Fratellini of the Great French East as deceived a pragmatic reintroduzione… poor, but at least are honest because so-called “the Regular ones” make more worse fregiandosi with the brand of God without neanche knowing it or accepting it like Supreme guide. But the day is close for the return of the True Masonry that belongs from always to Masters Invisibili and Great Master Incognito of the True Masonry, the Conte di St.Germain, the immortale.

* TRUE MASONRY 3

The TRUE MASONRY
of the Prince Di Gregorio of the Sacred Roman Empire
Leo Lyon Zagami
Knight of the Star of Misraim

Understood It III

THE TRIADE

From the Watertight Cathechismo of the Tschoudy Baron for the degree of Adept person or Apprentice Incognito Philosopher, Question: Which shrewdness must have the Philosopher for trarne profit, second its desires? Answer: It is necessary that purghi it with great cure from vapors fetidi and the zolfi impure, after ché you the seed can be thrown. This passage of fundamental importance for the job that we go to carry out today, is a passage that comes just praised from personages Illuminates you of the V.’ M.’. like Frater Eliphas Levi R+C ours amatissimo Fr Pythagorean.’. Arthur Reghini that understood the importance and the necessity to free with a sage use of the Art sulfur from its prison; following therefore the road of the putrefazione that us door to state that the seed of the True Masonry cannot be multiplied if is not place in the earth adapted… It, the most illustrious and Most illuminated Tschoudy Brother, faithfully interpret with its words the illuminated watertight thought of an other large one that he had preceded it approximately a century before: the Conte Francisco Santinelli Maria of the Society of the Incognito Philosophers of Michael said Sendivogius the Cosmopolita, that in the 600′ it influenced alchemists and it illuminates you of highest level like Mayer, and in the successive century personages key for the first steps of the speculative masonry of watertight character like the same Tschoudy Baron author of the famous watertight and promotore catechismo of the Order of the Etoile Flamboyante. But the infuence of the Cosmopolita was made to feel also in the creator of the Martinisti Claude de St. Martin (was made, in fact, to call the Incognito Philosopher) and in the Benedictine Antonio Giuseppe Pernetty, creator of the Ritual of Illuminates Teosofi to you in six degrees. Ritual of which it then made part also the Great Master of the True Masonry, the Conte di Cagliostro Giuseppe Balsam, that it numbers the Benedictine between its masters. “the Order of the Flaming Star”, saying also Order of the Incognito Philosophers, has a fundamental importance and al transitory same time on the evolution of the currents alchemiche, magical, occultistiche, cabalistic and rosacrociane presents in all the currents of the massonico thought of XVIII the century. Fundamental because it is the exaltation of the alchemica member second the instructions of the Cosmopolita… (H.T.Tshoudy,il watertight-massonico Catechismo of the Flaming Star, Atanòr Editions, 1984, p9, trad E.Alvi.) In the Lux Obnubilata publicata in 1666 to Venice from F.M.Santinelli with the pseudonym of Fra’ Marcantonio Crassellame Chinese we then find this chiarificatrice sentence for the true ones massoni begins you to the Art Direction: “and freed from the zolfi impure aquisterà one new and more noble generation”. Free from impurità therefore prepared hour with our aid to cross for before turns the thresholds of the Magical Door addressing you without some indugio towards the truth, towards Sacred science, to the macrocosmos and to its I seal… The begun one to the high mysteries of our science must first of all know and study in deepened way the ternary one exposed from the Fr. Eliphas Levi in the 3o understood it of the work Dogma and rituali of the High Magic, book of highest level that even influenced the content and the title it of the skillful work of sage exposure and review of the Ancient and Accepted Ritual known like Morals and Dogma of the R.S.A.A. compiled from Great Commander Albert Pike for the Supreme Council of the RSAA of the jurisdiction south of the United States. There was therefore a time not too much far away, in which the great exponents of the Western Speculative Masonry like the illustrious Brother Albert Pike, they still reached for the good of the Fratellanza from iniziatiche sources also and legitimate that belonged to the True Masonry and its Society of Illuminates to you of the R+C like the Brother Eliphas Levi, and not as unfortunately it succeeds nowadays from academics and historians of facade that null they have to that to see with the true misteriche schools and their Masters Invisibili, what that we can notice clearly in the sad massoniche reviews of last the ten years, from me already exposed with I scorn in the previous understood one it of our dedicated job to the True Masonry. In the third party understood it of the Dogma of the High magic the Brother Eliphas Levi exposes Ternary and the its principles to us, THE SALOMONE TRIANGLE “the Ternary one is the perfect Verbo because it supposes an intelligent principle, a speaking principle and a spoken principle. The absolute that for means of the word is revealed, gives a sense to them equal he and in intelligence of this word it creates a same third party if; it is cosi that the sun to means of its manifest light and tries or renders this manifestation for means of the heat effective. The ternary one is traced in the space from the culminating point of the sky, the infinite in height, than it joins for means of two divergent lines to the east and the West. But to this visible triangle the reason compares an other invisibile triangle ch’ it asserts equal to the first one: it is what it has for apex the depth, and whose turned upside down base is parallel to the horizontal line that joins the east to the West. These two triangles, re-united in a single figure, that it is that one of a star to six beams, form the sacred sign of seal of Salomone, the shining star of the miscocosmo. The idea of the infinite and the absolute is expressed from the this sign that is the great pentacle, that is simplest and most complete reassumed of science of all the things. The same grammar has attributed to the Verbo three persons: before the that one that speaks, the second that one to which it is spoken, the third that one about which it is spoken. The infinite prince, creating speaks about if same and if same; here the origin and explanation ternary true of the dogma of the Trinità. Also the magical dogma is one in three, and three in one. That that is under somiglia or is equal to that it is over. Therefore two things that rassomigliano and the Verbo that expresses their likeness makes three. The ternary one is the universal dogma. In magic it is principle, realization, adaptation, in alchemy nitrogen, incorporation, trasmutazione; in the Christian theology it becomes God, incarnation and redenzione, in the human spirit thought, love, action; in the family father, mother and son “. Cannot be adored the ternary one for we Illuminates to you since it is only the external action with which God it is multiplied but God same he is not and is infinite, as can a scientist of the days ours who loves the perfection of God and the Created one, accept average the truth and it makes Dogmas of the contemporary Christianity that they stop the important reconciliation between Church and science, the earth is for still flat case my beloveds Siblings and Sisters? For how much time still we will have to also suffer this difference between science and religion for guilt from the twisted interests of the Church of Rome that knowing the truth, it denies it to its people of faithfuls by now reflected extinguished of one dying Church? The ternary one must be for we Illuminates the aim to you and the supreme expression of the love “is attempted to us in two in order to become three” and corrupt will not be never a dogma without sense created from a Christian Church the temporal power that divides the only true God, supreme principle of all the things, in three in order to rifare itself to the antichi misterici cults that went absorbing with the Council of Nicea in order to guarantee the political stability of the Roman Empire. True we It illuminates to you we are and we will be always faithful to the primordiale religion of Abramo that us standard that the true God is but that the unit in order to become assets must moltplicarsi and and from here that first then Christian Hebrew is born the Càbala and finally muslim who us door to know, in scientific and corrected way, the innumerevoli manifestations of God that the Hebrew collect in 72 names and the Muslims expand to 99. With a correct and scientific intepretazione of the Universal Dogma of the trinità as that one described from the Frater Superior Eliphas Levi we can cosi ricondurci free and pure from whichever external infuence of forehead to that only God that Master K.H. splendidly describes to the inside of the next fragment drawn from a publication of Esonet of the beloved Claudius to us Carli, a short but intense exposure of great interest dedicated to the Monade who we want to propose for entire our Siblings and Sisters being recognized and praising the creators of Esonet for theirs shining initiative that is riscuotendo more and more remarkable happening on Internet. Reassuming: Can itself be said that the manifest Spirit the Spirit (or Monade Characterizes them) that manifest the inferior ego (or personalita’) that manifest the physical body? “Monade” is a concept of the ancient east that Platone “has imported” in the western culture. Like every other tèrmine, also this goes only considered like an other “linguistica convention” for giving shape to the idea of: to be spiritual. Master K.H. uses to say the own Students: God is the Atom of all the atoms. A concept, this, than the Blavatsky it loved to repeat. We would have to begin with conceiving a “not anthropomorhic idea of God” (made to man image) but which Unit (nucleus) centers them “also of this universe”, between the many. From this Unit (nucleus) centers them, [ that other languages call: “Cause before” or “Generator”, one Trinità with a Generating aspect (father); 2° Generating (the mother) and 3° Generated (the son) ], dipartono its fragments that maintain the same characteristics of the Nucleus centers them original, to which “they stretch to return”. These fragments are the “spiritual atoms” that generate the Monadi characterize them (calls, in the languages of the devozione, Sons of God). Mail outside of every “shape of rappresentazione” would have to conceive an energetic dimension (spiritual), then an other (under) dimension (or slowly) where calls appear only the spiritual shapes (the Fire Ocean) monadi (the Sons of God, facts to its image and likeness). The Monadi characterizes them is the “inner God” that every to be human it has within of Himself. È’ this “inner God” to reveal to Begun greater the true “face of God”. With the generation of the monade it characterizes them begins the true “esteriorizzazione” in the matter of the spiritual plan. The “appearance” of monade in a denser dimensions (energy to slow vibration, v. silent sound), assets a series of “glares” that make an impression (you see the term “impression” com’ is explained in the Instruction of Master D.K available on esonet) the substances of which they are composed, those dimensions more disc of a valve. In the own sphere of infuence (v. Aura), the Monade characterizes them (the image of Dio-Unità centers them) is reflected, generating one before impermanente shape, dictates Spirit. In truth, the ànima it is a second one triade (you see Conference of Esonet that is), that it reflects the three advanced aspects of the own one monade, and: the aspect will (the dynamic aspect), the aspect love (the attractive or magnetic aspect) and the aspect intelligence (aspect motion and activity, that “spirit” gives to shape to the material substances) the term is a definition simple in order to indicate the function of this triade, ch’ is that one “to move” (to give life) to material shapes of existence and, therefore, smaller duration (v. usury for friction). The glare in the matter denser than this second triade (whose 3° aspect, the intelligent activity, is the Ego sup. or true Himself) is the triade material of the physical being, composed from spiritual energy (from the spirit), advanced thought (conscience of Himself or Ego sup.) physical thought (personality) and eterica energy (C: eterico) that the physical body resists. Some Schools count also the represented exoterica part from the physical body. In this case the conception is increased to a Quaternario. Sure that for fleeting we “screw”, the levels of impermanenza of a spirit (or that short one of its inferior glare represented from the Ego sup or true Himself), will be able to seem “long an eternity”. But if we could compare their existence to the infinite permanence of a monade spiritual, then we could conceive of the relative duration, limited to the fulfillment of the Work of the Monadi, than the mystics they call: the Work of Sacralizzazione of the matter. I conclude this mine III understood remembering it you that the ternary fundamental principle of all the Càbala or sacred tradition of our fathers has unfortunately carried us for a issue of commista ignorance to interests of pure material character, to this stupid and useless Dogma of the Trinità in the Christianity who, as Eliphas Levi says just, “never has not been written from Christ but revealed in secret to its favorite disciple Saint Giovanni only cabalist and great cabalist between the apostles”, the only one that could really understand it from a scientific point of view and to use it every afterlife of useless dogma in its divine mission that will carry it to Patmos. The so-called Trinità of the Christian creed is born in fact from Saint Paul di Tarso, he that it had not never known directly Master Jesus and it wants to be involved with its job of proselytism the more orthodox pagani of the Ancient Rome being used the ternary one that very adapted to the misterici cults in voga in the Ancient Rome. S. Giovanni codifies secret science and she transmits to the inside of the Apocalypse book of the Gnosi or secret doctrine to it of the first Christians whose precious key is given but in a verse of the Greek text of the second Gospel Matteo that in the Greek ritual (conservative of the traditions of S.Giovanni) is not allowed that to the clergymen to pronounce. This verse does not belong to the Apocalypse, but of it is the supreme key to interpretativo level that it will open to you, if truly It illuminates to you, the doors of the sublime detection: “Since yours it is the reign and the power and the Gloria in sempiterno. Amen.” Prince Incognito Advanced Carl of the True English Masonry and disciple of the Tariq of the Sheik Muhammad Nazim rèca annually in Greece near the Athos Mount in the Monastero di Vatopedio where a Loggia important has center of Illuminates legacies to you to the Orthodox Greek ritual and the intepretative and operating keys of the Apocalypse. (SUPREME COUNCIL Of the TRANSFORMATION Y GROUP MOUNT ATHOS).

* TRUE MASONRY 4

The TRUE MASONRY
of the Prince Di Gregorio of the Sacred Roman Empire
Leo Lyon Zagami
Knight of the Star of Misraim

Understood It IV

In name of the only God

To all the massoni scattered on the two hemispheres EMPEROR MB Messias Benedictus And Cagliostro wore with the moglie one tunica white woman, withheld from a color belt dawn and it was introduced to the Castle of the Conte di ready St.Germain to all also exceeding the test that will carry it to rejoin with the chain of the old friends and Siblings of the Rosa+Croce of the West, represents to you from the mythical Conte di St.Germain, Master Invisibile of the True Masonry. Cagliostro: “I come to invocare the God of the believers, the Son of the Nature, the Father of the truth, come makes its slave, its apostle me and its martire”. And St. Germain asks: “That the companion of your travels proposes itself” And it Serafina, the moglie of Cagliostro future Great Master of the Egizio Ritual answered: “To obey and to believe”. It had as soon as ended to pronounce these words that the darknesses were replaced to the splendor of the lights, the noises to Hush, the confidence to the distrust, the discord to the concord and a threatening voice was heard rude and that pronounced these words: “Misfortune hits who is not able to exceed the tests”. It separates to you immediately in order to endure the tests, Serafina, locked up before in a room with a man pale, lean and hypocritical that went away endured after to have said them of the sciocchezze and to have carried them via the shining that then adorned to the head and conduct to them in an immense sotteraneo, he remained impassible of forehead to the vision of the victims of the pretension human and cold and indifferent justice innanzi to that its human will could have made to complete them. As in a dream he saw men chain to you that lashes from women came, boia that they cut witness, condemned that the dead women in poisoned goblets drank, full columns of infamanti writings and heard a Voice that said: “We are the martyrdoms of our virtues: here like the men, to whose we consecrate our life well, ricompensano our work.” Cagliostro, exceeded instead two tests, on gelosìa and the other on its presunzione, read in the Great Book of the life, apparsogli to its animica sight, the tremendous tragedy that waited for it in last the its years lands. Aware of its destiny, it accepted it without fear, feeling in himself to giganteggiare the Faith that is the courage of the forts. Admitted then to the divine mysteries therefore one spoke Voice to they: “You know that the first motive of the Nature, politics and the society is the sex, you know that the dream of the dead woman them is to become immortali, of wanting to know the future even if ingnorano the present and of wanting to be spiritual even if live in brago of all the materialita'”. The Conte de Saint-Germain after these words made to hear its voice: “called sin from the most tender giovinezza to great things I tried to know qual’ is the true Gloria: I did not make hard work to become account that – politics seemed science to me of the deceit, – the war the art to kill, – the philosophy the proud one mania of sragionare, – science the beautiful dreams on the Nature and the continuous errors of people lead in a disowned Country, – the theology the acquaintance of the misery where door the human pride, – the History the sad study and monotone of the errors and the perfidies. From cio’ in conclusion I deduced that: – the man of State is one scaltro mentitore – the hero an illustrious one matto – the philosopher an illustrious one bizzarro – the scientist a blind person compatire – the historian a vendor of words. When understandings to speak about the God of this Tempio confidai in He my uncertainties and mine speranze.Egli impadroni of my spirit and it was made to see me all under an other point of view. I not only live with whom they exist but also with that they are esistiti.Trovo sweetest to know without to learn null, to decide of the treasures of the Earth without having to beg for them the King and to command the elements rather than the men… Memoires authentique pour to serve to histoire du Comte Cagliostro, A.Hamburg chez F.Fauché, 1786. But the iniziatiche tests of Cagliostro did not end of sure with the encounter of the Conte Saint Germain indeed hour that the purity of its intentions regarding the Great Work had been assessed from Masters Invisibili had come the moment to enter in the Sacred one Cripta for being invested of the title it of Emperor of the Rosa+Croce in the Great Council of the 12 R+C+ in order to guide Illuminates to it to you European towards the Great revolutionary design who engaged themselves to revenge the sad fates of the Order of the Tempio, to this initiation were present Spartacus alias Adam Weishaupt and Filone the scholarly Knigge Brother both of the Ordo Illuminatorum founded in the 1776 from Adam Weishaupt, university professor of canonical right to the University of Ingolstadt in Baviera. MEMORIES OF CAGLIOTRO On the VICISSITUDE (from interrogating of Castel Sant’ the Angel, 1791) “I Great Copto of the Egizio Ritual before entering trionfalmente to Strasburgo to the age of 32 years met myself secretly with two of the heads secrets of the Order of I illuminate to you to Frankfurt. They outside lead me city in an isolated house in full campaign, then we entered in an artificial cove and then in a sotteraneo that came down in viscere of the earth where we found one small cripta to the extremity of the basement. I was made to kneel down dinanzi to an altar, on the altar was a opened black coffer from which a manuscript was removed. It was the tremendous oath of the Council of the 12 R+C+ on which it figured my name in top to the list. The oath to the Great masters of the Tempio that I was invited to repeat engaged to the abolition of all the despoti with the violence and to revenge the Martyrdoms of the Tempio. Later on the list of twelve Masters Invisibili was read, of which like I have already said to you, I was the first one. Twelve chosen personages oculatamente from the heads secrets of Illuminate you for the realization of the Great Revolutionary Design. The twelve names were written with the human blood.” Plan of this immense conspiracy previewed attack to Monarchy French and as a result of several the Italian States in order to conclude with the defeat of the temporal power of the Church of Rome and the taken one of possession from part of Illuminate of that immense treasure of acquaintance, represented from the witnesses secrets to you hidden in meandri of the library the Vatican, witnesses who could have made to sink the ship of Peter been born from the menzogna and the compromise, this and how much came said from the illustrious Conte di Saint Germain in a its speech made to some Siblings of high level in the hierarchy Illuminated during its short permanence to Livorno in 1770 where it was met, between the other, with a great exponent then the favorite of Caterina II, the powerful Alessio Orlof that, indicating Saint Germain to the Margravio di Anspach, exclaims: “Here a man who has had an important part in our revolution”, that is in the coup d’état that allowed to eliminate undesirable Peter III. On the Conte di Saint Germain we have these words of Wedgewood Bishop appeared in an article translate from English and published in 1926 in the Revue theosophique that they would have to make us to reflect: Of all those existence (the physical existence attributable to Saint Germain) which was the cases of real incarnation, in the complete sense of the word, after the its first infancy? And which were of the possession cases total of an adult body? And which of the cases of temporary occupation? And still which others of temporary occupation of a body pertaining to an other I ” We finish this IV Understood dedicated it on the credit side to Imperator with a devozione action towards God the Highest one and merciful, full of compassion towards we the poor humans and one of thanks towards the Order del Tempio that I hope, in spite of the difficulties, maintain the pacts and the agreements secrets originate them that they will carry to obtain it the Graal Saint if Inshallah will remember who is really and they stop it to play to make the Templari of facade, a phenomenon ridicule and absurdity that one delle spurie Templari initiations that not door to nothing of bond, indeed to future misfortunes, a dangerous game beloveds Siblings and Sisters, for who not begun ai true mysteries dell’ Real Art wants cosi of the unexpected and blow to find with the empty pockets and a beautiful null cape but more to introduce to the Creator in the moment of our dead women. The Red Cross on the cape white man and from always Sacred symbol of the Cristianità not to put in hand to of the scellerati ones because Great and Sublime Master Jesus Christ is in order to return to find and we to us not we must make to pick impreparati of forehead to its great Detection and its presence Sublime but rispettosi and ready to on behalf resume our true mission of the only God, the God of the Christians, the Hebrew, of the Muslims, the God of the father land of the V.’ M.’. that is Abramo that transmitted it family to its that the preservant still today far from any completed action degenerating from the eternal Satana enemy. Oath Of The Templare Knight: Knights, scudieri, servitori, than the peace of the getlteman, promise to the men of good will, is with we. In this narrow and Saint place, in its name, we will see to pronounce, from labbra also and with humble fierezza, the Oath of the Templare that the Poor Knights of Christ made in the more sacred moment of the Templare life. Getlteman who explains the skies as one stretches of light, Getlteman that you make of the lightnings the messengers of your maestà, your sacred altar, where s’ fulfilled sublime the immolazione, we leviamo high the sword of the light, in order to deposit it to the feet of the altar like testimony of our oath. God getlteman of the crews, we swear it for the Christ, giammai against the Christ, for the defense of the gospel, the guard of the pools, the truth, the justice. Against the oppressori, against the harvesters of scandals and the corruttori of innocence, against the menzogna freed, the traitors of the factions and of you leave yourself: We swear it to engage the double sword: that one of levigato steel and that one of the dazzling and fulminating word. Giammai we will attack for first. Giammai we will provoke for first. Three times we sopporteremo the ingiuria. Three times we will ignore the depreciation and the menzogna. But when the sword shines in the sun like a chiarore blow, tuonerà the word. Then then we will not withdraw of a single step, taceremo that after Hush of the adversary. In front of the angelicati ranks, our companions of crews, we swear the Christ, King of the Gloria. Anyone rinnegherà this oath, will be for we and the angels, rinnegato. Nothing for we, Getlteman nothing for we, but for the single Gloria of Your name.

* TRUE MASONRY 5

The TRUE MASONRY
of the Prince Di Gregorio of the Sacred Roman Empire
Leo Lyon Zagami
Knight of the Star of Misraim

Understood It V

THE POPE

From Dogma and Rituali of the High Magic of the Brother of the True Masonry Eliphas Levi: Large she is who he arrives to time and he knows to innovate on purpose. Voltaire, to the time of the apostles, would not have found echo of its words and perhaps it would not have been that an ingenious parasite of the festini of Trimalcione. In the moment new outbreak of evengelico enthusiasm and Christian disinterestedness puts into effect them all is ready for one, just because of the universal skepticism, of the egoist positivismo and the publico cynicism for the rougher interests. Happened of the sure books and mystical tendencies of the spirits are equivocal symptoms of this general disposition. The churches are restored, and of the new if they construct some; to more it is felt us empty of sideboards and more it is hoped; the entire world attends an other time the Messia that cannot be late to come. A man in lofty position finds itself, for birth or fortunately, a King or a Pope, or even a rich Hebrew; he sacrifices these public and solemn all its material interests to the salvation of the humanity, you make redentore of poor, propagatore and the victim of charity and abnegation doctrines, and around he an immense competition will form itself, will produce one complete moral revolution in the humanity. But the high rank of similar personage is necessary more than every thing since in our times of misery and ciarlatanismo, every Verbo that rises from the bottom is suspicion of interested ambition or malizia. You therefore, than null are and null you have, not hoped of being never neither of the apostles neither of the Messia! If you have the faith, and you want to act in reason of your faith, begun with conquering to you means of action and that is the infuence of the position and the prestige of the fortune. Once the gold with science were made, hour science with the gold must be made. One fixed the flown ones them, hour must be volatilizzare the stable one; in other words, if a time materialized the spirit, hour the matter must be spiritualizzare. The sublimer Verbo would not be listened to in the days ours if it were not announced publicly under the aegis of a name, that is of succeeding that it represents a material value. How much is worth a manuscript? How much is worth in bookcase the company of its author. If Dumas (or Dan Brown to the days ours) found a magnificent utopy or an admirable solution of the religious problem, its discoveries would be considered solo like the whims of a novelist, and nobody would take to them seriously in spite of the European celebrity of the Panurgo of the modern literature. We are in the century of the aquisite positions, everyone is worth second what it is in the society and the commerce. The limitless freedom of word has made yes that not questions more: “that what is said”, but who is that she says it. If it is a Rothschild, or S.S.Pio IX, or also monsignor Dupanloup, its word has a value; if he is instead a Tizio any, it were pure a prodigio still ignoto of science genius or of good sense, that that could also be, is not worth null. To those who they asked to me: if you have the secret of smash hit and the force to change to the world because you you do not serve any? I would answer: to me this too much late science is committee and, in order to acquire it, I have lost the time and the resources that would perhaps have placed to me in a position to using some; but I it gift to those who of you use some are in degree. Illustrious and rich, large men of the world, than of what you have you are satisfied, than felt in heart one more nobleman and immense ambition, you want to be the fathers of a new world? The King of one ringiovanita civilization? A poor and dark sage has found the lever of Archimedes and ve he offers it for the good of the null humanity without asking in exchange! The phenomena that lately have churned the America and the Europe, on purpose of the speaking tables and the fluidiche manifestations, are not that magnetic currents in via of formation, sollicitations of the nature that invites to us, for the salvation of the humanity, to reconstruct of the great religious and likeable chains. (in this period they will be begun to manifest those medianici phenomena that in America they determined in a sure way, rising of the Teosofica Society and the immense spread of the Spiritismo di Allan Kardec that, in 1861, saw 300 of its books burns to you in public square to Barcelona for Order of the Uffizio Saint.) A stagnation of the astral light would be the dead women of the sort human, and the torpori of this secret agent have been manifested with of the frightful symptoms of decomposition and dead women. The cholera morbus, as an example, the diseases of the potato and the grape, do not have other cause that this, as oscuratamente two shepherds of “the rooms” in the Delfinato have symbolically seen in vision two shepherds to it of Rooms (the 19 September 1846, had the vision of the Vergine). FRATER ELIPHAS LEVI Of the SOCIETY Of ILLUMINATES YOU Of the R+C+ honorary Member of the Metropolitan Grand College of the SRIA in London. From the man like the Creator of Its History, of Erich Fromm in ‘ You you will be like Dei’, a radical interpretation of Old Testament and its tradition: With the dead women of Mosè the revolution against the slavery and the idolatria was failed. The anxiety of certainty and submission to the idoli of the man, had demonstrated more fort of its faith in in the inconoscibile God and of its desire of freedom. But because this failure was necessary? God could save the man changing its heart with a grace action. This problem touches the Biblical and post-Biblical fundamental principle historical. Draft of the principle second which the man makes the history and God own is not interfered with with a coercion or grace action; It does not change a nature of the man, neither its heart. If God had intentional, could have changed the heart of Adam and Eva and have prevented theirs ‘ caduta’; if it had intentional, could have changed the heart of the Pharaoh, instead allowing that it was hardened; it could have changed the heart of the Hebrew, and they would not have adored the Year-old calf of gold and they would not have fallen back in an other idolatria after the conquest of the promised earth. Why God did not make it? Lacked the power? An only reason is alone that can explain it: the man is free to choose its road and however he must accept the consequences of its choice. This principle is perhaps contraddetto from the miracles of God in Egypt. But they are not essential: they are, like I have emphasized before, tactical instruments assigns to you to impress the Egyptians like the Hebrew. They are not miracles that save the man, that they change its heart, transform its substance, but they are the type of aid that a powerful getlteman would give to its weak people allies to you. (ERIC FROMM) On one of the arms of the androgynous one of Enrico Kunrath reads this word: He coagulates; on the other, Solve. The True Masonry is that one transmitted from God to Abramo when it called it a night and it said: “It watches the sky and it counts stars, if six able one to number them”, “cosi will be your progenie” (Genesis XV, 5) Since yours it is the reign and the power and the Gloria in sempiterno, Amen. (Gospel di San Matteo Greek version) THE RULES “Siblings of every faith, you will be received liberations with the only condition that you believe to immortality of the spirit! All the men who deny the divinity and immortality of the spirit are to our eyes not only of the profane ones, but scellerati. It exists a single Supreme Being, a single eternal God; It is all, and is the only one who must be served and be loved. All our actions, all the mysteries and the steps have a fine solo glorificare God and penetrating in the secrets of the nature.” (RULES OF ADHESION To MASONRY EGIZIA Of the CONTE OF CAGLIOSTRO And ADVANCED INCOGNITO Of The TRUE MASONRY)

* TRUE MASONRY 6

The TRUE MASONRY
of the Prince Di Gregorio of the Sacred Roman Empire
Leo Lyon Zagami
Knight of the Star of Misraim

Understood It VI

YOU THE SUN

Leonem tuum in East queras: and like the celestial Lion?casa of the celestial Sun, cos?il magical Leon our?parimenti house of the elementary Sun: ?la base of the heroic mastery, and the humana wisdom; s?come the mysterious Cabala discovers, while it makes us to see, that made Leo name, other it does not infer, than Lumen Elementis Oriens (LEO) he adunque?il lume, or vogliam to say the light of the Nature. (they give: The MAGICAL WORLD Of the HEROES of Cesar of the Coast 1605) “the sublime joy of the Cosmic Conscience, the Divine lighting system, cannot be known that for experience; and those who in the centuries passes to you is joints to that contact, has written hundred of containing volumes fascinating descriptions, like in order inviting the seeker on the path to being patient and perseverare in its travel towards the Aim “(Frater Superior H. Spencer Lewis Imperator of the Order Rosi-Cruciano A.M.O.R.C.) Illuminated?per the definition the one who which?stato object of a lighting system that has subsequently carried it to receive in if a divine light using that one that the alchemists defined the Art of Only trasmutare the base metals in Gold that the Gold of the alchemists has not run on the markets, perhaps perch?sfugge to every appraisal, but perch??una above all strange qualit?di gold that is not looked at. To giving a highly summarized bibliography also in connection with the alchemy, it would want all a volume to us. Perci? as far as the antichi, I limit myself to remember S. Tommaso d’ Aquino, N.Flamel, Ruggero Bacone, Boeheme, the Cosmopolita, Kunrath, Paracelso, Raimondo Lullo, etc, etc, and the famous collection of sec.XVII the Theatrum Chemicum, which contains nearly all the works and monographys relating to the European Alchemy then, inspired from Masters Invisibili of the Societ?degli Illuminate you of the Rosa+Croce d’ Oro from gi?menzionati we like legitimate representatives and Real of the maximum Western Iniziatica expression, tied intimanente tradition to the world of the Sufi like to that one of the Rabbis of the Jewish Cabala perch?Dio?uno and its Science?la Universal Medicine that does not have borders and only communicates with one spirit that one of the True one Illuminated. The great Sardinian Rosa+Croce Vincenzo Soro, representative of the True Masonry, on purpose wrote of the Alchemy in one its appendix to a Curious Work of Century XVIII: “Alchemy therefore, the good people not begun, wants to say spiritualizzazione of the matter. Alchemy wants to say doctrine of Ermete; and?la Great Sacerdotal Art that gives the Universit?dei Magi di Atlantis pass?all’ mystical India with the Ram initiator; and from India a chain of clergymen of Brahma reached the Christian Middle Ages through all and of monaci buddhist, Kabbalisti Hebrew and Sufi, Gnostici and of It crosses to you, of Joanniti and Templari. Gi?figli di Ermete, the Faithful Caretakers of the Sacred Treasure could by now dirsi sons of Master Ges? sons of C$r-he who on the Ancient iniziatico symbol of the Cross had completed the Great Work of human riabilitazione. But in the Catholic Middle Ages the mystical cake Lamb had been ricrocifisso from the truculenti shepherds, and the mitrata guatava, drunk of dominion, with the red suspicious eyes, ready Lupa to ghermire and sbranare who attaversasse the road. Then the sons of Ermete disciples of Ges?cambiarono name; and in order to embezzle to roghi the treasure of which they were depositaries (the Graal) Saint, they wrapped accurately it in mysterious bende. Cos?quello that was in realt?evoluzione of the world and the man through successive reincarnations, what was the spirit for the Great Mystical Communion, was represented under the symbol of the evolution of the metals: and the Alchemy vel?la Gnosi, as some century pi?tardi had to veil it the ingenuous simbolismo of the Free Masons. But all the allegorie have one necessarily key: the key of the Alchemy was therefore the Emerald Table of Ermete Trismegisto ” From the first Table of the secrets of Ermete: “the true without menzogna?certo and truest E’ that ci?che?in low and like ci?che?in high, and ci?che?in high?come ci?che?in low, in order to complete the miracles of Cosa-Una”. In the previous understood one it we have pointed out to an episode a lot important in the begun life of the large one of the Rosa+Croce Eliphas Levi, draft of the profezie made to two shepherds from the Vergine Maria during one its apparition to the Rooms in France the 19 September of 1846, of it we bring back the end: “the Church verr?distrutta, the world piomber?nella consternation. But here Enoch and Elia, pervasi from the Divine Spirit, to preach with the force of same God… Maledizione to the inhabitants of the Earth! You sarannno bloody wars and scarcities, epidemics; alluviums and frightful invasions of animals; lightnings that will destroy citt?e the earthquakes that will swallow entire countries; they will be felt of the grida for the air; the men will strike the head against the walls, invocando the dead women, but from an other side the dead women sar? a torture; everywhere sar?sangue… the time?venuto: oscurer?il sky, solo the faith to survive? The time?venuto: the abyss is opened wide. Here the King of the darknesses. Here the beast with its sudditi ones, than proclama the salvatore of the universe. Innalzer?orgogliosamente in the air in order to go up until the sky, but sar?soffocato from the breath of the Michele Archangel. Ricadr?gi?e the Earth, than for three days avr?subito continuous evolutions, aprir?le its always viscere full of fire and he scomparir?per with its sudditi ones in the abyss of hell “. In order to understand the importance of this messianica detection until in bottom, we must carefully study an other text of Eliphas Levi of 1860, than one calls “the Spirits”, copied originally in 1861 for the exclusive use and personal of a high dignitary of It illuminates to you of the R+C, the Spedalieri Baron, to which the Brother Eliphas Levi it donates moreover its Keys Maggiori and Clavicole di Salomone. THE SPIRITS The spirits are of secondary or created intelligences. They are of three species: the fixed ones, the erranti and the compounds. The fixed ones are spirits free to you from the laws that resist the matter. The erranti are those that fluctuate in the astral light. The compounds are of the erranti that act and are succeed in to you to fix partially. Between the fixed ones, the purest ones can be distinguished, pi?puri and the pure ones. Between compounds, the dominant, the militants and dominate to you. Between the erranti, the guides, the inconstanti and drag to you. The fixed ones are the angels. The compounds are the intelligent men. The erranti the beastly men. The spirits gain themselves and they are governed hierarchically with the other. Chains or circles join in. To enter in a circle and like swearing with the spirits of the circle. Asking for the advanced spirits, it must are given to they; in order to ask for for means of evocations the inferior spirits, it must obligate them to are given to we. The advanced spirits making they of the sacrifices evoke themselves or rather he engages them in this way to evoke to us. The inferior spirits evoke themselves flattering their cupidigie or their attractions. The words are only formulas that serve to fix the volont? The inferior spirits to the man are the elementary spirits or the erranti of the order pi?basso. They are those that the antichi teurgi called demons. These demons are died them and try living to our expenses: they search the spermatiche and blood effusions, the empty smoke of the meats, coverings and fear the tip of the swords. The hierarchy of the spirits?infinita. It begins from God in which null it has beginning and cio?questa hierarchy does not have beginning. The stars have of the astral spirits, the single ones of the solar spirits and the universes are resisted from the egregori. The Egregori is of the Eloim living, of that they are in God. The life of the spirits?un ascension and a continuous mutation, they goes up and ridiscendono on symbolic large-scale of Giacobbe. The angels or spiritual governors of the stars, rise themselves to the government of the single ones and are replace to you from the heads of the spirits. The heads of the spirits are the king succeeded you of the umanit? The head of the spirits of the earth has the name of Metatron-Sarpanim. After Enoch to reigned Mos? After Mos? Elia. after Elia, Ges? All the Metatron must have two reigns and they return on the earth after to have covered all globes of our solar system. E’ for that the return of Enoch and Elia preceder?il according to advent of Ges? In its before come?rivelato Ges?si like pontefice. In its second one come riveler?come King He?stato Christ. Dovr?essere the Messia that the Hebrew have reason to attend. E’ be Enoch, on the Sinai, to giving the divine law to Mos? They have been Mos?ed Elia, on the Tabor, to teach to Ges?i great mysteries of the Christian detection. Transmitted Ges?ha the initiation to Saint Giovanni Evengelista and?per ci?che this apostle must remain until the second one come of the Master. At the moment of the decomposition, the inferior spirits manifest themselves like worms on corpses. One evokes them for means of the corruption and making oneself to divorare from they. They are the vampiri of the unhealthy spirits. This decomposition precedes and announces always come on the earth of one the regenerative spirit in the person of the solar Metatron. The speaking tables and the spirits clappers have announced the return of Enoch. He torner?quando the risplenderanno papacy avr?perduto its autorit?nel world and cabalistic visions. The advent of Elia seguir?subito after that one of Enoch, then Ges?Salvatore of the world torner?una second time. Sar?preceduto from the Antichrist the whose mission sar?quellla to prepare the great Empire temporal of the detector of the Gospel. The astral light pullula of elementary spirits: ?una new creation that is prepared. Gi?le keys of Salomone is found again and the mysteries of the High Masonry are explain to you. A school, whose it begins to you is still dark and nearly invisibili, is being formed in the Slavic Empire, Germany and France. In a century this school conter?settemila adepts person and its last Great Master sar?Enoch. Enoch apparir?nell’ year two thousand of the Christian world. Then the Messianismo, of which having the premonitory one, fiorir?sulla earth during thousand years. These forecasts are reassumed of all the profezie and of all the Cabalistic calculations… they must be secret estates in order not to expose to the profanazioni of the ignorance the pi?rispettabili hards work of the human genius and divinatrice science. ELIPHAS LEVI, Paris 1860 The illuminated Brother Alphonse-Louis Constant, alias Eliphas Levi, 14 March 1861 after to have elaborated these detections for its inner circle of It illuminates you of the R+C, is decided makes itself to begin the Speculative Masonry, entering then cosi to make part for short time of the Loggia Roses du parfait Silence of the Great East of France, but displeased and disappointed Eliphas usci nearly endured some, 21 August of the same year, after to have obtained the degree of Master Massone, for of the incomprehensions and the inner jealousies to loggia, the incomprehensions been born from a its excellent participation oratory dedicated to the mysteries of the initiation and the poor Etoile Flamboyant… “it shocks and it is made begins to you the Siblings oriente di Francia, ma Eliphas ne usci quasi subito disgustato e deluso, il 21 Agosto dello stesso anno, dopo aver ottenuto il grado di Maestro Massone, per delle incomprensioni e delle gelosie interne alla loggia, incomprensioni nate da un suo eccellente intervento oratorio dedicato ai misteri dell’ iniziazione e L’ Etoile Flamboyant…” poveri sciocchi e falsi iniziati i Fratelli della Loggia du parfait Silence perch?non knows those that they make “… What the historians will not never know?che the Brother Eliphas Levi had been entrusted in great secret the most important mission from Masters Invisibili of Illuminate you of the R+C, a mission for the salvation of the Great East of France that of l?a little would have lost regolarit?e the sideboard in the Great Architect of the Universe. An event that would unfortunately have given the way to the atheists in loggia. The Great East of France with this action of belligerence towards the True Masonry, commits a tragedy of immense proportions for the Societ?contemporanea and the Universal Masonry, Masonry that until then had lived in the regolarit?e respected the Landmarks originates them written from the Anderson Reverend, Landmarks that would not have never allowed the entrance in the Tempio to of the stupiden atheists. The Brother Eliphas Levi proposed itself then in Loggia with the following words: “I come here in order to bring back your lost traditions, the exact acquaintance to you of your signs and your symbols, and subsequently to show the real scope to you for which you have been constituted” Fr. Caubet, Souvenirs (1860-1889), Paris 1893 But the Great East of France then, gi?compromesso and in hand to of the scellerati ones, riusc?a not to understand the importance of the rigenerativa mission of the Fr.Eliphas Levi that trov?purtroppo encircled from Siblings atheists and elements of low level that null they knew of True Masonry, cos?come? succeeding also to the days ours to an other great writer and contemporary student of Alchemy: the Brother Tobias Churton Co-founder of celebre the review Freemasonry Today and author of numerous books of highest level on the Masonry, the Rosa+Croce and Elias Ashmole. It, disappointed from the condition puts into effect them of the Anglo-Saxon Masonry, moll?di point in.bianco one of the pi?prestigiose Logge of the Great United Loggia of England, the Kirby Lodge 2818, but the Fr.Tobias Churton made it with style: putting one fascist for returned last protest in its historical one to Great Queen Street before sending them all to that country… A true one Illuminated our most expensive Brother Tobias Churton author of the excellent book The Golden Builders dedicated to one study deepened on the True Masonry. He?inoltre director of a beautifulst film the dedicated to the most important figure of an other illustrious Brother of the True Masonry, most illuminated and Most powerful Brother Elias Ashmole, of the Royal Society, on whose per diem we find one of the first testimonies in absolute on the speculative masonry in which he was begun regularly in October 1646 to Warrington. An Alchemist knows what well is to mean the black color, but the ignoring Siblings of the Loggia Kirby 2818 accused the Fr.Tobias of being then quite a black Wizard, and are speaking about an episode happened in years ‘ 90… of new witch hunt? An other situation of large difficolt?per Illuminates to it to you contemporary is being lived in this period in United Kingdom, with the Supreme Wizard John Paternoster who, after an article detector on Oracle publicato from the famous bookcase Atlantis di Museum Steeet, must hour to defend from the inner attacks of some members of its Societ?che does not succeed to nowadays digest a return to the pi?autentiche roots of their tradition. A school that one of the SRIA that turns out infested from satanisti and time loss of every type by now, like? result from the recent expulsions carried out from the SRIA in the comparisons of infiltrates you of the Ordo Templi Orientis Caliphate, a dangerous Order Against-iniziatico of spuria origin legacy to the international satanismo, that it has uselessly tried in the last years to infiltrate and to damage the job of the true ones Illuminates you of the R+C, even if remembers that the initiations that comes from the bottom, those that the Fr. Kidney Guenon defin?giustamente Contro-Iniziazioni, have however one they rigeneratrice function to the inside Great Work. We hope therefore that our Supreme Wizard John Paternoster knows to bring back to the pi?presto on the straight one via Illuminates you to it of the SRIA, a Societ?di Illuminates you of highest level that in past has had much importance in the Western iniziatico world. We do not forget ourselves that the Golden Dawn is born in fact from one rib of the SRIA, faithful caretaker of the Rosa+Croce Tradition on the British ground and not only.

* TRUE MASONRY 7

The TRUE MASONRY
of the Prince Di Gregorio of the Sacred Roman Empire
Leo Lyon Zagami
Knight of the Star of Misraim

Understood It VII

WAYS THE WAGON OF THE JUDGE the return of FRATER PETRUS ROMANUS IN PERSECUTIONE EXTREMA SACRAE ROMANAE ECCLESIE SEDEBIT PETRUS ROMANUS HERE PASCET OVES IN MULTIS TRIBULATIONIBUS; QUIBUS TRANSACTIS, CIVITAS SEPTICOLLIS DIVERTUR; ET JUDEX TREMENDUS JUDUCABIT POPULUM.

During the last persecution of the Saint Romana Church, the Roman will seat Peter, that pascerà its flock between many tribolazioni; when these will be finished the city of the seven necks will be destroyed, and the frightening judge will judge its people. And then because not to remember itself, in this occasion, these splendid words of its Holiness the actor of illuminates Giovanni to you Paul II to its amatissima city of Rome: DAMOSE FROM FA’, SEMO DE ROME! SAINT MALACHIA The Irish nobleman from we known as Saint Malachia author of these profezie nacque in Ireland to Armagh in 1094 and died in 1148 to Chiaravalle near its friend, confidente and connects, Saint Bernardo, R-he who has written up and influenced the Rule of the Order of the Tempio approved of from Concilio di 13 Troyes January of year 1129. Until then the Templari they had lived second the Rule of Saint Augustin, Rule that introduces the concept, then resumed from Saint Bernardo, of just war. Saint Bernardo and the Cistercensi wants to bring back the monasticismo to its roots and for this the more orthodox continuatori of the monachesimo are inspired then to the Rule of Saint Benedict, considering themselves Western been born six centuries before with Saint Benedict to Subiaco. SECRET ORDER OF SAINT BENEDICT Saint Benedict naque towards the 480 to Norcia in Umbria from noble family. To Rome compì the first studies, then, inorridito from the roman corruption, were withdrawn to Enfide, odierna the Affile, between the Simbruini mounts where, in the Church of S.Pietro, life of rigorous ascetic discipline continued the studies in one. On vent’ the years shelter to Subiaco, leading itself life from hermit for three long years in one cove, then orrenda, known hour like Sacred Speco. As a result of Saint Subiaco Benedict founded its first monastica community and the first Monastero di San Clemente, a created Monastero using manufacturing of the famous Villa of the first Antichrist, temutissimo Nerone Emperor, whose name we find hidden cabalistically in the Apocalypse of Saint Giovanni, like 666 (GEMATRIA). Saint Benedict, erudite and picked man, knew well what he was trying and where to find it, and he is from this incontro/sfida to Subiaco with the forces of badly represented from the still alive spirit of the Devil of the Imperial Rome, that the Benedictine Monachesimo is born, synthesis of an ascetic vision of advanced level that tries to make to return to the origins a Christian Church that to Rome, already from the time of the council of Nicea, did not reflect more the true instructions of Master Jesus the Secret Order of Saint Benedict is born therefore in parallel with the Benedictine Order, is hidden from the feared one and perfida hierarchy of the Church of Rome to the dawn of the monachesimo Western. The Secret Order of Saint Benedict is born in order protect in great secret is the Benedictine Order that the true hidden instructions of the Apocalypse of S.Giovanni, in order to contribute therefore to the advent of the Messia future, Re and Salvatore, that it will carry if God wants to the definitive defeat of the Empire of the Evil. The such most secret Order in which still personages would find themselves of I enunciate of the Sublacense zone, it is met for a long time immemorabile and far away from indiscreet eyes in a place known from the premises like Crocella Mount. This much remote locality impervia and is found not far away from Subiaco of forehead to the Sacred Speco and is easy recognizable from the Cross planted on its top in 1900 in occasion of the Giubilare year. And legacies secretly to the Secret Order of Saint Benedict were just some Friars of the Benedictine Order, that they wanted to carry on the own shoulders in memory of Master Jesus this heaviest cross in massive branch. Other personage of relief that we find to the inside of the Secret Order of Saint Benedict is Saint Onorico, an ascetic and a mystic of highest level that Saint Benedict of the origins lived for the greater part of its life to the inside of a narrow cavern imitating. Onorico had lived with of the hallucinatory deprivations that made fuss fuss in the Catholic Church then, until when the same Pope did not go to find it in order to convince it to pass the last years of its life in way pochino more rilassata to the Sacred neighbor Speco di S.Benedetto. It was an offer that Onorico could not refuse, but added: “Saint Padre I mangierò only some cooked verdurina and a glass of wine to the month”. Many searches have been made from the undersigned in the Sublacenze in order to characterize this its cove, and from part of historians and religious legacies to the Vatican, but it is not itself still resolutions to find that one that in truth it had become later on a place of great respect and cult for the Secret Order of Saint Benedict. Of the rituali and the strange practical carried out on the Crocella Mount from the Secret Order of Saint Benedict he does not know himself nearly null in the profane world, to part which comes sporadically reported from the inhabitants of the place on a “mysterious schism” of which they have been brought back numerous traces of the strange rituali carries out to you regularly on Crocella Mount. But the inhabitants of the place prefer not to speak of “to the aliens” fearing a possible one vendetta of the Order openly, and having from always a great fear and a great respect for this type of things in the Most catholic place like Subiaco, they prefer starne to the wide one. Those little that we know on the iniziatico and misterico value of the Secret Order of Saint Benedict has been communicated from one of its members puts into effect them, a old parish priest of the place a lot known to local level for its eternal dissertations on the Divine Commedia, than us the importance of the Sacred Speco in the complex simbolismo of this secret Order has confidato. It, from good former-preside of a grammar school local Classic, has prayed to us to study it with cure if we wanted to begin to comprise the Sacred mysteries of the Secret Order of Saint Benedict, mysteries legacies to the Apocalypse and the Fac Bonum, the mystical Suggello of Saint Benedict that we find on one of the walls to the inside of the Sacred Speco. In Saint Benedict, like in Sant’ Augustin, of which she is on such point the spiritual heir, we assist to the two fusion we object to you mystical: “Deverto to malo ET fac bonum”, “ago Removes from the evil and the good to you”, sublime council given like means in order to not only avoid the injurious vibrations, but also in order to create in himself and around himself a generating equilibrium of celestial clarity. FAC BONUM (Ago the good) orders the Saint. To the inside of the Sacred Speco we find on our left hidden in a narrow passage the mysterious figure of Lucifero, it demonstrates itself serene but rassegnato in its expression that is directed towards a grate from which we can scrutare the altar and the Nail head of the downstairs where it comes celebrated the Messa Saint. Its would seem an attitude from prisoner in contemplation. Then, when we come down in the Capella to the downstairs, we find of forehead the figures of the four symbolic animals of the Apocalypse: the Lion, the Year-old calf, the Aquila and the man that, second the Tradition, are correlate to you to the 4 Knights of the Apocalypse and to the 4 Evangelisti. Therefore, as an example, Gregorio Magno comments the 4 animals in its Omelia IV on Ezechiele: “the living beings winged come defined with exactitude for means of the Saint Spirit of the profezia, so that the same exactitude of the definition reveals us for means of they the persons of the Evangelisti, and the word of God not lasci some doubt to our interpretation. Here in fact that what is said: Their faces were similar a man face; all and four had, to right a lion face, on the left a face of Taurus, and all and four had a face of Aquila.” That these four four to you living beings winged symbolize know Evangelisti, they attest the same introductions to it of the single books of the Gospel. Matteo just comes symbolized from one figure of rifà man because to the human origin of Jesus; Mark from the lion to reason of the outcry in the desert; Luca from the year-old calf because it takes the movements from a sacrifice; Giovanni is symbolized from the Aquila because he esordisce with the divinity of the Verbo. It dice:”In principle was the Verbo, and the Verbo was near God, and the Verbo was God”, while fixed the look in the same substance of the divinity, nearly like the fixed Aquila the eyes in the sun. But since all the elect ones are limbs of our Redentore, and our Redentore is the head of all the elect ones, for the fact that are shaded its limbs, nothing prevents that anch’ it is represented in they. It in fact, the unigenito Son of God, has made truly man, he has deigned to die like year-old calf in the sacrifice of our redenzione, he is risuscitato like lion in virtue of its force. To the lion it is not concurred to sleep with the opened eyes, because in the dead women same in which the like man our Redentore he could addormentarsi, like God, remaining immortale, remained wide awake. It, rising to the sky after its risurrezione, was elevated up like Aquila. It therefore is for we all this together: man for its birth, year-old calf for its dead women, lion in its risurrezione, Aquila in its ascension to the sky. But siccome, like abbiam already said over, the four the four living beings symbolize Evangelisti and these, with their figures all the perfect men, remain to make us to see as every elect one comes shaded in the vision of the living beings. Every elect and every mature man in the way of God, is entirety man, year-old calf, lion and Aquila. The man is a reasonable animal. The usual year-old calf comes immolated in the sacrifice. The lion is a strong animal, like is written: The lion, more strongly of the animals, does not fear the encounter of nobody. The Aquila flies up and fixed, without to strike ciglio, the beams of the sun. Therefore who is mature in the reason, is a man. And if mortifica if same every it appeal to peel, it is a year-old calf; and since, for this its spontaneous mortificazione, possesses the force of the emergency, for which it is written: The just one is sure as the lion that it does not have fear of null, he is a lion; siccome, then, it contemplates in sublime way the celestial truths and eternal, it is a Aquila. Therefore, if every just he becomes man in virtue of the reason, year-old calf in virtue of the sacrifice of its mortificazione, lion for the force of the emergency, Aquila for the contemplation, just these living beings can be the symbol of every perfect man. Here because we propose ourselves to demonstrate that how much has been said of the four living beings, can be applied to the single perfect men. The opening of fifth I seal When the Lamb opened fifth seals, I saw under the altar the spirits of those who were immolates because of the word to you of God and the testimony that had rendered it. And gridarono to great voice: “Until when, Monarch, you that six saint and verace, you will not make justice and will not revenge our blood over the inhabitants of the earth”. Then it came given to everyone of they a candid garment and was said they of pazientare little still, until the number of their companions of service and their siblings was complete that had to be killed like they (AP 6,9-11). You remember Siblings and Checkerses of the Order of the Tempio, “Maria presided to the principle of our Order, presides some also, if this will be the will of the Getlteman, the End”. Extracted phrase from the Rule of the Order Templare di San Bernardo from Chiaravalle that remembers us our devozione to the Saintest Vergine. Saint Bernardo was a Advanced Incognito of the True Masonry cosi like it was in Saint Ireland Malachia. We are to WAYS Understood it of our distance in True Masonry and number 7 in work liturgica of Saint Benedict has large importance esoteric, importance esoteric of number 7 is highly attested from wonderful Patriarch of the West cosi like defines it H. Durville and Abbot Julio in book PRAYERS and SECRETS OF HIGH MAGIC, text that we advise to our Siblings lively and Sisters Illuminate of the “Great Fratellanza Universal White woman to you” where you will be able to find an authoritative interpretation of the “divine message”, and are – to said of the student Pier Luca Pierini R. of the Editions Rebis di Viareggio – a point of reference of prim’ order and a sure “beacon” for all truth. In this precious work you will be able to find between the many true and sincere things of sure interest for practicing of the Real Art, an entire one Understood dedicated it to number 7, a mumero a lot important for we Illunminati that it comes reflected in the liturgy of Saint Benedict, that it divides the sacred song in seven parts emphasizing, cosi, with a ritual, seven times resumed during the day, the union of the spirit with God. We conclude this Understood it with the voice of the Father Abbot who rises itself, after the song of the Magnificat, serious and solemn for dirci: “It pardons our offenses to us as we pardon those who have us offenses”. To Subiaco we will come with humility to ask forgiveness to you in your Supreme center or Saint Protettore for our Europe. Amen

* TRUE MASONRY 8

The TRUE MASONRY
of the Prince Di Gregorio of the Sacred Roman Empire
Leo Lyon Zagami
Knight of the Star of Misraim

Understood It VIII

MASTERS INVISIBILI

Me it is successful of having the relation, cleaned up in the style, from person of my acquaintance – writes the compiler – but it has not been possible to take it to me from its hands in order to send it to you enclosed in this letter, hardly as soon as it wanted to leave me to copy it – law in the anecdotes of the secret Correspondence on the publica and private life of the conte of Cagliostro, with its adventures etc., prints to Venice in two volumes from the Publisher Antonio to you Hoe in 1791. In this rather rare collection, we find a description much taking care of of the first contact that Cagliostro had with Masters Invisibili of the Rosa+Croce in England. Draft of a moment detector of great importance for its future Illuminated mission of of the R+C, an episode that we would want hour to more propose for entire our readers illuminates to you of the R+C because it helps to more better understand the Sacred origins us of the True Masonry, that one that in England is tied to large the Rosa+Croce, like Robert Flud or Sir Francis Bacon, author of the most important New Atlantis of 1626. Cagliostro knew the importance well that Illuminates it to you of the English Rosa+Croce (great and illustrious alchemists of their time) had had in the creation of the Modern or Speculative Masonry, and hoped with its continues travels to London of eventually being able to enter in contact with their true iniziatiche sources. A metaphysical operation enough complex, but not impossible when there e’ of Illuminated means a true one like Cagliostro, and in 1772, the ancient forest that extended around to Folkestone, near Having (important center puts into effect them of the General Secretary of the High Council of the Free English Masons, the Fr.Rui Gabirro), Cagliostro smarì and had that one that it describes like one incredible vision to open eyes: Cagliostro was found encircled from concrete darknesses that lasted in order two hours very, held the eyes sluices for fear that the gotta came it “serene”. A lightning improviso hurt it the sight, but which frightful objects in means to that chiarore let to see. To every lightning bolt, one new monstrous figure was introduced dinanzi. It saw the skull of Jellyfish, the Sfinge, the Chimera, the ippogrifo distinguished, a lot that, atterito from many monstrous phantoms, covered the eyes with the hands screaming misericordia. A voice said to it then: “not to fear, Enoch and Elia will be with you, elect you six to they premonitory one!” In a moment all knows it it was ripiena of lights and Cagliostro knew the basement, that it was an immense place. In the bottom a fire wagon appeared with two figures of light sat over a snake that held in mouth a knob trafitto from one arrow. Cagliostro protese dinnanzi to the two personages with the forehead until earth saying: “ready Eccomi to your signals, that I must make” The voice was made of new feeling and cosi spoke: “You not six those that creeds and not creeds those that you will make”. Who is I therefore – she answered – you deign to reveal this mystery to me. It is not still time – the voice said – the time comes near, the time will come, the time still has not come. You will see visions invisibili, you will comprise mysterious incompresibili and you will make things incredible. You six those that six, Enoch and Elia will be with you. Va’, returns, returns, will operate great portenti, your disciples will be more numerous of the twelve tribes. Dai borders of the earth usciranno your wonders, Enoch and Elia will be teco and they will give the snake to you with the knob trafitto for uniform of premonitory, the time comes near, the time will come, the time is not still reached. The compirà cycle, va’, returns and returns, will be powerful in name of Enoch and Elia. Misericordia – I scream Cagliostro – I do not understand nothing, I do not know where I have to go, I do not know what I have to say, anyone I will meet and it will feel to speak to me, will laugh to me in face. If I will narrate the mysterious ones that I see, I will be schernito, perseguitato, imprisoned, and I have one great aversion for the prison. Three more luminous lightning bolts of the usual came, accmpagnati from a orribile bang that it made it to shake viscere in petto.La voice before, plus lowland, answered to it: “not to fear, you take the serpe with the knob in mouth trafitto and swallow it, you will become ventriloquo, when you will want profetizzare you will strike the ventre from the left part. Your viscere they will speak, the profetico Spirit will exit from you, many will collect it and they will regard to you like a great Master.” Cagliostro ringraziò the two figures of Light that said to it to come near, was approached shaking and prostrò, with the forehead to earth. The two figures of light raised, took the snake with the knob for the tail and glielo porsero, affinche’ it ate the knob. The head of the snake was opened, left to fall the knob trafitto from the arrow and crawling and sibilando, in means to fire lightning bolts, it went away, disappearing in the bottom of the spelonca. Cagliostro collected the knob trafitto of the arrow. The figures of Light said then: “He eats that knob and và, returns and returns, will know the mysterious ones and will enter in your body all Science of the Egizi, the wizards will recognize you for they Master and your disciples will become more numerous of the crudes oil of Cornovaglia.” Mangio’ the knob and the Spirit of Elia and Enoch irradiated it. It was transported in the Center of the Earth, visited all lecaverne and the room of Enoch and Elia was shown it, than they said to it: “You have eaten the knob trafitto from the arrow, will see visions invisibili, the future will be pet you like the present and the past will be like if it had not been”. Enoch said to it: “I will purify to you and I will be regenerated, those that you will want to regenerate I will be I regenerate to you”. He threw then in a animico-spiritual Fire river, cavò viscere and he purified it. He was regenerated! Elia then the taken ones for a hand and said to it: It goes, it returns and it returns! Little years lack, your uniform sara’ the serpe with the knob in mouth trafitto from the arrow. Six between we will say not been born you to you and you will answer: “I son who am!”. Here, the power to make the Good you has been given, you will be the friend of the men, will extend the life, will help the indigence. The caverns of the Center of the Earth shook, the snake crawled for tartareo aere and Cagliostro was found of new in the forest of Folkstone where it had left its horse. (From the book of the anecdotes secrets of the private life of Cagliostro, written from same he and it publishes to you in two Volumes to Venice, in 1791). My beloveds Siblings and Sisters, noticed hour the importance of this vision in the light of the detections from me exposed previously on the shepherds of “the Rooms” and the messianico treaty on the Spirits of Eliphas Levi, and will be senz’ the other more clearly job of Masters Invisibili for the fulfillment of the Great Work of the True Masonry. Cagliostro reveals to us, in its Egizio Ritual, than the founding fathers of the True Masonry they are in truth Enoch and Elia. ENOCH Enoch, Biblical patriarch, constitute the first example in within giudaico-Christian. Son of Lared and father of Matusalemme, Enoch is an important figure of the Jewish tradition: together to Elia he is the only Biblical personage of which one says that never the Immortali is not died (). In Genesis 5 law in fact: “the entire life of Enoch was of 365 years. Then Enoch walked with God and it was not more because God had taken it “. Still in the Jewish Cabala, to Enoch associate and the figure of the Metatron Archangel is overlapped. Since “God I had taken” to Enoch divenne an extraordinary angel to it (Metatron) and inaugurated the model of the rise to the sky of Giacobbe (than divenne Uriele) and of Elia (than divenne Sandalfon). Above all in the Zohar di Moses di Leon, Metatron is meant like largest of the angels, a various angel from all those that had preceded it in the giudaica tradition. It is not just a servitore of Jahvè, and not even a its messenger; it is “the Jahvè small”, the second power of the sky. Its ontologico status is with divine and angelic, and sends back to the Elohim, the divine beings in whose number re-entered initially Jahvè. But above all, the reputation of Enoch is not due to the meager contained information in the Bible, but to a series of apocryphal books, the so-called the Books of Enoch, that they offer detections on the structure of the cosmos, the origin of the evil, the relationship between human beings and angelic or demonic entities and, obviously, on the end of the times. Beyond to the canone Biblical, the enochiana tradition begins therefore, for we, from those fragments of brani in Greek and Latin and from other discoveries in the coves of Qumran; it passes through the Jewish mystic, that Muslim and the occultismo, until the new religions of the days ours that often interpret – in superficial and perhaps too much erroneous way – the Enochiana Tradition because it second does not begin to the mysteries of the True Masonry and to the divine investitura the order to you of Melchisedek. Feature from the books “the Eredi of the Cenacolo” and “the Coffer of the Islam”, Mario Madia. In the Apocalypse of Noè and Nascita di Melchisedek (one species of appendix in the books of Enoch). This writing second contains the history of the first descendants of Enoch and the divine investitura the order of Melchisedek. First elect from God, he was the son of Enoch, Matusalemme. To he it followed Nir and after Nir it appeared on the earth the Verbo, the son of made God man that is Melchisedek, the true King: True Uomo-Vero God. The Melchisedek name in Aramaic means King (Melchi) True (Sedek).Nel book of Knows to me, the Biblical Melchisedek, comes invocato like clergyman of all people and as R-he who is outside from the time (It knows to me, CIX 5). The first fathers of the church, Girolamo, Crisostomo and Cirillo of Alexandria, identify Melchisedek with the apparition in human shape of the Third person of the Trinità. Reading with attention the manuscript of Melchisedek, we will see as this tells that to us that it happened after the dead women of Enoch. Here I send back the reader to the work cited in the reference, since would be dispersive to speak of in this center, but reassuming, in the sopraccitato manuscript, he comes revealed like, after Melchisedek, 12 great clergymen will be others who will always come to the world for work of God and in absence of paternal figure. Other peculiarity of the regale nascituro (according to Pincherle), seems is seals divine noticeable to the height of the chest. Such evenienza we find it also in Isaia (IX-5): “the child Is born, is given us the son. He has on the chest I seal principesco (the?hin? ) Mirabile will be called council “(Version of the Prof. Pincherle) and still, the book of Knows to me: “In the secret of the star of the mattino, from the grembo of the dawn I have created to you. You came down, from my breast, on the earth, my tender one, my young dew. It swears the never pente Getlteman and: You eleggo eternal hour Clergyman in the same way as I have already elect Melchisedek, true King “. (It knows to me, 110 – 4) – Pincherle version. Canonical version of the brani in comment “Since a child is been born for we, has been given a son. On its shoulders it is the sign of the sovereignty, and is called: Admirable councilman “(Isaia IX – 5) – the Bible of Gerusalemme – and Paoline – EDB; “..dal breast of the dawn, like dew, I have generated to you” ” You six clergyman in order always to the way of Melchisedek “(Knows 110 to me: 3, 4) – The Bible of Gerusalemme – and Paoline – EDB. Without wanting to give support to nobody of the two translations, even if not there were discrepancies in the cited versions, creed that they can senz’ other think more symbolic expressions that literal, for which he is not determining to establish which of the two is the translation more anatomically reliable. There is however to observe and to recognize that the observation of Pincherle can be rendered therefore more explicit, in the context in which he it frames the phenomenon of the divine conception, that we will resume later on. From the Book of the secrets of Enoch, known also like According to book of Enoch, we can learn indeed interesting elements. The paragraphs are brought back, plus salienti, where it is spoken about Nir, smaller brother of Noè: III 1 – the moglie of Nir, Sofonim call, being sterile, it had not conceived some son. 2 – Sofonim is by now old and, also approaching itself the day of its dead women, it conceives a child in its uterus Nir, the Clergyman, more has not joined with she from the day in which God it had it elect its Clergyman in front of the people. The manuscript continues then, dealing the pregnancy of Sofonim, lived nell’ anguish, until alle thresholds del delivery. When Nir notices of the happened one, inveisce against the moglie, not believing to its purity. 8 – Nir does not believe to its moglie and grida: “It removes to you from me, otherwise I will make you of the evil and I will sin in front of my Getlteman! “. 9 – It happens then, not hardly Nir has ended to speak, than Sofonim it falls to its feet and it dies. Exceeded the sgomento, with the aid of the brother Noè, Nir the emains compose of the moglie, but he happens that… 17 – Then alone he is born the child from the Sofonim dead woman and he is tightened on the bed, to its flank destro.Noè and Nir they re-enter and they see the child. It is beside the Sofonim dead woman and it caress them the garments. 19 – Noè and Nir observe it better. Here I seal sacerdotal appears on its chest! Its appearance is glorious. 20 – Noè and Nir say: “It watches, the Getlteman has renewed its consacrazione to the sacerdozio of our blood. This is Its wish! “Then the future of the child is narrated of as the Getlteman illustrates to Nir (than it is identified with Melchisedek) until that pronounced this does not come profezia… 29 – This child not morirà with to those of this generation that will be destroyed in the way that I have made to know you, but will become the Great Saint Clergyman. I will make of he Melchisedek the just king, largest than all. Continuing, in the manuscript, he comes revealed like, after Melchisedek, 12 Great clergymen will be others who will always come to the world for work of God and in absence of paternal figure. IV 7 – After Melchisedek 12 great clergymen will be others until the great Igumen, that he means head, R-he who ago to know all the visible and invisibili things. Miscredenti and sviati, not believe possible that God manifest on earth, because in truth they do not believe and oppose conjectures on conjectures to that that instead is manifest to the men, sin from the night of the times. The presence of God sulla earth through just the Verbo, is what that is repeated cyclical and every time leaves a sign indelebile and tangible on all the humanity “Tale phenomenon is known with the name of Scekinà, Aramaic word, that it wants to say” comes, penetrates, transforms “, is alive the presence of God sul planet, than punctual verification every time that the Getlteman decides to offer on the credit side to humanity the divine Verbo. It can be deduced, from last the three come of God on the earth (Krisna, Melchisedek and Jesus) that ve two have been some at least others, than forgiveness in the night of the times, considered that the men, already to those times, waited for the return of the Messia “(M.Pincherle – the forbidden Jesus – Macroedizioni): we speak about seimila years ago… and that that elementarily is reassumed here, is brought back in the epic of Gilgamesh (the first one poema of the humanity), than in accadica language it literally means “the return of the powerful Messia”. (DRAWN WITH the WRITTEN PERMISSION Of the AUTHOR From the BOOK “the EREDI Of the CENACOLO” and “the COFFER Of the ISLAM” OF MARIO MADIA) ELIA In Old Testament we meet you vary prophets writers (which Isaia, Geremia, etc.); however also the books of the history of Israel (1-2Sam; 1-2Re) they narrate to us of other prophets which, in several ages, have been religious spirits and social of the people of God Between these last ones he detaches the true personality therefore and the energetic action of Elia, about which he is spoken to splashes in the understood one them that they go from 1Re 17 until 2Re 2. Of he the witnesses do not offer a biography in tightened sense, but a series to us of participations to topic that the prophet made the times of Acab (874-853 a.C.), king of the Israel of the North, than he had separated himself give beyond a century from the southern reign of Giuda. Although its reign crosses an age of great economic expansion, from the sacred storiografo Acab comes judged negatively in 1Re 16,29-34: in its Israel days she is victim of the social ingiustizie to damage of poor, and the religion of the Fathers comes seriously threatened from that one of the cananei people (than it they live elbow to elbow), called also baalismo; draft of a religion that celebrates the rhythms of the nature and the fecundity vegetable and animal, an elementary religion and without engagement, that a ethics previews determines rituals to you but not: insomma, one chimera much tempting one. Just within this sad context the prophet is called to speak about God and to name its. The announcement that ago is contained in its same name: El-Ja means “the Getlteman is God”, that is the God of the Fathers and the Exodus is the only God, and to follow its Law is living just. Its action is therefore at the same time time to safeguard the supremacy of God, but also the rights of the man, that it is its image and likeness (Gen 1,26). In more, Elia has one irruente personality, little incline to the compromises, a true one rompiscato them for some. When he appears on the scene, nearly the reader attacks pronouncing against Acab the sentence and the pain: you six abandoned the God of the nature, therefore the true God denies to all the rain until new order (1Re 17.1). The parts therefore have been schierate: Elia has chosen to be with God, although this forces it to escape the guards of king (17,2-6). The prophet receives from this its communion with God the power of the miracles, some remembers to you from the narrator in 17,7-24. MAIN ELIA INVISIBILE OF SAINT GIOVANNI BATISTE “Who six you” 20 It confessed and he did not deny, and he confessed: “I am not the Christ”. 21 Then they asked to it: “That what therefore? Six Elia “. It answered: “it they are not”. “Six you the prophet”. He answered: “Not”. 22 they said to It therefore: “Who six? Because we can give an answer to those who has sent to us. That what you say of same you “. 23 Rispose: Prepared the way of the Getlteman, as the Isaia prophet said “. 24 They had been send to you from part of the farisei. 25 they interrogated It and they said to it: “Because therefore you christen if the not six Christ, neither Elia, neither the prophet”. 26 Giovanni answered they: “I christen with water, but in means to you it is one that you do not know. From this step we are sure that the Hebrew waited for the return of Elia, as we are equally sure that the Batiste clearly asserts not to be Elia. But then you will ask yourselves: how never the majority of the Christian Churches to exception of the Mormoni allegates that Giovanni Batiste is the Elia that had to come? This is born from the declaration, badly interpreted, of same Jesus in Matteo 17:10-13 Then the disciples asked to it: “Because therefore the scribi they say that before Elia must come”. 11 And it answered: “Yes, it will come Elia and re-establish every thing. 12 But I say to you: Elia gia has come and they have not recognized it; indeed, they have dealt it as they have intentional. Therefore also the Son of the man will have to suffer for work they “. the 13 Then disciples comprised that it spoke about Giovanni the Batiste. E’ luminosity as this declaration of Master Jesus has generated then a confusion on the real nature of Giovanni Batiste to the eyes of does not begin to you. To the question of the disciples he did not answer that already he had come, but that Elia would have had to come IN ORDER TO RE-ESTABLISH EVERY THING, in fact the Spirit of Elia stops the suggellamento keys. Then, referring to Giovanni Batiste, “the Elia” made the other affirmation that it has generated confusion, but is certain that to the direct question of the disciples It asserted that Elia had to come and to re-establish every thing. If therefore he were not Master Jesus it would have at the same time contraddetto if same. Therefore it was not and, fortunately, we have the interpretativa key corrected in order to resolve this controversy that is of all the useless one to the eyes of God: Elia, the great clergyman who had the power to suggellare skies for months, than resuscitò a child and that it performed many other powerful miracles, was not never dead man, like Enoch and others were traslato from the Getlteman for a its precise scope. 2 King 2:10-12 Elia therefore was Master Invisibile di San.Giovanni Batiste that to he is joined in the Spirit until the end of the times. Saint Giovanni Batiste was not therefore like some wants to make to believe the reincarnation of Elia, but its iniziatico heir and disciple on the metaphysical plan. Malachia 4:5- Here, I will send to the Elia prophet before that the great and terrible day of the Getlteman reaches, He I will lead back the heart of the fathers towards the sons and the heart of the sons towards the fathers, ond’ I, COMING, does not have to hit the extermination country. To good intenditor little words. Who is then the Fathers of the true Masonry if not the immortali spirits of Enoch and Elia Masters Invisibili of the R+C? In the Name of Gesu’ Christ amen.

* TRUE MASONRY 9

The TRUE MASONRY
of the Prince Di Gregorio of the Sacred Roman Empire
Leo Lyon Zagami
Knight of the Star of Misraim

Understood It IX

ILLUMINATED

And the INNOMINATO In the ancient Zohar they appear you specify relative passages you to our days. These declarations contain given put into effect them and specific that show us that we have caught up the famous phase like the End of the Days, my beloveds Siblings and Sisters of the Universal Unity, and show to us also what really September of 2001 when the Knights of Malta and the Vatican have officially given the way, with the support has succeeded the 11 of Knows you of Zione, to the new strategy of the tension, the so-called end of the times… or, at least, fine theirs… In the eighth section of the Zohar, to paragraph 116, in the part from the appropriated one tito it “the advent the Messia”, yes it speaks about the type of “punishs” that the more powerful city of the world colpiranno in order launch this new was in year 2001: “In this day in the great and high city, there will be one vampata of fire. That the entire world risveglierà sound. It will burn many towers. In that day many towers will fall therefore like many important men and many officials.” The antichi cabalists quite calculated the exact Jewish date in which that she would have had to happen. The date was that one of ventitreesimo the day of Elul. In year 5760 (2001), ventitreesimo the day of Elul september of the western calendar corresponded to the 11. Like if that it were not enough, the prologo of the Zohar says the true name to us of a negative force that door the punishment in this world. This negative force comes represented through the metaphor of a dog: “and since the other Part saw this, taken courage and sent a dog to eat the offered ones. And which is the name of that dog? “B’ ladan” is its name… and it is not a human being.” The Rabbis of the Jewish Community that guards the mysteries of the Cabala very well knew the exact date of the disaster of the 11 September to New York, but their Hebrew Siblings and Sisters have only perceived. And the others? We are not all equal ones of forehead to God? And the Siblings illuminate you of the Cavalierato di Malta, been involved in this sad farce to the orders of the Vatican perhaps and about its General Gesuita, they thought to work for God or the Demon? Master Jesus, the Advanced man, the prototype of the Illuminated one, us standard the value of a Universal Fratellanza that goes very beyond the belongings tribe, as the Brother remembers us also Adam founding Weishaupt of the Ordo Illuminatorum: “We repeat that Jesus has not at all founded one new religion, but we have simply intentional to re-establish the natural religion. Giving to the world an unit, diffusing the Light and the wisdom of moral its, fighting the prejudgments, its intention was that one to teach to us to govern to us from same we and to re-establish the freedom and the eguaglianza between the men.” The beloved Brother Adam Weishaupt, founder and Great Master Visibile of the Order of Illuminates you of that time (Order, remembers, founded in 1776), was a man with many limitations from the personal point of view, had for lover the brother-in-law who sedotto and then made to abort (little Illuminated behavior…) and unfortunately was blinded from a hypocritical anticlericalismo that devil in Loggia saw to it at the same time and to recite the part of the devout person, in publico, in order to keep the place to the University of Ingolstadt like University professor of Canonical Right. Insomma, he was a man, not a Man King, like wanted erroneously to make to believe its begins to you, my beloveds Siblings and Sisters of the Universal Unity. It was be a matter of a perfect one pupazzo for hidden its burattinai, the Jesuits, than obviously they could blackmail it a lot easy. Of he we praise however the good faith begins them and the being animated from a deep and sincere love for the humanity, but in truth it, corrupt from perfidi Jesuit, was not able to transmit a correct and complete instruction to the Advanced levels of its school, sights its many limitations as man and as believer. And after the breach with the Baron Adolf Von Knigge (than the Jesuits them he could not just see), that the true one Illuminated of the situation was, the plan of To Weishaupt goes to the drift from the iniziatico point of view. All the Logge founded subsequently from its disciples in the United States, before between all the Skull and Bones of the Yale University, founded from William Huntington in 1832, reflect this sad situation of iniziatica drift due to an initiation by now fail to fulfill and of facade of which we bring back a short one here extracted that it will be able to make to understand you more better the situation puts into effect them of pure iniziatica farce to the inside of the Ordo contemporary American Illuminatorum: There is to devil, Don Quixote and to white Pope who has one foot sheathed in to monogrammed slipper resting on to stone skull. The initiates to are led into the room one at to Time. And initiate ounces an is inside, the Bonesmen shriek at him. Finally, the Bonesman is shoved to his knees in front of Don Quixote as the shrieking crowd falls silent. And Don Quixote lifts his sword and taps the Bonesman on his left shoulder and says, ‘ By order of our order, dub thee knight of the Euloga.’ (Traducetelo pure and fatevi two risate, my beloveds Siblings and Sisters of the Universal Unity, cosi as they have made also the Siblings of the Review Massonica The Square in England in 2005, that they have quite created one vignetta based on this scene in order ridicolizzar them with theirs humour illuminated English). The Fr.’ Knigge was the spirit and the inventor of the Ritual of Illuminates to you, but also the most devout believer towards God and the Catholic Church that in that moment was not totally in hand to Jesuits. He intuì the situation that was gone forming and to a sure point pote’ more not to tolerate the drifts anticlericals, nihiliste and comunistoidi, of Weishaupt, piloted from the Jesuit usuals. Later drifts that unfortunately would be sfociate a century in the creation of the secret organization Spartacus (iniziatico name of A.Weishaupt), organization that in Germany marked the beginning of that known human tragedy like Comunismo. The Baron Von Knigge instead, true Illuminated of its begun great time and, rebelled itself to this dangerous one and inexorable degeneration of the Brother Adam Weishaupt and prodigò, after the Convent of Wilhelmsbad, for the reconstruction of the True Masonry, and with to the illustrious Ditfurth Baron it gave the way to a most important massonica reform. They founded endured after the famous Convent of Wilhelmsbad, with the competition of Large the Logge Provincial of Frankfurt and Wetzlar, the GREAT LOGGIA ECLECTIC MOTHER of Frankfurt on Less, making of the center of a new and brilliant system based on the wider tolerance and more absolute than all the massonici Rituals and of all their particular sideboards. And here in that what consists this system of highest level for we begins of the True Masonry, we to you that we do not play to make illuminates it you like some Siblings that of recent have used this name in order to create a useless and spuria Academy that it is found to number 31 of Public square of Spain, an Academy of the ridicule directed from Main Ex-Gran of the Italian Masonry. A Brother from the past not too much cleaned up to iniziatico level and not only, legacy to gets worse moments of the Contemporary Masonry of which we do not want to mention neanche the name, indeed calls it innominato – the other that the illuminated one! The GREAT ECLECTIC LOGGIA (created from the True ones Illuminates you of the R+C) like all Large the Logge regular, constituted, that is, according to the system of the Gr.’ L.’ di London of the 1717, practical one and governs only the three degrees of the Blue Masonry, that they already contain in its great lines all the Secret Doctrine. But with the exception of how much it happens in the jurisdiction of some GG.’ LL.’.’ that they prohibit to their “Masters” the acquaintance and the possession of the High Degrees of whichever Ritual, or in that one of such others that impose practical of a determined System proscrivendo all the others, the member of an Eclectic Loggia that is reached the degree of Master Simbolico is senz’ other admitted – indeed, guided – to know, to study and to deepen all the known Rituals, from the most diffused to darkest, therefore in theirs entirety that in everyone of their degrees. The Means room – that is, the Room of 3o the degree – is dedicated entire to these studies. Complete collections of degrees and rituali are put under the eyes of the “Master” and the particular doctrines of everyone of they accurately are explained. It therefore is put in the condition for knowing and for seeing, and is left completely free to follow the Ritual or the Rituals that more the piacciono and than to tie itself to this or that Massonico Body, without that for this he it comes less to nobody of its duties towards the Gr.’ L.’ Eclettica or that this is shy of the choice, any it is. This system indeed lodevole, created in the 1783 from two true ones Illuminates like the Baron Von Knigge and the Ditfurth Baron to you, it is still the many diffused in all great Germanic centers and represents a genuine emanation and of high level of the True Society of It illuminates you of the R+C that we represent, of which the Ordo Illuminatorum di Weishaupt has been only one short null parenthesis and more for the fulfillment of the Great Work of the True Masonry. Adam Weishaupt Hebrew even if was been born and grown Catholic; The Baron Von Knigge who had invented the Ritual of Illuminates, excluded from the Association the Hebrew, the monaci, the women and the members to you of other secret societies. But this exclusion was not applied, in effects, than to the first two categories until the escape of scene of the Baron Von Knigge who marks the income and the more and more active participation of the great Hebrew families like the Rockfeller and the Rothschild in the Ordo Illuminatorum created from A.Weishaupt and the more and more invasive presence of Saint Romana Church that, with its Knights of Malta, would have more late eliminated also Cagliostro, personage too much scomodo for the Church. E’ our intention to reveal hour for before the time to our Siblings and Sisters of the Ordo Illuminatorum of the Weishaupt Brother of which we have been since the beginning the protecting creators and the Invisibili, that it is absolutely necessary for one corrected alchemica operation of Advanced level that is purified immediately from the elements spuri of the iniziatico system of which they make part, waves to avoid in future ulterior catastrophes and sad misunderstandings. Perhaps it is necessary that the Baron Von Knigge comes to dirvi as they are truly the things, my beloveds Siblings illuminates to you, or ve it must say our Cagliostro beloved? True the Great Master of the Ordo Illuminatorum that ended its days dealt like one beast, after the tradimento of Rome. To good connoisseur poce words: the true ones illuminate are those who believe to you and work for an only God, the good and the progress of the humanity, of it does not make prophets or of the revolutionary atheists and libertini that they serve the Antichrist. We of the Ordo Illuminatorum Universalis are here in order to serve the humanity in order not to render it still more slave of the defect and the perdition. We are here in order to purify the Christianity and to carry to you to know science of the only God, the God of the Islam, the God di Abramo, the God of the reconciliation, that one of misericordia and the that one of the compassion, the God that has originally transmitted through Enoch (Idris for the Muslims) the True Masonry to us, that True Masonry that the Messia Jesus will introduce us in all its fullness to the end of the times, when Dajjal kills that represents the irreligione, the atheism, Satana the perverso. The Brother of the Ordo Illuminatorum Napoleone Bonaparte had reason when it said that the Trinomio represented for he a clear manifestation of the spirit of the Islam, quite succeeded in to say that it was Muslim, but Napoleone unfortunately did not respect what it had learned during its initiation in the Order of Illuminates, when it made oneself you to incoronare Emperor and, still more important, not God respect and the religion of the Islam that had instead promised to defend when some days after its visit to the great pyramid of Ghiza it made to bomb the Mosque of the Cairo. Many in medioriente took it seriously however, in that moment, and sent the own sons to study in France; but the things unfortunately were very various and today we can very notice the sad truth of the facts, and to the Napoleone Brother I would want potergli to say, using the words of a true one illuminated of the Islam:

“This world is one decorated house. The life of everyone of we is one mirror to real largeness. Everyone of we has a world separated from this world, but its support, center and door of income, are our life.”

“Those who forgets Allah, and it has created, forgets them their spirits”

SAID NURSI

Leo Lyon Zagami

Khaled Saifullah Khan

LEO LYON ZAGAMI “LA VERA MASSONERIA” (NUMBERED BY ORIGINAL WEBPAGES)

*LA VERA MASSONERIA 1

LA VERA MASSONERIA
del Principe Di Gregorio del Sacro Romano Impero
Leo Lyon Zagami
Cavaliere della Stella di Misraim

publicazione interna curata del Comitato Monte Carlo distribuita ai soli
Fratelli dei Capitoli R+C del R.’.S.’.A.’.A.’. e del M.’.M.’. nell’anno di
Vera Luce 6006

UN PROGETTO IDEALE, UN PROGETTO SURREALE, TRA MASSONI, TEMPLARI E CAMMELLI
DEL PRINCIPE DI SIRIO A.’.A.’.

(DEDICATO AL CONTE DI CAGLIOSTRO E AL CONTE DI ST.GERMAIN R+C+) per la
IMPERIUM-MERCURIO dell’ill.’.mo e Pot.’.mo Fr.’. LEO LYON ZAGAMI nuovo Gran
Maestro dell’ ORDO ILLUMINATORUM UNIVERSALIS

A.’.G.’.D.’.G.’.A.’.D.’.U.’.
Del nome del Dio unico a tutti i massoni sparsi sui due emisferi

La VERA MASSONERIA

Capitolo I
LA CREAZIONE

Il Fratello Bedarride dà inizio alla sua storia con questa introduzione: La
Massoneria di Misraim non e’ affatto, come la pensa una moltitudine di
persone, un’istituzione umana… basta esserne iniziati e studiarla per
riconoscere subito ch’essa non può essere che l’opera dell’Onnipotente.

E il Fratello Bedarride la sapeva lunga sulla Libera Muratoria nonostante
alcuni Fratelli lo abbiano poi deriso successivamente per la mancanza di
prove tangibili il suo miei cari Fratelli era un passaggio scritto con
grande lucidita’ e la giusta dose di Illuminazione che solo un vero Maestro
può avere in queste circostanze, non è comunque mia intenzione in questa
sede di stare a parlare di Riti o Ordini massonici ma invece cosa ben più
importante delle fondamente stesse della VERA MASSONERIA quella che Dio ha
donato all’uomo sin dalle origini dell’umanità, quella che Dio donò ad
Abramo e e alla sua grande famiglia che include come ben sapete non solo
Isacco, ma anche Ismaele il cui compito è di fondamentale importanza come
notiamo da questo passaggio di Genesi XVI, 10,11 “Ecco tu sei incinta e
partorirai un figlio che si chiamerà Ismaele, perché il Signore ha udito la
tua afflizione” e poi ancora in Genesi XVII, 20-21 “e farò sorgere da lui
una grande nazione”…

Non riconosco di certo, cari Fratelli, come Vera Massoneria quella nata nel
1717 in Inghilterra, ella è frutto semmai di un compromesso di facciata che
rappresenta come disse l’aristocratico Arvo del Gruppo di UR “una deviazione
dalla giusta strada” nel suo capitolo VIVIFICAZIONI DEI “SEGNI” E DELLE
“PRESE” presente nella celebre INTRODUZIONE ALLA MAGIA del Gruppo di UR
(pubblicata in 3 volumi dalle edizioni Mediterraneee), e di certo non
riconosco Le successive trappole giudee o gesuitiche che la portarono negli
ultimi tre secoli allo stadio attuale di decadenza e putrefazione. Per me
caro Fratello la Vera Massoneria è un dono troppo importante che Dio ha
fatto a l’uomo per vivere di compromessi storici e di piccoli interessi
umani, il caro Giuseppe Balsamo detto Cagliostro nostro amatissimo e
Illuminatissimo Fratello del Rito Egizio lo sapeva molto bene questo quando
tenne in scacco il Congresso dei Filaleti tra il 1784 e il 1785
chiedendogli di fare Tabula Rasa dei loro libri e della loro cosidetta
Scienza Arcana…Aum…Aummmm… E il Fr.’. De Gleichen, Gran Cancelliere
dell’Ordine Filalete e uomo alquanto esperto, per la sua qualità di
diplomatico, esperto di uomini e di cose, aveva scritto di lui questo
giudizio che non può essere riletto senza interesse dai vari detrattori del
nostro amatissimo Conte: “Si è detto molto male di Cagliostro; Io voglio
dirne bene. Penso che ciò valga sempre meglio ogni volta che si può. Se il
suo portamento, i suoi gesti, i suoi modi erano quelli di un ciarlatano
pieno di iattanza, di pretensione e di impertinenza, i suoi procedimenti
erano però nobili e caritatevoli, e i suoi trattamenti curativi mai
sfortunati e talvolta anche ammirevoli: egli non ha preso mai un soldo ai
suoi ammalati. Io l’ho visto correre, in mezzo a una tempesta con un
bellissimo abito, al soccorso di un morente, senza concedersi neppure il
tempo di predendere un ombrello…”

Giuseppe Balsamo come notiamo da questo pur breve passaggio era un Fratello
della Vera Massoneria che riuscirà a dimostrare all’allora nascente
massoneria speculativa Europea che il vero potere non viene di certo dalle
patacche e dai grembiulini multicolori ma solamente da un vero credo
nell’unico Dio e da un vero lavoro di ricerca interiore che viene
alchemicamente attivato con il V.I.T.R.I.O.L. quindi se la tua anima ha
provato spavento NON andare più oltre nella lettura della seguente perché la
Vera Massoneria non puo’ continuare a vivere di compromessi e deve ritornare
ad essere quel Sacro veicolo che ci lega al GRANDE ARCHITETTO DEGLI UNIVERSI
e al suo ORDO ILLUMINATORUM UNIVERSALIS non agli interessi terreni di un
qualsiasi Congresso riunitosi con tanta solennita’ e con tante buone
intenzioni ma putroppo corrotto e in preda a un ipocrisia senza fine che
segna il genere umano in questa fase finale del Kali-Yuga – come amava dire
l’illustrissimo Fratello R. Guénon, Fratello di altissimo livello che stanco
della decadenza spirituale della Civiltà Occidentale occupata a cercar
chimere e mezze verità si converte all’Islam e si trasferisce in Egitto per
procedere piu’ in là con il suo percorso metafisico di altissimo livello che
pochi Europei possono tuttora pienamente comprendere.

Gli Illuminati della Vera Massoneria devono invece rigettare ogni
compromesso di natura terrena posticcia e ricondursi alle autentiche
sorgenti misteriche e plurimillenarie della Vera Massoneria, sorgenti che
conducono a quel Dio unico a cui noi tutti Fratelli Massoni dedichiamo i
lavori delle nostre officine e alla cui Gloria e Luce noi aspiriamo in
attesa del grande e temibile Giudizio di Dio quello della Rivelazione di San
Giovanni.

Come disse il Grande R+C Vincenzo Soro ne il Gran Libro della Natura: “Noi
,in quest’ ora tremenda di agonia, non possiamo aver paura. Non ci spaventa
il volto dell’Anticristo, perché dietro di lui vediamo il dolce volto del
Maestro di Nazareth, non piangevole e triste come sul lino della Veronica,
ma luminosamente sereno quale era soltanto quando i bambini si accostavano a
Lui. E il Maestro di Nazareth ci ripete le parole di allora, quelle stesse
parole che diceva ai suoi discepoli nell’ultima sera e che l’Apostolo
Beneamato ci ha consegnate nel suo Vangelo. Non annunziò Egli lo Spirito che
verrà e abbiamo pronta per Lui una nicchia vuota nella nostra Cripta
segreta”. L’Impero di Dio cari miei Fratelli amatissimi sta per
materializzarsi grazie agli sforzi della Vera Massoneria, che grazie
all’aiuto di un Dio sempre più compassionevole e misericordioso ricondurrà
l’uomo verso la verità.

Perché Dio come disse Sedir ne ‘LA VRAIE RELIGION’ “come fa la madre coi
figliuoli, pose l’uomo all’altro capo del Giardino di Vita affinché egli,
per il desiderio di ritornarvi, imparasse a camminare”.

*LA VERA MASSONERIA 2

LA VERA MASSONERIA
del Principe Di Gregorio del Sacro Romano Impero
Leo Lyon Zagami
Cavaliere della Stella di Misraim

Capitolo II

Le Colonne del Tempio

La Gnosi ci porta alla luce come dice la parola stessa e quindi dovrebbe
portarci alla verità un giorno se Dio vorrà a riguardo della vera opera
rigeneratrice e di sapiente maestria del nostro caro Fratello Gesù,
l’alchimista di Nazareth, il Gran Maestro Supremo dell’Arte Reale dei veri
Iluminati Esseni, della R+C, dei Sufi, di ieri di oggi e di domani,
ispirazione constante di Santi, Guerrieri e Martiri pronti a morire per lui
e sacrificarsi in nome della Grande Opera e per la realizzazione del Vero
Oro filosofico. Specialmente quando come un ladro riapparira nel mezzo di
una notte che per l’umanità è sempre piu’ buia e piu’ triste per poi
reintrodurci alla vera fede nell’unico Dio e all’alba d’orata di un nuovo
impero millenario. Basta con l’idolatria, il materialismo, e il peccato di
presunzione verso Dio stesso ormai purtroppo in vendita come tutto il resto
nella nostra civiltà contemporanea in un fiorente mercato definito della
cosidetta New Age. Ecco perché ci dobbiamo preparare sempre di più cari
Fratelli e Sorelle ad essere una luce portatrice di verità, di aiuto, e di
conforto con le nostre parole e le nostre azioni nei prossimi anni,
specialmente verso coloro che poveri di spirito ma non di denari non sanno
più quel che fanno e continuano ad insultare il nostro unico Dio, quel
Grande Architetto dell’Universo che molti di loro credono ancora di servire
quando in realtà avendo perso ogni contatto con la Vera Massoneria e le vere
sorgenti iniziatiche della propria tradizione non fanno che il gioco del
maligno con il loro grembiulini pieni di simboli ormai svuotati del loro
vero significato. Significato iniziatico che viene sempre piu’ compromesso
dall’uomo moderno intento a vivere freneticamente in questa macchina sempre
più bestiale e inumana che è la società moderna frutto di falsi profeti e
ancor più false verità.

La revisione del Rito Scozzese Antico e Accettato iniziata ad opera del
Supremo Consiglio negli Stati Uniti dal 1995 ha sicuramente portato delle
correzioni positive e necessarie dal punto divista storico e conoscitivo ma
ne ha purtroppo snaturato e semplificato oltre misura la liturgia e il
rituale massonico volendo oltremodo facilitare l’entrata al “super
impegnato” uomo moderno che ormai in preda ad un materialismo smisurato
fatto di grandi patacche e riconoscimenti spuri di tutti i tipi vuole
diventare un 32o o addirittura un 33o del RSAA nel breve spazio di un
weekend, e non sto parlando del eventuale iniziazione sul filo della spada o
altro, che può essere regolarmente svolta in un Tempio Massonico quando si
vuole riconoscere e conferire un alto grado in poco tempo a un essere
realmente Illuminato, ma sto invece parlando di quelle iniziazioni di massa
effettuate negli stadi da basket con migliaia di poveri illusi pronti
all’iniziazione istantanea e veloce, modello Mc.Donald, che negli ultimi
anni infestano gli Stati Uniti e distruggono ogni residuo di serietà da
parte delle istituzioni massoniche Statunitensi. Istituzioni queste
purtroppo corrotte e in preda al materialismo sfrenato dei propri membri.

Fratelli che con atti di filantropia esageratamente ostentata, vogliono
inutilmente tentare di salvarsi dalla dannazione eterna che li aspetterà
inevitabilmente quando non si segue più la retta via. Perché oggigiorno non
si rispetta l’ordine delle cose e si vuole rendere ridicola la Gerarchia
divina donata da Dio all’uomo sin dai tempi di Abramo, padre della Vera
Massoneria e ancor prima con Enoch suo fondatore e Maestro invisibile.

L’iniziato americano di quella che noi definiamo giustamente l’ora più buia
della Libera Muratoria contemporanea purtroppo non può più spendere che
un’ora per ogni grado del RSAA cosi da ottenere in alcune Valli la
maggioranza se non tutti i gradi nell’arco di un weekend “This will allow
more Valleys to confer most,if not all, of the degrees over a weekend
Reunion …” e queste sono le dichiarazioni fatte nell’anno 2000 dell’Era
Volgare da uno dei massimi rappresentanti dellla revisione del Rito negli
Stati Uniti, il distinto e illustrissimo Fr. Sean D. Graystone 33o uno dei
membri della direzione della prestigiosa Scottish Rite Research Society, in
un articolo dal titolo ‘The success of the Revised Standard Pike Ritual
depends on how we approach it’ apparso sul Scottish Rite bulletin (Third
Quarter 2000). E la Gran Loggia Unita d’Inghilterra, colei che dovrebbe
proteggere la Massoneria Speculativa da ogni degenerazione dell’era moderna,
cosa sta facendo attualmente per il bene della nostra tradizione? Nulla,
anzi la Gran loggia Unita d’Inghilterra nel 2003 inizia ad imitare i
tentativi di revisione fatti dal Supremo Consiglio del Rito Scozzese negli
Stati Uniti, e decide con il supporto della Corner Stone Society del noto
cialtrone ed ignorante in materia il Fr.Julian Reese di revisionare e
modernizzare l’Arco Reale, rendendolo successivamente ridicolo ed
esotericamente spoglio del suo centro. Quindi un altro atto di sabotaggio
nei confronti della Massoneria speculativa contemporanea, un atto che ci
porta a constatare l’inevitabile decadenza della Massoneria nei paesi di
lingua Anglo-Sassone e la totale assenza di Vera Massoneria sul suolo
Britannico fino alla recente svolta storica che si è compiuta con la
fondazione dell’Alto Consiglio della Libera Muratoria il 25 di Febbraio
dell’anno 6005 a Londra presso lo storico Pub Freemason Arms, quando un
gruppo di Fratelli appartenenti alla Gran Loggia Unita d’Inghilterra mosso
da un reale spirito di sacrificio e coraggio che non si vedeva da tempo in
Inghilterra, sacrificano la loro cosidetta posizione di “Regolarità” per il
bene futuro della Massoneria a livello mondiale realizzando in poco tempo
all’interno della Piramide Massonica una serie di piccole rivoluzioni e
cambiamenti che porteranno inevitabilmente a una svolta decisiva nella
Massoneria Speculativa contemporanea, troppo spesso frutto di compromessi
che non dobbiamo più tollerare se vogliamo riabbracciare la Vera Massoneria
e quelle sorgenti iniziatiche originarie con cui lavoravano i Fratelli
Illuminati come St.Germain o Cagliostro, intenti a seguire la religione
delle origini quella di Abramo e quella che loro stessi definivano la via
del cuore che sappiamo essere la medesima via dei Sufi, i mistici dell’Islam
a cui è legata da sempre la Vera Massoneria, e non fu proprio Cagliostro
miei cari Fratellini a dirci di essere stato ricevuto con tutti gli onori
dal Gran Mufti che lo riconosce immediatemente come un vero Illuminato
dell’Islam, e questo non capiterebbe di certo a un falso Illuminato che si
presentava magari al Gran Mufti con una patente massonica o una carta di
riconoscimento di qualunque tipo che sarebbe ancora oggi giudicata inutile e
ridicola dai veri Illuminati di ogni parte del globo.

Sarebbe in realtà come presentarsi al Dalai Lama con una Patente del Rito
Scozzese… per favore Fratelli svegliatevi e rendetevi conto di chi e cosa
sono i veri Illuminati, non soltanto un gruppo di rivoluzionari Bavaresi ma
bensi un paradigma per definire un gruppo di iniziati di livello Superiore
che hanno guidato l’umanità sin dalle origini al servizio di Dio cosi come
lo era solo in parte il Fratello Adam Weishaupt fondatore della cosidetta
Società degli Illuminati che possiamo considerare una temporanea
manifestazione esterna di una scuola ben più ampia e complessa. Anche nella
cosidetta era moderna vi sono ancora nascosti da occhi indiscreti dei
Maestri Invisibili che viaggiano e operano in incognito da paese in paese
come messageri di luce guidati e protetti nella loro missione
dall’invisibile mano del Grande architetto dell’Universo, essi rappresentano
in ogni tempo ed in ogni luogo il vero Ordine degli Illuminati che nel mondo
Occidentale giudeo-Cristiano troviamo tra i Rosa+Croce definiti R+C d’Oro
dal loro legame con l’alchimia e la Cristianità, in quello Mediorientale dei
Sufi con gli Sheikhs dell’Islam e in Oriente con i Lama Tibetani tutti
fedeli custodi della propria tradizione iniziatica da cui noi Fratelli
Massoni dobbiamo cercare di attingere se vogliamo capire meglio chi siamo e
dove andiamo. Questa ultima fase degenerante del Kali-Yuga che si riflette
in un minor numero di iscrizioni in Massoneria e ai tentativi sinceramente
ridicoli di sostituire la qualità con la quantità, come nel caso degli
Americani e le loro iniziazioni di massa, ci deve far sorridere di fronte
all’immensità del Cosmo perché da lassù sembriamo veramente ridicoli e
piccoli noi poveri uomini e il nostro talvolta inutile teatrino. Io, come
gli altri Fratelli e Sorelle dell’Ordo Illuminatorum Universali, stanchi di
vedere la massoneria speculativa moderna usata per fini ed usi che non le
sono mai appartenuti, vogliamo riportarla alle origini. Purificandola da
tutte queste macchie pericolose che rischiano di farci dimenticare la
missione originaria della Massoneria Speculativa moderna, missione di
grandissima importanza per l’umanità intera che le era stata affidata in
gran segreto alla sua fondazione dalla Vera Massoneria rappresentata qui in
Europa dalla Societa degli Illuminati della Rosa+Croce Aurea.

Questa lenta ma inesorabile decadenza della civiltà occidentale ha poi
finito con lo stravolgere la Massoneria che al vertice ha ormai un finto Dio
fatto di vuote iniziazioni e false promesse di luce e di ancor più falsi
atti di filantropia dati alla Charity di turno per evitare magari il peso
delle tasse e farsi belli con la Fratellanza. Sembrerebbe quasi quasi
migliore a molti massoni contemporanei almeno per un fatto di onestà, la
scelta orrenda fatta nel 1877 dal Grande Oriente di Francia con la negazione
dell’esistenza dell’essere Supremo al vertice della piramide iniziatica e
l’entrata degli atei nel Tempio… I Francesi in questo caso hanno preso una
toppa mostruosa che li perseguitera per lungo tempo fino alla recente
reintroduzione del Volume Sacro della Legge sull’Ara che però viene inteso
dai Fratellini del Grande Oriente Francese come una reintroduzione
pragmatica… poveri illusi, ma almeno sono onesti perché i cosidetti
“Regolari” fanno di peggio fregiandosi con il marchio di Dio senza neanche
conoscerlo o accettarlo come guida Suprema. Ma il giorno è vicino per il
ritorno della Vera Massoneria che appartiene da sempre ai Maestri Invisibili
e al Gran Maestro Incognito della Vera Massoneria, il Conte di St.Germain,
l’immortale.

*LA VERA MASSONERIA 3

LA VERA MASSONERIA
del Principe Di Gregorio del Sacro Romano Impero
Leo Lyon Zagami
Cavaliere della Stella di Misraim

Capitolo III

LA TRIADE

Dal Cathechismo Ermetico del Barone Tschoudy per il grado di Adepto o
Apprendista Filosofo Incognito,

Domanda: Quale accortezza deve avere il Filosofo per trarne profitto,
secondo i suoi desideri?

Risposta: Occorre che la purghi con gran cura dai vapori fetidi e dagli
zolfi impuri, dopo di ché vi si può gettare il seme.

Questo passaggio di fondamentale importanza per il lavoro che andiamo a
svolgere oggi, è un passaggio che viene giustamente lodato da personaggi
Illuminati della V.’.M.’. come Frater Eliphas Levi R+C il nostro amatissimo
Pitagorico Fr.’. Arturo Reghini che capirono l’importanza e la necessità di
liberare con un sapiente uso dell’Arte lo zolfo dalla sua prigione; seguendo
così la strada della putrefazione che ci porta a constatare che il seme
della Vera Massoneria non può moltiplicarsi se non è posto nella terra
adatta… Egli, l’illustrissimo e Illuminatissimo Fratello Tschoudy,
interpreta fedelmente con le sue parole il pensiero ermetico di un altro
grande illuminato che lo aveva preceduto circa un secolo prima: il Conte
Francesco Maria Santinelli della Società dei Filosofi Incogniti di Michael
Sendivogius detto il Cosmopolita, che nel 600′ influenzò alchimisti e
illuminati di altissimo livello come il Mayer, e nel secolo successivo
personaggi chiave per i primi passi della massoneria speculativa di
carattere ermetico come lo stesso Barone Tschoudy autore del noto catechismo
ermetico e promotore dell’Ordine dell’Etoile Flamboyante. Ma l’influenza del
Cosmopolita si fece sentire anche nel creatore dei Martinisti Claude de St.
Martin (si faceva, infatti, chiamare il Filosofo Incognito) e nel
Benedettino Antonio Giuseppe Pernetty, creatore del Rito dei Illuminati
Teosofi in sei gradi. Rito di cui fece parte anche il Gran Maestro della
Vera Massoneria di allora, il Conte di Cagliostro Giuseppe Balsamo, che
annovera il Benedettino tra i suoi maestri.

“L’Ordine della Stella Fiammeggiante”, detto anche Ordine dei Filosofi
Incogniti, ha un’importanza fondamentale ed al tempo stesso transitoria
sull’evoluzione delle correnti alchemiche, magiche, occultistiche,
cabalistiche e rosacrociane presenti in tutte le correnti del pensiero
massonico del XVIII secolo. Fondamentale perché è l’esaltazione della
componente alchemica secondo gli insegnamenti del
Cosmopolita…(H.T.Tshoudy,il Catechismo ermetico-massonico della Stella
Fiammeggiante, Edizioni Atanòr, 1984, p9, trad E.Alvi.)

Nella Lux Obnubilata publicata nel 1666 a Venezia da F.M.Santinelli con lo
pseudonimo di Fra’ Marcantonio Crassellame Chinese troviamo poi questa
sentenza chiarificatrice per i veri massoni iniziati all’Arte Regia: “E
liberato dagli zolfi impuri aquisterà una nuova e più nobile generazione”.
Liberi da impurità quindi vi apprestate ora con il nostro aiuto a varcare
per la prima volta le soglie della Porta Magica indirizzandovi senza alcun
indugio verso la verità, verso la scienza Sacra, al macrocosmo e al suo
sigillo…

L’iniziato agli alti misteri della nostra scienza deve prima di tutto
conoscere e studiare in maniera approfondita il ternario esposto dal Fr.
Eliphas Levi nel 3o capitolo dell’opera Dogma e rituali dell’Alta Magia,
libro di altissimo livello che influenzò il contenuto e perfino il titolo
della magistrale opera di sapiente esposizione e revisione del Rito Antico e
Accettato conosciuto come Morals and Dogma del R.S.A.A. compilato dal Gran
Comandante Albert Pike per il Supremo Consiglio del RSAA della giurisdizione
sud degli Stati Uniti. Vi fu quindi un tempo non troppo lontano, in cui i
grandi esponenti della Massoneria Speculativa Occidentale come l’illustre
Fratello Albert Pike, attingevano ancora per il bene della Fratellanza da
sorgenti iniziatiche pure e legittime che appartenevano alla Vera Massoneria
e alla sua Società degli Illuminati della R+C come il Fratello Eliphas Levi,
e non come purtroppo succede oggigiorno da accademici e storici di facciata
che nulla hanno a che vedere con le vere scuole misteriche e i loro Maestri
Invisibili, cosa che possiamo notare chiaramente nelle tristi revisioni
massoniche degli ultimi dieci anni, da me già esposte con disdegno nel
capitolo precedente del nostro lavoro dedicato alla Vera Massoneria. Nel
terzo capitolo del Dogma dell’Alta magia il Fratello Eliphas Levi ci espone
il Ternario e i suoi principi,

IL TRIANGOLO DI SALOMONE

“Il Ternario è il Verbo perfetto perché suppone un principio intelligente,
un principio parlante ed un principio parlato. L’assoluto che per mezzo
della parola si rivela, le dà un senso a lui eguale e nell’intelligenza di
questa parola crea un terzo se stesso; è cosi che il sole a mezzo della sua
luce si manifesta e prova o rende efficace questa manifestazione per mezzo
del calore. Il ternario è tracciato nello spazio dal punto culminante del
cielo,l’infinito in altezza, che si unisce per mezzo di due linee divergenti
all’oriente ed all’occidente.

Ma a questo triangolo visibile la ragione paragona un altro triangolo
invisibile ch’essa afferma uguale al primo: è quello che ha per vertice la
profondità, e la cui base rovesciata è parallela alla linea orizzontale che
unisce l’oriente all’occidente. Questi due triangoli, riuniti in una sola
figura, che è quella di una stella a sei raggi, formano il sacro segno del
sigillo di Salomone,la stella brillante del miscocosmo. L’idea dell’infinito
e dell’assoluto è espresso da questo segno che è il gran pentacolo, cioè il
più semplice ed il più completo riassunto della scienza di tutte le cose. La
grammatica stessa ha attribuito al Verbo tre persone: la prima quella che
parla, la seconda quella a cui si parla, la terza quella di cui si parla.

Il principe infinito, creando parla di se stesso e a se stesso; ecco la
spiegazione del ternario e la vera origine del dogma della Trinità. Anche il
dogma magico è uno in tre, e tre in uno. Ciò che è sotto somiglia o è uguale
a ciò che è sopra. Così due cose che si rassomigliano e il Verbo che esprime
la loro somiglianza fanno tre. Il ternario è il dogma universale. In magia è
principio, realizzazione, adattamento, in alchimia azoto, incorporazione,
trasmutazione; nella teologia Cristiana diventa Dio, incarnazione e
redenzione, nell’anima umana pensiero, amore, azione; nella famiglia padre,
madre e figlio”. Non si può adorare il ternario per noi Illuminati poiché
esso è soltanto l’atto esterno con cui Dio si moltiplica ma non Dio stesso
egli è uno ed è infinito, come può uno scienziato dei giorni nostri che ama
la perfezione di Dio e il Creato, accettare le mezze verità ed i falsi Dogmi
del Cristianesimo contemporaneo che fermano l’importante riconciliazione
tra Chiesa e scienza, la terra è per caso ancora piatta miei cari Fratelli e
Sorelle? Per quanto tempo ancora dovremo soffrire questo divario tra scienza
e religione per colpa degli interessi contorti della Chiesa di Roma che pur
conoscendo la verità, la nega al suo popolo di fedeli ormai riflesso spento
di una Chiesa morente? Il ternario deve essere per noi Illuminati il fine e
l’espressione suprema dell’amore “ci si cerca in due per divenire tre” e non
sarà mai un dogma senza senso creato da una Chiesa Cristiana corrotta dal
potere temporale che divide l’unico vero Dio, principio supremo di tutte le
cose, in tre per rifarsi agli antichi culti misterici che andava assorbendo
con il Consiglio di Nicea per garantire la stabilità politica dell’Impero
Romano.

Noi veri Illuminati siamo e saremo sempre fedeli alla religione primordiale
di Abramo che ci insegna che il vero Dio è uno ma che l’unità per divenire
attiva deve moltplicarsi ed e da qui che nasce la Càbala prima Ebrea poi
Cristiana ed infine musulmana che ci porta a conoscere, in maniera
scientifica e corretta, le innumerevoli manifestazioni di Dio che gli Ebrei
raccolgono in 72 nomi e i musulmani espandono a 99.

Con un’intepretazione corretta e scientifica del Dogma Universale della
trinità come quello descritto dal Frater Superior Eliphas Levi possiamo cosi
ricondurci liberi e puri da qualsiasi influenza esterna di fronte a
quell’unico Dio che il Maestro K.H. ci descrive splendidamente all’interno
del prossimo frammento tratto da una pubblicazione di Esonet del caro
Claudio Carli, una breve ma intensa esposizione di grande interesse dedicato
alla Monade che noi vogliamo proporre per intero ai nostri Fratelli e
Sorelle riconoscendo e lodando i creatori di Esonet per la loro brillante
iniziativa che sta riscuotendo un successo sempre più notevole su internet.

Riassumendo: Si può dire che lo Spirito manifesta l’Anima (o Monade
Individuale) che manifesta l’ego inferiore (o personalita’) che manifesta il
corpo fisico? “Monade” è un concetto dell’antico oriente che Platone ha
“importato” nella cultura occidentale.

Come ogni altro tèrmine, anche questo va considerato solo come un’altra
“convenzione linguistica” per dare forma all’idea di: essere spirituale.

Il Maestro K.H. usa dire ai propri Allievi: Dio è l’Atomo di tutti gli
atomi.

Un concetto, questo, che la Blavatsky amava ripetere.

Dovremmo cominciare col concepire un “idea di Dio” non antropomorfa (fatto
ad immagine d’uomo) ma quale Unità (nucleo) centrale “anche di questo
universo”, tra i tanti. Da questa Unità (nucleo) centrale, [che altri
linguaggi chiamano: «Causa prima» o «Generatore», una Trinità con un aspetto
Generatore (padre); 2° il Generante (madre) e 3° il Generato (figlio) ],
dipartono suoi frammenti che mantengono le stesse caratteristiche del Nucleo
centrale originario, al quale “tendono a tornare”.

Questi frammenti sono gli “atomi spirituali” che generano le Monadi
individuali (chiamate, nei linguaggi della devozione, Figli di Dio).

Bisognerebbe concepire una dimensione energetica (spirituale) posta fuori di
ogni “forma di rappresentazione”, poi un’altra (sotto) dimensione (o piano)
dove appaiono solo le forme spirituali (l’Oceano di Fuoco) chiamate monadi
(i Figli di Dio, fatti a sua immagine e somiglianza). Le Monadi individuali
sono il “Dio” interiore che ogni essere umano ha dentro di Sé.

È’ questo “Dio interiore” a svelare all’Iniziato maggiore il vero “volto di
Dio”.

Con la generazione della monade individuale comincia la vera
“esteriorizzazione” nella materia del piano spirituale. La “comparsa” di una
monade in dimensioni più dense (energia a lenta vibrazione, v. suono
silenzioso), attiva una serie di “riflessi” che impressionano (vedi il
termine “impressione” com’è spiegato nell’Insegnamento del Maestro D.K
disponibile su esonet) le sostanze di cui sono composte, quelle dimensioni
più lente.

Nella propria sfera d’influenza (v. Aura), la Monade individuale (l’immagine
di Dio-Unità centrale) si riflette, generando una prima forma impermanente,
detta Anima. In realtà, l’ànima è una seconda triade (vedi Conferenza di
Esonet), che riflette i tre aspetti superiori della propria monade, e cioè:
l’aspetto volontà (l’aspetto dinamico), l’aspetto amore (l’aspetto
attrattivo o magnetico) e l’aspetto intelligenza (aspetto moto e attività,
che dà forma alle sostanze materiali) Il termine “anima” è una definizione
semplice per indicare la funzione di questa triade, ch’è quella di “muovere”
(dar vita) a forme d’esistenza materiali e, quindi, di minore durata (v.
usura per attrito). Il riflesso nella materia più densa di questa seconda
triade (il cui 3° aspetto, l’attività intelligente, è l’Ego sup. o vero Sé)
è la triade materiale dell’essere fisico, composta da energia spirituale
(dall’anima), pensiero superiore (coscienza del Sé o Ego sup.) pensiero
fisico (personalità) ed energia eterica (C: eterico) che regge il corpo
fisico. Alcune Scuole contano anche la parte exoterica rappresentata dal
corpo fisico. In questo caso la concezione si allarga ad un Quaternario.

Certo che per noi “vite passeggere”, i livelli d’impermanenza di un’anima (o
quello più breve del suo riflesso inferiore rappresentato dall’Ego sup o
vero Sé), potranno sembrare “lunghi un eternità”.

Ma se potessimo paragonare le loro esistenze all’infinita permanenza di una
monade spirituale, allora potremmo concepirne la relativa durata, limitata
al compimento dell’Opera delle Monadi, che i mistici chiamano: l’Opera di
Sacralizzazione della materia.

Concludo questo mio III capitolo ricordandovi che il ternario principio
fondamentale di tutta la Càbala o tradizione sacra dei nostri padri ci ha
purtroppo portato per una questione di ignoranza commista ad interessi di
carattere puramente materiale, a questo stupido e inutile Dogma della
Trinità nel Cristianesimo che, come dice giustamente Eliphas Levi, “non è
mai stato scritto da Cristo ma rivelato in segreto al suo discepolo favorito
San Giovanni unico cabalista e gran cabalista fra gli apostoli”, l’unico che
poteva realmente capirlo da un punto di vista scientifico e utilizzarlo
aldilà di ogni inutile dogma nella sua missione divina che lo porterà a
Patmos. La cosiddetta Trinità del credo Cristiano nasce infatti da San Paolo
di Tarso, egli che non aveva mai conosciuto direttamente il Maestro Gesù e
vuole coinvolgere con il suo lavoro di proselitismo i pagani più ortodossi
della Roma Antica usando il ternario che ben si adatta ai culti misterici in
voga nella Roma Antica.

S. Giovanni codifica la scienza segreta e la trasmette all’interno
dell’Apocalisse libro della Gnosi o dottrina segreta dei primi Cristiani la
cui preziosa chiave è data però in un versetto del testo greco del Vangelo
secondo Matteo che nel rito greco (conservatore delle tradizioni di
S.Giovanni) non è permesso che ai sacerdoti di pronunciare. Questo versetto
non appartiene all’Apocalisse, ma ne è la chiave suprema a livello
interpretativo che vi aprirà, se veramente Illuminati, le porte della
rivelazione sublime: “Poiché tuo è il regno e la potenza e la gloria in
sempiterno. Amen.”

Il Principe Carlo Superiore Incognito della Vera Massoneria Inglese e
discepolo della Tariq dello Sceicco Muhammad Nazim si rèca annualmente in
Grecia presso il Monte Athos nel Monastero di Vatopedio dove ha sede un
importante Loggia di Illuminati legati al rito Greco Ortodosso e alle chiavi
intepretative e operative dell’Apocalisse.
(SUPREMO CONSIGLIO DELLA TRASFORMAZIONE GRUPPO Y MONTE ATHOS).

*LA VERA MASSONERIA 4

LA VERA MASSONERIA
del Principe Di Gregorio del Sacro Romano Impero
Leo Lyon Zagami
Cavaliere della Stella di Misraim

Capitolo IV

In nome dell’unico Dio

A tutti i massoni sparsi sui due emisferi
L’IMPERATORE MB Messias Benedictus

E Cagliostro indossò con la moglie una tunica bianca, trattenuta da una
cintura di colore aurora e si presentò al Castello del Conte di St.Germain
pronto a tutto pur di superare la prova che lo porterà a ricongiungersi alla
catena dei vecchi amici e Fratelli della Rosa+Croce di Occidente,
rappresentati dal mitico Conte di St.Germain, Maestro Invisibile della Vera
Massoneria. Cagliostro: “Vengo ad invocare il Dio dei credenti, il Figlio
della Natura, il Padre della verità, vengo a farmi suo schiavo, suo apostolo
e suo martire”. E St. Germain domanda: “Che si propone la compagna dei tuoi
viaggi?” E lei Serafina, la moglie di Cagliostro futura Gran Maestra del
Rito Egizio rispose: “Obbedire e credere”. Aveva appena finito di
pronunciare queste parole che le tenebre si sostituirono allo splendore
delle luci, i rumori al silenzio, la fiducia alla sfiducia, la discordia
alla concordia e si udì una voce rude e minacciosa che pronunciò queste
parole: “Disgrazia colpisca chi non è capace di superare le prove”. Separati
immediatamente per subire le prove, Serafina, rinchiusa prima in una camera
con un uomo pallido, magro e ipocrita che si allontanò subito dopo averle
detto delle sciocchezze e averle portato via i brillanti che le ornavano il
capo e condotta poi in un vasto sotteraneo, rimase impassibile di fronte
alla visione delle vittime della pretesa giustizia umana e fredda e
indifferente innanzi a ciò che il suo arbitrio umano avrebbe potuto farle
compiere. Come in un sogno vide uomini incatenati che venivano frustati da
donne, boia che tagliavano teste, condannati che bevevano la morte in coppe
avvelenate, colonne piene di scritture infamanti e udì una Voce che diceva:
“Noi siamo i martiri delle nostre virtù: ecco come gli uomini, al cui bene
consacriamo la nostra vita, ricompensano la nostra opera.” Cagliostro,
superate invece due prove, una sulla gelosìa e l’altra sulla sua
presunzione, lesse nel Gran Libro della vita, apparsogli alla sua vista
animica, la tremenda tragedia che l’aspettava negli ultimi suoi anni
terreni. Consapevole del suo destino, l’accettò senza timore, sentendo in sé
giganteggiare la Fede che è il coraggio dei forti.

Ammessi poi ai divini misteri così parlò loro una Voce: “Sappiate che il
movente primo della Natura, della politica e della società è il sesso,
sappiate che il sogno dei mortali è di divenire immortali, di volere
conoscere l’avvenire anche se ingnorano il presente e di volere essere
spirituali anche se vivono nel brago di tutta la materialita'”.

Il Conte de Saint-Germain dopo queste parole fece udire la sua voce:
“chiamato sin dalla più tenera giovinezza a grandi cose cercai di conoscere
qual’è la vera gloria: non feci fatica a rendermi conto che – la politica mi
parve la scienza dell’inganno, – la guerra l’arte di uccidere, – la
filosofia l’orgogliosa mania di sragionare, – la scienza i bei sogni sulla
Natura e i continui errori di gente condotta in un Paese sconosciuto, – la
teologia la conoscenza della miseria dove porta l’orgoglio umano, – La
Storia lo studio triste e monotono degli errori e delle perfidie. Da cio’ in
conclusione dedussi che : – L’uomo di Stato è uno scaltro mentitore – L’eroe
un illustre matto – il filosofo un illustre bizzarro – Lo scienziato un
cieco da compatire – Lo storico un venditore di parole. Quando intesi
parlare del Dio di questo Tempio confidai in Lui le mie incertezze e le mie
speranze.Egli si impadroni della mia anima e mi fece vedere tutto sotto un
altro punto di vista. Io vivo non solo con quelli che esistono ma anche con
quelli che sono esistiti.Trovo dolcissimo sapere senza apprendere nulla,
disporre dei tesori della Terra senza doverli mendicare ai Re e comandare
gli elementi piuttosto che gli uomini… Memoires authentique pour servir a
l’histoire du Comte Cagliostro, A.Hamburg chez F.Fauché, 1786. Ma le prove
iniziatiche di Cagliostro non finirono di certo con l’incontro del Conte
Saint Germain anzi ora che la purezza delle sue intenzioni rispetto alla
Grande Opera era stata accertata dai Maestri Invisibili era venuto il
momento di entrare nella Sacra Cripta per essere investito del titolo di
Imperatore della Rosa+Croce nel Gran Consiglio dei 12 R+C+ per guidare gli
Illuminati Europei verso il Grande disegno rivoluzionario che si impegnava a
vendicare le tristi sorti dell’Ordine del Tempio, a questa iniziazione erano
presenti Spartacus alias Adam Weishaupt e Filone il dotto Fratello Knigge
entrambi dell’Ordo Illuminatorum fondato nel 1776 da Adam Weishaupt,
professore di diritto canonico all’Università di Ingolstadt in Baviera.

RICORDI DI CAGLIOTRO SULLA VICENDA (dagli interrogatori di Castel
Sant’Angelo, 1791)

“Io Gran Copto del Rito Egizio prima di entrare trionfalmente a Strasburgo
all’età di 32 anni mi incontrai segretamente con due dei capi segreti
dell’Ordine degli Illuminati a Francoforte. Mi condussero fuori città in una
casa isolata in piena campagna, poi entrammo in una grotta artificiale e poi
in un sotteraneo che scendeva nelle viscere della terra dove trovammo una
piccola cripta all’estremità del sotterraneo. Fui fatto inginocchiare
dinanzi a un altare, sull’altare vi era uno scrigno nero aperto dal quale fu
tolto un manoscritto. Era il tremendo giuramento del Consiglio dei 12 R+C+
sul quale figurava il mio nome in cima alla lista. Il giuramento ai Grandi
maestri del Tempio che Io fui invitato a ripetere si impegnava alla
soppressione di tutti i despoti con la violenza e a vendicare i Martiri del
Tempio. In seguito fu letta la lista dei dodici Maestri Invisibili, di cui
come vi ho già detto, Io ero il primo. Dodici personaggi scelti oculatamente
dai capi segreti degli Illuminati per la realizzazione del Grande Disegno
Rivoluzionario. I dodici nomi erano scritti col sangue umano.” Il piano di
questa vasta congiura prevedeva un attacco alla Monarchia Francese ed in
seguito ai vari Stati italiani per concludersi con la sconfitta del potere
temporale della Chiesa di Roma e la presa di possesso da parte degli
Illuminati di quell’immenso tesoro di conoscenza, rappresentato dai testi
segreti nascosti nei meandri della biblioteca Vaticana ,testi che avrebbero
potuto far affondare la nave di Pietro nata dalla menzogna e dal
compromesso, questo e quanto venne detto dall’illustre Conte di Saint
Germain in un suo discorso fatto ad alcuni Fratelli di alto livello nella
gerarchia Illuminata durante la sua breve permanenza a Livorno nel 1770 dove
si incontrò, tra l’altro, con un grande esponente della massoneria Russa di
allora il favorito di Caterina II, il potente Alessio Orlof che, indicando
Saint Germain al Margravio di Anspach, esclama: “Ecco un uomo che ha avuto
una parte importante nella nostra rivoluzione”, ossia nel colpo di Stato che
permise di eliminare l’indesiderabile Pietro III.

Sul Conte di Saint Germain abbiamo queste parole del Vescovo Wedgewood
apparse in un articolo tradotto dall’inglese e pubblicato nel 1926 nella
Revue theosophique che ci dovrebbero far riflettere: Di tutte quelle
esistenze (le esistenze fisiche attribuibili a Saint Germain) quali furono i
casi d’incarnazione reale, nel senso completo della parola, dopo la sua
prima infanzia? E quali furono dei casi di possesso totale di un corpo
adulto? E quali dei casi di occupazione temporanea? E ancora quali altri
d’occupazione temporanea di un corpo appartenente ad un altro Io?”

Terminiamo questo IV Capitolo dedicato all’Imperator con un atto di
devozione verso Dio l’Altissimo e il misericordioso, pieno di compassione
verso noi poveri umani ed uno di ringraziamento verso l’Ordine del Tempio
che spero, nonostante le difficoltà, mantenga i patti e gli accordi segreti
originali che lo porteranno ad ottenere il Santo Graal se Inshallah si
ricorderanno chi sono realmente e la smetteranno di giocare a fare i
Templari di facciata, un fenomeno ridicolo e assurdo quello delle
iniziazioni Templari spurie che non porta a niente di buono, anzi a
disgrazie future, un gioco pericoloso cari Fratelli e Sorelle, per chi non
iniziato ai veri misteri dell’Arte Reale voglia cosi provare il brivido
dell’imprevisto e di colpo trovarsi con le tasche vuote e un bel mantello ma
nulla di più da presentare al Creatore nel momento della nostra morte. La
Croce Rossa sul mantello bianco e da sempre simbolo Sacro della Cristianità
da non mettere in mano a degli scellerati perché il Grande e Sublime Maestro
Gesù Cristo sta per tornare a trovarci e noi non ci dobbiamo far cogliere
impreparati di fronte alla sua grande Rivelazione e alla sua presenza
Sublime ma rispettosi e pronti a riprendere la nostra vera missione per
conto del Dio unico, il Dio dei Cristiani, degli Ebrei, dei Musulmani, il
Dio del padre terreno della V.’.M.’. ovvero Abramo che la trasmise alla sua
famiglia che la preserva ancora oggi lontana da qualunque atto degenerante
compiuta dall’eterno nemico Satana. Giuramento Del Cavaliere Templare:
Cavalieri, scudieri, servitori, che la pace del signore, promessa agli
uomini di buona volontà, sia con noi. In questo luogo angusto e santo, in
suo nome, noi vedremo pronunciare, da labbra pure e con umile fierezza, il
Giuramento del Templare che i Poveri Cavalieri di Cristo fecero nel momento
più sacro della vita Templare. Signore che spieghi i cieli come una tenda di
luce, Signore che fai dei fulmini i messaggeri della tua maestà, davanti il
tuo sacro altare, dove s’adempì la sublime immolazione, noi leviamo alta la
spada della luce, per depositarla ai piedi dell’altare come testimonianza
del nostro giuramento. Signore Dio delle armi, noi lo giuriamo per il
Cristo, giammai contro il Cristo, per la difesa del vangelo, per la guardia
dei pozzi, per la verità, per la giustizia. Contro gli oppressori, contro i
mietitori di scandali ed i corruttori dell’innocenza, contro la menzogna
liberata, contro i traditori delle fazioni e dei partiti: Noi lo giuriamo di
impegnare la doppia spada: quella d’acciaio levigato e quella della parola
splendente e fulminante. Giammai noi attaccheremo per primi. Giammai noi
provocheremo per primi. Tre volte noi sopporteremo l’ingiuria. Tre volte noi
ignoreremo il disprezzo e la menzogna. Ma quando la spada brillerà nel sole
come un colpo di chiarore, tuonerà la parola. Allora poi non indietreggeremo
di un solo passo, non taceremo che dopo il silenzio dell’avversario. Davanti
ai ranghi angelicati, nostri compagni d’armi, noi lo giuriamo al Cristo, Re
della gloria. Chiunque rinnegherà questo giuramento, sarà per noi e per gli
angeli, rinnegato. Niente per noi, Signore niente per noi, ma per la sola
gloria del Tuo nome.

*LA VERA MASSONERIA 5

LA VERA MASSONERIA
del Principe Di Gregorio del Sacro Romano Impero
Leo Lyon Zagami
Cavaliere della Stella di Misraim

Capitolo V

IL PAPA

Da I Dogma e Rituali dell’Alta Magia del Fratello della Vera Massoneria
Eliphas Levi:

Grande è chi arriva a tempo e sa innovare a proposito. Voltaire, al tempo
degli apostoli, non avrebbe trovato eco delle sue parole e forse non sarebbe
stato che un ingegnoso parassita dei festini di Trimalcione. Nel momento
attuale tutto è pronto per una nuova esplosione di entusiasmo evengelico e
di disinteresse cristiano, precisamente a causa dello scetticismo
universale, del positivismo egoista e del publico cinismo per gli interessi
più grossolani. Il successo di certi libri e le tendenze mistiche degli
spiriti sono sintomi equivoci di questa generale disposizione. Si restaurano
le chiese, e delle nuove se ne costruiscono; più ci si sente vuoti di
credenze e più si spera; il mondo intero attende un’altra volta il Messia
che non può tardare a venire. Si trovi un uomo in posizione eccelsa, per
nascita o per fortuna, un Re o un Papa, o magari un ricco Ebreo; sacrifichi
questi pubblicamente e solennemente tutti i suoi interessi materiali alla
salvezza dell’umanità, si faccia redentore dei poveri, propagatore e vittima
di dottrine di abnegazione e di carità, e attorno a lui si formerà un
concorso immenso, si produrrà una rivoluzione morale completa nella umanità.
Ma l’alto rango di simile personaggio è necessario più di ogni cosa poiché
nei nostri tempi di miseria e di ciarlatanismo, ogni Verbo che sorga dal
basso è sospetto di ambizione o di malizia interessata. Voi dunque, che
nulla siete e nulla avete, non sperate di essere mai né degli apostoli né
dei Messia! Se avete la fede, e volete agire in ragione della vostra fede,
cominciate col conquistarvi i mezzi di azione e cioè l’influenza della
posizione e il prestigio della fortuna. Una volta facevasi l’oro con la
scienza, ora si deve fare la scienza con l’oro. Si fissò il volatile, ora si
deve volatilizzare lo stabile; in altri termini, se un tempo si materializzò
lo spirito, ora si deve spiritualizzare la materia. Il Verbo più sublime non
sarebbe ascoltato nei giorni nostri se non si bandisse sotto l’egida di un
nome, cioè di un successo che rappresenti un valore materiale. Quanto vale
un manoscritto? Quanto vale in libreria la firma del suo autore.

Se Dumas (oppure Dan Brown ai giorni nostri) trovasse una magnifica utopia o
una soluzione ammirabile del problema religioso, le sue scoperte sarebbero
considerate solo come i capricci di un romanziere, e nessuno le prenderebbe
sul serio malgrado la celebrità europea del Panurgo della letteratura
moderna.

Siamo nel secolo delle posizioni aquisite, ognuno vale secondo quello che è
nella società e nel commercio. La illimitata libertà di parola ha fatto sì
che non si domandi più: “che cosa si dice?”, ma chi sia che lo dice. Se è un
Rothschild, o S.S.Pio IX, o anche monsignor Dupanloup, la sua parola ha un
valore; se è invece un Tizio qualunque, fosse pure un prodigio ancora ignoto
di genio di scienza o di buon senso, ciò che potrebbe anche essere, non vale
nulla. A coloro che mi domandassero: se hai il segreto dei grandi successi e
la forza di cambiare il mondo perché non te ne servi?
Io risponderei: a me questa scienza è giunta troppo tardi e, per acquisirla,
ho perduto il tempo e le risorse che forse mi avrebbero posto in grado di
usarne; ma Io la dono a coloro che di servisene sono in grado. Uomini
illustri e ricchi, grandi del mondo, che di quello che avete non siete
soddisfatti, che vi sentite in cuore una più nobile e vasta ambizione,
volete essere i padri di un mondo nuovo? I Re di una civiltà ringiovanita?
Un sapiente povero ed oscuro ha trovato la leva di Archimede e ve la offre
per il bene dell’umanità senza nulla chiedere in cambio! I fenomeni che
ultimamente hanno agitato l’America e l’Europa, a proposito delle tavole
parlanti e delle manifestazioni fluidiche, non sono che correnti magnetiche
in via di formazione, sollecitazioni della natura che ci invita, per la
salvezza dell’umanità, a ricostruire delle grandi catene religiose e
simpatiche. (in questo periodo si inizieranno a manifestare quei fenomeni
medianici che in America determinarono in un certo modo, il sorgere della
Società Teosofica e l’immensa diffusione dello Spiritismo di Allan Kardec
che, nel 1861, vide 300 dei suoi libri bruciati in piazza a Barcellona per
Ordine del Santo Uffizio.) Un ristagno della luce astrale sarebbe la morte
del genere umano, e i torpori di questo agente segreto si sono manifestati
con degli spaventosi sintomi di decomposizione e di morte. Il cholera
morbus, ad esempio, le malattie della patata e dell’uva, non hanno altra
causa che questa, come oscuratamente l’hanno simbolicamente veduto in
visione due pastorelli della Salette (il 19 Settembre 1846 due pastorelli di
“La salette” nel Delfinato, ebbero la visione della Vergine).
FRATER ELIPHAS LEVI DELLA SOCIETA’ DEGLI ILLUMINATI DELLA R+C+ Membro
onorario del Metropolitan Grand College della SRIA in Londra.

Dall’uomo come il Creatore della Sua Storia, di Erich Fromm in ‘Voi sarete
come Dei’, un’interpretazione radicale del Vecchio Testamento e della sua
tradizione: Con la morte di Mosè era fallita la rivoluzione contro la
schiavitù e contro l’idolatria. L’ansia di certezza e di sottomissione agli
idoli dell’uomo, si era dimostrata più forte della sua fede in nel Dio
inconoscibile e del suo desiderio di libertà. Ma perché questo fallimento
era necessario? Dio poteva salvare l’uomo cambiando il suo cuore con un atto
di grazia. Questo problema tocca il principio storico fondamentale biblico e
post-biblico. Si tratta del principio secondo cui l’uomo fa propria la
storia e Dio non interferisce con un atto di grazia o di coercizione; Egli
non cambia la natura dell’uomo, né il suo cuore. Se Dio avesse voluto,
avrebbe potuto cambiare il cuore di Adamo ed Eva e impedire la loro
‘caduta’; se avesse voluto, avrebbe potuto cambiare il cuore del Faraone,
invece di permettere che si indurisse; avrebbe potuto cambiare il cuore
degli ebrei, ed essi non avrebbero adorato il Vitello d’oro e non sarebbero
ricaduti in un altra idolatria dopo la conquista della terra promessa.
Perché Dio non lo fece? Gli mancava il potere? C’è solo un’unica ragione che
può spiegarlo: l’uomo è libero di scegliere la sua strada e tuttavia deve
accettare le conseguenze della sua scelta. Questo principio è forse
contraddetto dai miracoli di Dio in Egitto. Ma essi non sono essenziali:
sono, come ho sottolineato prima, strumenti tattici destinati a
impressionare gli Egiziani come gli ebrei. Non sono miracoli che salvano
l’uomo, che cambiano il suo cuore , trasformano la sua sostanza, ma sono il
tipo di aiuto che un potente signore darebbe ai suoi deboli alleati. (ERIC
FROMM)
Su una delle braccia dell’androgino di Enrico Kunrath si legge questa
parola: Coagula; sull’altra, Solve.

La Vera Massoneria è quella trasmessa da Dio ad Abramo quando lo chiamò una
notte e disse: “Guarda il cielo e conta le stelle, se sei capace di
numerarle”, “cosi sarà la tua progenie” (Genesi XV,5) Poiché tuo è il regno
e la potenza e la gloria in sempiterno, Amen. (Vangelo di San Matteo
versione Greca)

LE REGOLE

“Fratelli di ogni fede, sarete accolti liberamente con l’unica condizione
che crediate all’immortalità dell’anima !
Tutti gli uomini che negano la divinità e l’immortalità dell’anima sono ai
nostri occhi non solamente dei profani, ma scellerati. Esiste un solo Essere
Supremo, un solo Dio eterno; Egli è tutto, ed è l’unico che deve essere
servito e amato. Tutte le nostre azioni, tutti i misteri e i passi hanno un
solo fine di glorificare Dio e di penetrare nei segreti della natura.”
(REGOLE DI ADESIONE ALLA MASSONERIA EGIZIA DEL CONTE DI CAGLIOSTRO E
SUPERIORE INCOGNITO DELLA VERA MASSONERIA)

*LA VERA MASSONERIA 6

LA VERA MASSONERIA
del Principe Di Gregorio del Sacro Romano Impero
Leo Lyon Zagami
Cavaliere della Stella di Misraim

Capitolo VI

IL SOLE

Leonem tuum in Oriente queras: e come il celeste Leone ?casa del celeste
Sole, cos?il magico Leon nostro ?parimenti casa del Sole elementare: ?la
base dell’eroico magistero, e dell’humana sapienza; s?come la misteriosa
Cabala scopre, mentre ci fa vedere, che si fatto nome Leo, altro non
inferisce, che Lumen Elementis Oriens (LEO) egli adunque ?il lume, o
vogliam dire la luce della Natura.
(da: IL MONDO MAGICO DEGLI EROI di Cesare della Riviera 1605)

“La gioia sublime della Coscienza Cosmica, l’illuminazione Divina, non
possono essere conosciute che per esperienza; e coloro che nei secoli
passati sono giunti a quel contatto, hanno scritto centinaia di volumi
contenenti affascinanti descrizioni, come per invitare il cercatore sul
sentiero ad essere paziente e a perseverare nel suo viaggio verso il Fine”
(Frater Superior H. Spencer Lewis Imperator dell’Ordine Rosi-Cruciano
A.M.O.R.C.)

L’Illuminato ?per definizione colui il quale ?stato oggetto di
un’illuminazione che lo ha portato successivamente ad accogliere in se una
luce divina usando quella che gli alchimisti definivano l’Arte di trasmutare
i metalli vili in Oro. Soltanto che l’Oro degli alchimisti non ha corso sui
mercati, forse perch?sfugge ad ogni valutazione, ma sopratutto perch??una
strana qualit?di oro che non si vede. A dare una bibliografia anche
sommaria in rapporto all’alchimia, ci vorrebbe tutto un volume. Perci? per
quanto riguarda gli antichi, mi limito a ricordare S. Tommaso d’Aquino,
N.Flamel, Ruggero Bacone, Boeheme, il Cosmopolita, Kunrath, Paracelso,
Raimondo Lullo, ecc, ecc, e la famosa raccolta del sec.XVII Theatrum
Chemicum, la quale contiene quasi tutte le opere e monografie attinenti
all’Alchimia Europea di allora, ispirate dai Maestri Invisibili della
Societ?degli Illuminati della Rosa+Croce d’Oro da noi gi?menzionati come
rappresentanti legittimi e Reali della massima espressione Iniziatica
Occidentale, tradizione intimanente legata al mondo dei Sufi come a quello
dei Rabbini della Cabala Ebraica perch?Dio ?uno e la sua Scienza ?la
Medicina Universale che non ha confini e si comunica solamente con uno
spirito puro: quello del Vero Illuminato.

Il grande Rosa+Croce Sardo Vincenzo Soro, rappresentante della Vera
Massoneria, scriveva a proposito dell’Alchimia in una sua appendice a un
Opera Curiosa del Secolo XVIII: “Alchimia dunque, buona gente non iniziata,
vuol dire spiritualizzazione della materia. Alchimia vuol dire dottrina di
Ermete; ed ?la Grande Arte Sacerdotale che dall’Universit?dei Magi di
Atlantide pass?all’India mistica con l’iniziatore Ram; e dall’India giunse
al Medioevo Cristiano attraverso tutta una catena di sacerdoti di Brahma e
di monaci buddisti, di Kabbalisti ebrei e di Sufi, di Gnostici e di
Crociati, di Joanniti e di Templari. Gi?figli di Ermete, i Fedeli Custodi
del Sacro Tesoro potevano ormai dirsi figli del Maestro Ges? figli di Colui
che sull’Antico simbolo iniziatico della Croce aveva compiuto la Grande
Opera di riabilitazione umana. Ma nel Medioevo Cattolico il dolce mistico
Agnello era stato ricrocifisso dai truculenti pastori, e la Lupa mitrata
guatava, ebbra di dominio, coi rossi occhi sospettosi, pronta a ghermire e
sbranare chi le attaversasse la strada. Allora i figli di Ermete discepoli
di Ges?cambiarono nome; e per sottrarre ai roghi il tesoro di cui erano
depositari (il Santo Graal),lo avvolsero accuratamente in misteriose bende.
Cos?quello che era in realt?evoluzione del mondo e dell’uomo attraverso
reincarnazioni successive, quello che era l’anima per la Grande Comunione
Mistica, fu rappresentato sotto il simbolo dell’evoluzione dei metalli: e
l’Alchimia vel?la Gnosi, come qualche secolo pi?tardi doveva velarla il
simbolismo ingenuo dei Liberi Muratori. Ma tutte le allegorie hanno
necessariamente una chiave: la chiave dell’Alchimia fu dunque la Tavola di
Smeraldo di Ermete Trismegisto”

Dalla prima Tavola dei segreti di Ermete: “E’ vero senza menzogna, ?certo
e verissimo che ci?che ?in basso e come ci?che ?in alto, e ci?che ?in
alto ?come ci?che ?in basso, per compiere i miracoli della Cosa-Una”.

Nel capitolo precedente abbiamo accennato ad un episodio molto importante
nella vita del grande iniziato della Rosa+Croce Eliphas Levi, si tratta
delle profezie fatte a due pastorelli dalla Vergine Maria durante una sua
apparizione a La Salette in Francia il 19 Settembre del 1846, ne riportiamo
la fine: “La Chiesa verr?distrutta, il mondo piomber?nella costernazione.
Ma ecco Enoch ed Elia, pervasi dallo Spirito Divino, predicare con la forza
di Dio stesso… Maledizione agli abitanti della Terra! Vi sarannno guerre
sanguinose e carestie, epidemie; alluvioni e spaventose invasioni di
animali; fulmini che distruggeranno le citt?e terremoti che inghiottiranno
paesi interi; si sentiranno delle grida per l’aria; gli uomini batteranno la
testa contro i muri, invocando la morte, ma da un altro lato la morte sar?
un supplizio; dappertutto sar?sangue… il tempo ?venuto: si oscurer?il
cielo, solo la fede sopravviver? Il tempo ?venuto: si spalanca l’abisso.
Ecco il Re delle tenebre. Ecco la bestia con i suoi sudditi, che si proclama
il salvatore dell’universo. Si innalzer?orgogliosamente nell’aria per
salire fino al cielo, ma sar?soffocato dal soffio dell’Arcangelo Michele.
Ricadr?gi?e la Terra, che per tre giorni avr?subito continue evoluzioni,
aprir?le sue viscere piene di fuoco ed egli scomparir?per sempre con i
suoi sudditi nel baratro dell’inferno”.

Per capire l’importanza di questa rivelazione messianica fino in fondo,
dobbiamo studiare attentamente un altro testo di Eliphas Levi del 1860, che
si chiama “Gli Spiriti”, copiato originariamente nel 1861 per l’uso
esclusivo e personale di un alto dignitario degli Illuminati della R+C, il
Barone Spedalieri, a cui il Fratello Eliphas Levi dona inoltre le sue Chiavi
Maggiori e Clavicole di Salomone.

GLI SPIRITI

Gli spiriti sono delle intelligenze secondarie o create. Sono di tre specie:
i fissi, gli erranti e i misti. I fissi sono spiriti affrancati dalle leggi
che reggono la materia. Gli erranti sono quelli che fluttuano nella luce
astrale. I misti sono degli erranti che agiscono e sono arrivati a fissarsi
parzialmente. Tra i fissi, si possono distinguere i purissimi, i pi?puri e
i puri. Tra i misti, i dominanti, i militanti ed i dominati. Tra gli
erranti, le guide, gli inconstanti e i trascinati. I fissi sono gli angeli.
I misti sono gli uomini intelligenti. Gli erranti gli uomini bestiali.
Gli spiriti si attirano e si governano gerarchicamente l’un con l’altro. Si
uniscono in catene o cerchi.

Entrare in un cerchio e come giurare con gli spiriti del cerchio.
Scongiurando gli spiriti superiori, bisogna darsi ad essi; per scongiurare
per mezzo di evocazioni gli spiriti inferiori, bisogna obbligarli a darsi a
noi. Si evocano gli spiriti superiori facendo loro dei sacrifici o
piuttosto li si impegna in questo modo ad evocarci. Si evocano gli spiriti
inferiori lusingando le loro cupidigie o le loro attrattive. Le parole sono
soltanto formule che servono a fissare la volont? Gli spiriti inferiori
all’uomo sono gli spiriti elementari o gli erranti dell’ordine pi?basso.
Sono quelli che gli antichi teurgi chiamavano demoni. Questi demoni sono
mortali e cercano di vivere a nostre spese: ricercano le effusioni
spermatiche e sanguigne, i fumi delle carni, gli involucri vuoti e temono la
punta delle spade. La gerarchia degli spiriti ?infinita. Essa comincia da
Dio nel quale nulla ha inizio e cio?questa gerarchia non ha inizio. Gli
astri hanno delle anime astrali, i soli delle anime solari e gli universi
sono retti dagli egregori. Gli Egregori sono degli Eloim viventi, gli dei
che sono in Dio. La vita degli spiriti ?un ascensione e una mutazione
continua, essi salgono e ridiscendono sulla grande scala simbolica di
Giacobbe. Gli angeli o governatori spirituali degli astri, si elevano al
governo dei soli e sono rimpiazzati dai capi delle anime. I capi delle anime
sono i re successivi dell’umanit? Il capo delle anime della terra ha il
nome di Metatron-Sarpanim. Dopo Enoch a regnato Mos? Dopo Mos? Elia. dopo
Elia, Ges? Tutti i Metatron devono avere due regni ed essi tornano sulla
terra dopo aver percorso tutti i globi del nostro sistema solare. E’ per
questo che il ritorno di Enoch e di Elia preceder?il secondo avvento di
Ges? Nella sua prima venuta, Ges?si ?rivelato come pontefice. Nella sua
seconda venuta si riveler?come Re. Egli ?stato Cristo. Dovr?essere il
Messia che gli Ebrei hanno ragione di attendere. E’ stato Enoch, sul Sinai,
a dare la legge divina a Mos? Sono stati Mos?ed Elia, sul Tabor, ad
insegnare a Ges?i grandi misteri della rivelazione Cristiana. Ges?ha
trasmesso l’iniziazione a San Giovanni Evengelista ed ?per ci?che questo
apostolo deve restare fino alla seconda venuta del Maestro. Al momento della
decomposizione, gli spiriti inferiori si manifestano come vermi sui
cadaveri. Li si evoca per mezzo della corruzione e facendosi divorare da
essi. Sono i vampiri delle anime malsane. Questa decomposizione precede e
annuncia sempre la venuta sulla terra di uno spirito rigeneratore nella
persona del Metatron solare. Le tavole parlanti e gli spiriti battenti hanno
annunciato il ritorno di Enoch. Egli torner?quando il papato avr?perduto
la sua autorit?nel mondo e le visioni cabalistiche risplenderanno.
L’avvento di Elia seguir?subito dopo quello di Enoch, poi Ges?Salvatore
del mondo torner?una seconda volta. Sar?preceduto dall’AntiCristo la cui
missione sar?quellla di preparare il grande Impero temporale del rivelatore
del Vangelo. La luce astrale pullula di spiriti elementari: ?una nuova
creazione che si prepara. Gi?le chiavi di Salomone sono ritrovate e i
misteri dell’Alta Massoneria sono spiegati. Una scuola, i cui iniziati sono
ancora scuri e quasi invisibili, si sta formando nell’Impero Slavo, in
Germania e in Francia. In un secolo questa scuola conter?settemila adepti e
il suo ultimo Gran Maestro sar?Enoch. Enoch apparir?nell’anno duemila del
mondo Cristiano. Poi il Messianismo, di cui dovr?essere il precursore,
fiorir?sulla terra durante mille anni. Queste previsioni sono il riassunto
di tutte le profezie e di tutti i calcoli Cabalistici… esse devono essere
tenute segrete per non esporre alle profanazioni dell’ignoranza le fatiche
pi?rispettabili del genio umano e della scienza divinatrice.

ELIPHAS LEVI,Parigi 1860

Il Fratello illuminato Alphonse-Louis Constant, alias Eliphas Levi, il 14
Marzo 1861 dopo aver elaborato queste rivelazioni per il suo circolo interno
degli Illuminati della R+C, decise di farsi iniziare alla Massoneria
Speculativa di allora, entrando cosi a far parte per breve tempo della
Loggia Rose du parfait Silence del Grande Oriente di Francia, ma Eliphas ne
usci quasi subito disgustato e deluso, il 21 Agosto dello stesso anno, dopo
aver ottenuto il grado di Maestro Massone, per delle incomprensioni e delle
gelosie interne alla loggia, incomprensioni nate da un suo eccellente
intervento oratorio dedicato ai misteri dell’iniziazione e L’Etoile
Flamboyant… “poveri sciocchi e falsi iniziati i Fratelli della Loggia du
parfait Silence perch?non sanno quel che fanno”…

Quello che gli storici non sapranno mai ?che al Fratello Eliphas Levi era
stata affidata in gran segreto una missione importantissima dai Maestri
Invisibili degli Illuminati della R+C, una missione per la salvezza del
Grande Oriente di Francia che di l?a poco avrebbe perso la regolarit?e la
credenza nel Grande Architetto dell’Universo. Un evento che avrebbe
purtroppo dato il via agli atei in loggia. Il Grande Oriente di Francia con
questo atto di belligeranza verso la Vera Massoneria, commette una tragedia
di immense proporzioni per la Societ?contemporanea e la Massoneria
Universale, Massoneria che fino ad allora aveva vissuto nella regolarit?e
rispettato i Landmarks originali scritti dal Reverendo Anderson, Landmarks
che non avrebbero mai permesso l’entrata nel Tempio a degli stupidi atei.

Il Fratello Eliphas Levi si propose allora in Loggia con le seguenti parole:
“Io vengo qui per riportarvi le vostre tradizioni perdute, la conoscenza
esatta dei vostri segni e dei vostri simboli, e successivamente mostrarvi lo
scopo reale per cui siete stati costituiti” Fr. Caubet, Souvenirs
(1860-1889), Parigi 1893

Ma il Grande Oriente di Francia di allora, gi?compromesso e in mano a degli
scellerati, non riusc?a capire l’importanza della missione rigenerativa del
Fr.Eliphas Levi che si trov?purtroppo circondato da Fratelli atei ed
elementi di basso livello che nulla sapevano di Vera Massoneria, cos?come ?
successo anche ai giorni nostri ad un altro grande scrittore e studioso
contemporaneo di Alchimia: il Fratello Tobias Churton co-fondatore della
celebre rivista Freemasonry Today e autore di numerosi libri di altissimo
livello sulla Massoneria, i Rosa+Croce ed Elias Ashmole. Egli, deluso dalla
condizione attuale della Massoneria Anglo-Sassone, moll?di punto in bianco
una delle pi?prestigiose Logge della Gran Loggia Unita d’Inghilterra, la
Kirby Lodge 2818, ma il Fr.Tobias Churton lo fece con stile: mettendosi una
camicia nera per protesta nella sua ultima tornata storica a Great Queen
Street prima di mandarli tutti a quel paese…

Un vero Illuminato il nostro carissimo Fratello Tobias Churton autore
dell’eccellente libro The Golden Builders dedicato a uno studio approfondito
sulla Vera Massoneria. Egli ?inoltre regista di un bellissimo film dedicato
alla figura importantissima di un altro Fratello illustre della Vera
Massoneria, l’illuminatissimo e Potentissimo Fratello Elias Ashmole, della
Royal Society, sul cui diario troviamo una delle prime testimonianze in
assoluto sulla massoneria speculativa in cui fu iniziato regolarmente
nell’ottobre 1646 a Warrington.

Un Alchimista sa bene cosa sta a significare il colore nero, ma i Fratelli
ignoranti della Loggia Kirby 2818 accusarono allora il Fr.Tobias di essere
addirittura un Mago nero, e sto parlando di un episodio accaduto negli anni
’90… di nuovo caccia alle streghe? Un altra situazione di grande
difficolt?per gli Illuminati contemporanei si sta vivendo in questo periodo
nel Regno Unito, con il Supremo Mago John Paternoster che, dopo un articolo
rivelatore su Oracle publicato dalla nota libreria Atlantis di Museum
Steeet, si deve ora difendere dagli attacchi interni di alcuni membri della
sua Societ?che non riescono a digerire oggigiorno un ritorno alle radici
pi?autentiche della loro tradizione. Una scuola quella della SRIA che
risulta ormai infestata da satanisti e perditempo di ogni tipo, come ?
risultato dalle recenti espulsioni effettuate dalla SRIA nei confronti di
infiltrati dell’Ordo Templi Orientis Caliphate, un pericoloso Ordine
Contro-iniziatico di origine spuria legato al satanismo internazionale, che
ha cercato inutilmente negli ultimi anni di infiltrare e danneggiare il
lavoro dei veri Illuminati della R+C, anche se ricordiamo che le iniziazioni
che vengono dal basso, quelle che il Fr. Rene Guenon defin?giustamente
Contro-Iniziazioni, hanno comunque una loro funzione rigeneratrice
all’interno Grande Opera. Speriamo quindi che il nostro Supremo Mago John
Paternoster sappia riportare al pi?presto sulla retta via gli Illuminati
della SRIA, una Societ?di Illuminati di altissimo livello che in passato ha
avuto molta importanza nel mondo iniziatico Occidentale. Non dimentichiamoci
che la Golden Dawn nasce infatti da una costola della SRIA, fedele custode
della Tradizione Rosa+Croce sul suolo Britannico e non solo.

*LA VERA MASSONERIA 7

LA VERA MASSONERIA
del Principe Di Gregorio del Sacro Romano Impero
Leo Lyon Zagami
Cavaliere della Stella di Misraim

Capitolo VII

IL CARRO DEL GIUDICE

il ritorno di
FRATER PETRUS ROMANUS

IN PERSECUTIONE EXTREMA SACRAE ROMANAE ECCLESIE SEDEBIT PETRUS ROMANUS QUI
PASCET OVES IN MULTIS TRIBULATIONIBUS; QUIBUS TRANSACTIS, CIVITAS
SEPTICOLLIS DIVERTUR; ET JUDEX TREMENDUS JUDUCABIT POPULUM.

Durante l’ultima persecuzione della Santa Romana Chiesa, siederà Pietro il
Romano, che pascerà il suo gregge tra molte tribolazioni; quando queste
saranno terminate la città dei sette colli sarà distrutta, ed il temibile
giudice giudicherà il suo popolo.

E allora perché non ricordarsi, in questa occasione, queste splendide parole
di sua Santità l’attore degli illuminati Giovanni Paolo II alla sua
amatissima città di Roma:

DAMOSE DA FA’, SEMO DE ROMA!

SAN MALACHIA

Il nobile Irlandese da noi conosciuto come San Malachia autore di queste
profezie nacque in Irlanda ad Armagh nel 1094 e morì nel 1148 a Chiaravalle
presso il suo amico, confidente e collega, San Bernardo, colui che ha
redatto e influenzato la Regola dell’Ordine del Tempio approvata dal
Concilio di Troyes il 13 Gennaio dell’anno 1129. Fino ad allora i Templari
avevano vissuto secondo la Regola di San Agostino, Regola che introduce il
concetto, poi ripreso da San Bernardo, di guerra giusta. San Bernardo e i
Cistercensi vogliono riportare il monasticismo alle sue radici e per questo
si ispirano alla Regola di San Benedetto, considerandosi allora i
continuatori più ortodossi del monachesimo Occidentale nato sei secoli prima
con San Benedetto a Subiaco.

ORDINE SEGRETO DI SAN BENEDETTO

San Benedetto naque verso il 480 a Norcia in Umbria da nobile famiglia. A
Roma compì i primi studi, poi, inorridito dalla corruzione romana, si ritirò
ad Enfide, l’odierna Affile, tra i monti Simbruini dove, nella Chiesa di
S.Pietro, continuò gli studi in una vita di rigorosa disciplina ascetica.
Sui vent’anni si rifugio a Subiaco, conducendo vita da eremita per tre
lunghi anni in una grotta, allora orrenda, conosciuta ora come Sacro Speco.
In seguito a Subiaco San Benedetto fondò la sua prima comunità monastica e
il primo Monastero di San Clemente, un Monastero creato utilizzando un
fabbricato della famosa Villa del primo AntiCristo, il temutissimo
Imperatore Nerone, il cui nome troviamo cabalisticamente nascosto
nell’Apocalisse di San Giovanni, come 666 (GEMATRIA).

San Benedetto, uomo erudito e colto, sapeva bene quello che stava cercando e
dove trovarlo, ed è da questo incontro/sfida a Subiaco con le forze del male
rappresentate dallo spirito ancora vivo del Diavolo della Roma Imperiale,
che nasce il Monachesimo Benedettino, sintesi di una visione ascetica di
livello superiore che cerca di far ritornare alle origini una Chiesa
Cristiana che a Roma, già dal tempo del consiglio di Nicea, non rifletteva
più i veri insegnamenti del Maestro Gesù. l’Ordine Segreto di San Benedetto
nasce quindi parallelamente all’Ordine Benedettino, è nascosto dalla temuta
e perfida gerarchia della Chiesa di Roma all’alba del monachesimo
Occidentale. L’Ordine Segreto di San Benedetto nasce per proteggere in gran
segreto sia l’Ordine Benedettino che i veri insegnamenti nascosti
dell’Apocalisse di S.Giovanni, per contribuire così all’avvento del futuro
Messia, Re e Salvatore, che porterà se Dio vuole alla sconfitta definitiva
dell’Impero del Male. Tale Ordine segretissimo in cui si troverebbero
tuttora personaggi di spicco della zona Sublacense, si incontra da tempo
immemorabile e lontano da occhi indiscreti in un luogo conosciuto dai locali
come Monte Crocella. Questa località impervia e assai remota si trova non
lontano da Subiaco di fronte al Sacro Speco ed è facilmente riconoscibile
dalla Croce piantata sulla sua cima nel 1900 in occasione dell’anno
Giubilare. E furono proprio alcuni Frati dell’Ordine Benedettino legati
segretamente all’Ordine Segreto di San benedetto, che vollero portare sulle
proprie spalle in ricordo del Maestro Gesù questa pesantissima croce in rame
massiccio. Altro personaggio di rilievo che troviamo all’interno dell’Ordine
Segreto di San Benedetto è San Onorico, un asceta e un mistico di altissimo
livello che visse per la maggior parte della sua vita all’interno di
un’angusta caverna imitando il San Benedetto delle origini. Onorico era
vissuto con delle privazioni allucinanti che fecero scalpore nella Chiesa
Cattolica di allora, fino a quando il Papa stesso non andò a trovarlo per
convincerlo di trascorrere gli ultimi anni della sua vita in maniera un
pochino più rilassata al vicino Sacro Speco di S.Benedetto.

Era un offerta che Onorico non poté rifiutare, ma aggiunse: “Santo Padre Io
mangierò solo qualche verdurina cotta e un bicchiere di vino al mese”. Molte
ricerche sono state fatte dal sottoscritto nel Sublacenze per individuare
questa sua grotta, e da parte di storici e religiosi legati al Vaticano, ma
non si è ancora riusciti a trovare quella che in realtà era divenuto in
seguito un luogo di grande rispetto e culto per l’Ordine Segreto di San
Benedetto. Dei rituali e delle strane pratiche svolte sul Monte Crocella
dall’Ordine Segreto di San Benedetto non si sa quasi nulla nel mondo
profano, a parte quello che viene sporadicamente riferito dagli abitanti del
luogo su di una “misteriosa setta” di cui sono state riportate numerose
traccie degli strani rituali effettuati regolarmente su Monte Crocella. Ma
gli abitanti del luogo preferiscono non parlarne apertamente “agli stranieri
” temendo una possibile vendetta dell’Ordine, e avendo da sempre una gran
paura e un grande rispetto per questo tipo di cose in un luogo
Cattolicissimo come Subiaco, preferiscono starne alla larga. Quel poco che
sappiamo sul valore iniziatico e misterico dell’Ordine Segreto di San
Benedetto ci è stato comunicato da uno dei suoi membri attuali, un anziano
parroco del luogo molto conosciuto a livello locale per le sue eterne
dissertazioni sulla Divina Commedia, che ci ha confidato l’importanza del
Sacro Speco nel complesso simbolismo di questo Ordine segreto. Egli, da buon
ex-preside di un liceo Classico locale, ci ha pregato di studiarlo con cura
se volevamo iniziare a comprendere i Sacri misteri dell’Ordine Segreto di
San Benedetto, misteri legati all’Apocalisse e al Fac Bonum, il Suggello
mistico di San Benedetto che troviamo su uno dei muri all’interno del Sacro
Speco.

In San Benedetto, come in Sant’Agostino, di cui è su tal punto l’erede
spirituale, noi assistiamo alla fusione di due obiettivi mistici: “Deverto a
malo et fac bonum”, “Allontanati dal male e fa il bene”, consiglio sublime
dato come mezzo non solo per evitare le vibrazioni nocive, ma anche per
creare in sé e attorno a sé un equilibrio generatore di chiarezza celeste.

FAC BONUM (Fa il bene) ordina il Santo.

All’interno del Sacro Speco troviamo sulla nostra sinistra nascosto in un
angusto passaggio la figura misteriosa di Lucifero, egli si dimostra sereno
ma rassegnato nella sua espressione che è diretta verso una grata da cui
possiamo scrutare l’altare e la Cappella del piano inferiore dove viene
celebrata la Santa Messa. Il suo sembrerebbe un atteggiamento da prigioniero
in contemplazione. Poi, quando scendiamo nella Capella al piano inferiore,
ci troviamo di fronte le figure dei quattro animali simbolici
dell’Apocalisse: il Leone, il Vitello, l’Aquila e l’uomo che, secondo la
Tradizione, sono correlati ai 4 Cavalieri dell’Apocalisse e ai 4
Evangelisti.
Così, ad esempio, Gregorio Magno commenta i 4 animali nella sua Omelia IV su
Ezechiele:

“Gli esseri viventi alati vengono definiti con esattezza per mezzo dello
Spirito Santo della profezia, affinché l’esattezza medesima della
definizione ci riveli per mezzo di essi le persone degli Evangelisti, e la
parola di Dio non lasci alcun dubbio alla nostra interpretazione. Ecco
infatti che cosa si dice: I loro volti assomigliavano a una faccia d’uomo;
tutti e quattro avevano, a destra una faccia di leone, a sinistra una faccia
di toro, e tutti e quattro avevano una faccia d’aquila.”

Che questi quattro esseri viventi alati simboleggino i santi quattro
Evangelisti, lo attestano le introduzioni stesse dei singoli libri del
Vangelo. Matteo giustamente viene simboleggiato da una figura d’uomo perché
si rifà all’origine umana di Gesù; Marco dal leone a motivo del grido nel
deserto; Luca dal vitello perché prende le mosse da un sacrificio; Giovanni
è simboleggiato dall’aquila perché egli esordisce con la divinità del Verbo.
Egli dice:”In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio, e il Verbo
era Dio”, mentre fissa lo sguardo nella sostanza stessa della divinità,
quasi come l’aquila fissa gli occhi nel sole. Ma poiché tutti gli eletti
sono membra del nostro Redentore, e il nostro Redentore è il capo di tutti
gli eletti, per il fatto che sono adombrate le sue membra, niente impedisce
che anch’egli sia raffigurato in esse. Egli infatti, il Figlio unigenito di
Dio, si è fatto veramente uomo, egli si è degnato morire come vitello nel
sacrificio della nostra redenzione, egli è risuscitato come leone in virtù
della sua forza. Al leone non è consentito di dormire con gli occhi aperti,
perché nella morte stessa in cui come uomo il nostro Redentore poté
addormentarsi, come Dio, rimanendo immortale, rimase sveglio. Egli,
ascendendo al cielo dopo la sua risurrezione, fu elevato in alto come
aquila. Egli dunque è per noi tutto questo insieme: uomo per la sua nascita,
vitello per la sua morte, leone nella sua risurrezione, aquila nella sua
ascensione al cielo. Ma siccome, come abbiam già detto sopra, i quattro
esseri viventi simboleggiano i quattro Evangelisti e questi, con le loro
figure tutti gli uomini perfetti, ci rimane da far vedere come ciascun
eletto venga adombrato nella visione degli esseri viventi. Ciascun eletto ed
ogni uomo maturo nella via di Dio, è insieme uomo, vitello, leone e aquila.
L’uomo è un animale ragionevole. Il vitello di solito viene immolato nel
sacrificio. Il leone è un animale forte, come sta scritto: Il leone, il più
forte degli animali, non teme l’incontro di nessuno. L’aquila vola in alto e
fissa, senza batter ciglio, i raggi del sole. Così chi è maturo nella
ragione, è un uomo. E se mortifica se stesso da ogni piacere mondano, è un
vitello; e poiché, per questa sua mortificazione spontanea, possiede la
forza della sicurezza, per cui sta scritto: Il giusto è sicuro come il leone
che non ha paura di nulla, egli è un leone; siccome, poi, contempla in modo
sublime le realtà celesti ed eterne, è un’aquila. Perciò, se ogni giusto
diventa uomo in virtù della ragione, vitello in virtù del sacrificio della
sua mortificazione, leone per la forza della sicurezza, aquila per la
contemplazione, giustamente questi esseri viventi possono essere il simbolo
di ogni uomo perfetto. Ecco perché ci proponiamo di dimostrare che quanto è
stato detto dei quattro esseri viventi, può essere applicato ai singoli
uomini perfetti.

L’apertura del quinto sigillo

Quando l’Agnello aprì il quinto sigillo, vidi sotto l’altare le anime di
coloro che furono immolati a causa della parola di Dio e della testimonianza
che gli avevano resa. E gridarono a gran voce: «Fino a quando, Sovrano, tu
che sei santo e verace, non farai giustizia e non vendicherai il nostro
sangue sopra gli abitanti della terra?». Allora venne data a ciascuno di
essi una veste candida e fu detto loro di pazientare ancora un poco, finché
fosse completo il numero dei loro compagni di servizio e dei loro fratelli
che dovevano essere uccisi come loro
(Ap 6,9-11).

Ricordatevi Fratelli e Dame dell’Ordine del Tempio, “Maria presiedette al
principio del nostro Ordine, ne presiede anche, se questa sarà la volontà
del Signore, la Fine”. Frase estratta dalla Regola dell’Ordine Templare di
San Bernardo da Chiaravalle che ci ricorda la nostra devozione alla Vergine
Santissima. San Bernardo era un Superiore Incognito della Vera Massoneria
cosi come lo era in Irlanda San Malachia.

Siamo al VII Capitolo del nostro percorso nella Vera Massoneria e Il numero
7 nell’opera liturgica di San Benedetto ha una grande importanza esoterica,
l’importanza esoterica del numero 7 è altamente attestata dal meraviglioso
Patriarca d’Occidente cosi come lo definiscono H. Durville e l’Abate Julio
nel libro PREGHIERE E SEGRETI DI ALTA MAGIA, un testo che consigliamo
vivamente ai nostri Fratelli e Sorelle Illuminati della “Grande Fratellanza
Bianca Universale” dove potrete trovare un autorevole interpretazione del
“divino messaggio”, ed è – a detta dello studioso Pier Luca Pierini R. delle
Edizioni Rebis di Viareggio – un punto di riferimento di prim’ordine e un
sicuro “faro” per tutte le coscienze assetate di verità. In questo preziosa
opera potrete trovare tra le tante cose di sicuro interesse per i praticanti
veri e sinceri dell’Arte Reale, un intero Capitolo dedicato al numero 7, un
mumero molto importante per noi Illunminati che viene riflesso nella
liturgia di San Benedetto, che divide il canto sacro in sette parti
puntualizzando, cosi, con un rito, sette volte ripreso durante la giornata,
l’unione dell’anima con Dio.

Concludiamo questo Capitolo con la voce del Padre Abate che si eleva, dopo
il canto del Magnificat, grave e solenne per dirci: “Perdonaci le nostre
offese come noi perdoniamo coloro che ci hanno offesi”. A Subiaco verremo
con umiltà a chiederti perdono nella tua sede Suprema o Santo Protettore
della nostra Europa.
Amen

*LA VERA MASSONERIA 8

LA VERA MASSONERIA
del Principe Di Gregorio del Sacro Romano Impero
Leo Lyon Zagami
Cavaliere della Stella di Misraim

Capitolo VIII

I MAESTRI INVISIBILI

Mi è riuscito di avere la relazione, ripulita nello stile, da persona di mia
conoscenza – scrive il compilatore – ma non mi è stato possibile di
prenderla dalle sue mani per mandarvela inclusa in questa lettera , appena
appena voleva lasciarmela copiare – si legge negli aneddoti della
Corrispondenza segreta sulla vita publica e privata del conte di Cagliostro,
con le sue avventure etc., stampati a Venezia in due volumi dall’Editore
Antonio Zappa nel 1791. In questa raccolta piuttosto rara., troviamo una
descrizione molto accurata del primo contatto che Cagliostro ebbe con i
Maestri Invisibili della Rosa+Croce in Inghilterra. Si tratta di un momento
rivelatore di grande importanza per la sua futura missione di Illuminato
della R+C , un episodio che vorremmo ora proporre per intero ai nostri
lettori più illuminati della R+C perché ci aiuta a capire meglio le origini
Sacre della Vera Massoneria, quella che in Inghilterra è legata ai grandi
Rosa+Croce, come Robert Flud o Sir Francis Bacon, autore
dell’importantissimo New Atlantis del 1626.

Cagliostro conosceva bene l’importanza che gli Illuminati della Rosa+Croce
Inglese (grandi e illustri alchimisti del loro tempo) avevano avuto nella
creazione della Massoneria Moderna o Speculativa, e sperava con i suoi
continui viaggi a Londra di poter eventualmente entrare in contatto con le
loro vere sorgenti iniziatiche. Una operazione metafisica abbastanza
complessa, ma non impossibile quando c’e’ di mezzo un vero Illuminato come
Cagliostro, e nel 1772, nell’antica foresta che si estendeva intorno a
Folkestone, nei pressi di Dover (importante sede attuale del Segretario
Generale dell’Alto Consiglio dei Liberi Muratori Inglesi, il Fr.Rui
Gabirro), Cagliostro si smarì ed ebbe quella che egli descrive come una
incredibile visione ad occhi aperti: Cagliostro si trovò circondato da
tenebre palpabili che durarono per ben due ore, teneva gli occhi chiusi per
timore che gli venisse “la gotta serena”. Un baleno improviso gli ferì la
vista, ma quali spaventosi oggetti in mezzo a quel chiarore si lasciarono
vedere. Ad ogni lampo, una nuova mostruosa figura si presentava dinanzi.
Vide distintamente il teschio di Medusa , la Sfinge, la Chimera,
l’ippogrifo, tanto che, atterito da tanti mostruosi spettri, si coperse gli
occhi con le mani gridando misericordia.
Una voce gli disse allora: “Non temere, Enoch e Elia saranno con te, tu sei
eletto a loro precursore!”
In un attimo tutta la sala fu ripiena di luci e Cagliostro conobbe il
sotterraneo, che era un luogo immenso. Nel fondo comparve un carro di fuoco
con due figure di luce assise sopra un serpente che teneva in bocca un pomo
trafitto da una freccia.
Cagliostro si protese dinnanzi ai due personaggi con la fronte fino a terra
dicendo: “Eccomi pronto ai vostri cenni, che debbo fare?” La voce si fece
di nuovo sentire e cosi parlò: “Tu non sei quel che credi e non credi quel
che farai”. Chi sono io dunque – rispose – degnatevi di svelarmi questo
mistero. Non è ancora tempo – disse la voce – il tempo si accosta, il tempo
verrà, il tempo non è ancora venuto. Vedrai visioni invisibili, comprenderai
arcani incompresibili e farai cose incredibili. Tu sei quel che sei, Enoch
ed Elia saranno con te.
Va’, torna, ritorna, opererai grandi portenti , i tuoi discepoli saranno più
numerosi delle dodici tribù. .Dai confini della terra usciranno le tue
meraviglie, Enoch ed Elia saranno teco e ti daranno il serpente con il pomo
trafitto per divisa di precursore, il tempo si accosta, il tempo verrà, il
tempo non è ancora giunto . Il ciclo si compirà, va’, torna e ritorna, sarai
potente in nome di Enoch e di Elia.

Misericordia – gridò Cagliostro – non capisco niente, non so dove ho da
andare, non so cosa ho da dire, chiunque incontrerò e mi sentirà parlare, mi
riderà in faccia. Se narrerò gli arcani che vedo, sarò schernito,
perseguitato, carcerato, e io ho una grande avversione per la prigione.
Vennero tre lampi più luminosi del solito, accmpagnati da un orribile
fragore che gli fece tremare le viscere in petto.La voce di prima , più
bassa, gli rispose : “Non temere, prendi il serpe con il pomo in bocca
trafitto e inghiottilo, diventerai ventriloquo, quando vorrai profetizzare
ti batterai il ventre dalla parte sinistra. Le tue viscere parleranno, lo
Spirito profetico uscirà da te, molti lo raccoglieranno e ti riguarderanno
come un grande Maestro.” Cagliostro ringraziò le due figure di Luce che gli
dissero di accostarsi , si avvicinò tremando e si prostrò, con la fronte a
terra. Le due figure di luce si alzarono, presero il serpente con il pomo
per la coda e glielo porsero, affinche’ mangiasse il pomo.. La testa del
serpente si aprì, lasciò cadere il pomo trafitto dalla freccia e strisciando
e sibilando, in mezzo ai lampi di fuoco, si allontanò, sparendo nel fondo
della spelonca. Cagliostro raccolse il pomo trafitto della freccia. Le
figure di Luce dissero poi: “Mangia quel pomo e và, torna e ritorna, saprai
gli arcani e entrerà nel tuo corpo tutta la Scienza degli Egizi, i maghi ti
riconosceranno per loro Maestro e i tuoi discepoli diverranno più numerosi
delle greggi di Cornovaglia.” Mangio’ il pomo e lo Spirito di Elia e di
Enoch lo irradiò. Fu trasportato nel Centro della Terra , visitò tutte
lecaverne e gli fu mostrata l’abitazione di Enoch e di Elia, che gli
dissero: “Tu hai mangiato il pomo trafitto dalla freccia, vedrai visioni
invisibili, il futuro sarà pet te come il presente e il passato sarà come se
non fosse stato”.

Enoch gli disse: “Io ti purificherò e sarai rigenerato, quelli che tu
vorrai rigenerare saranno rigenerati”. Lo gettò poi in un fiume di Fuoco
animico-spirituale, gli cavò le viscere e lo purificò. Fu rigenerato!

Elia poi lo prese per una mano e gli disse: Va, torna e ritorna ! Mancano
pochi anni, la tua divisa sara’ il serpe con il pomo in bocca trafitto dalla
freccia. Ti diranno tu non sei nato fra noi e tu risponderai : “Io son chi
sono!”.

Ecco, il potere di fare il Bene ti è stato dato, tu sarai l’amico degli
uomini , prolungherai la vita, soccorrerai l’indigenza. Tremarono le caverne
del Centro della Terra, il serpente strisciò per l’aere tartareo e
Cagliostro si trovò di nuovo nella foresta di Folkstone dove aveva lasciato
il suo cavallo. (Dal libro degli aneddoti segreti della vita privata di
Cagliostro, scritti da lui medesimo e pubblicati in due Volumi a Venezia,
nel 1791).

Miei cari Fratelli e Sorelle, notate ora l’importanza di questa visione alla
luce delle rivelazioni da me esposte precedentemente sui pastorelli di “La
Salette” e il trattato messianico sugli Spiriti di Eliphas Levi, e vi sarà
senz’altro più chiaro il lavoro dei Maestri Invisibili per il compimento
della Grande Opera della Vera Massoneria. Cagliostro ci svela, nel suo Rito
Egizio, che i padri fondatori della Vera Massoneria sono in realtà Enoch ed
Elia.

ENOCH

Enoch, patriarca biblico, costituisce il primo esempio in ambito
giudaico-cristiano. Figlio di Lared e padre di Matusalemme, Enoch è
un’importante figura della tradizione ebraica: assieme a Elia è l’unico
personaggio biblico di cui si dice che non è mai morto (gli Immortali).

In Genesi 5 si legge infatti: “L’intera vita di Enoch fu di 365 anni. Poi
Enoch camminò con Dio e non fu più perché Dio l’aveva preso”. Ancora nella
Cabala ebraica, a Enoch è associata e sovrapposta la figura dell’Arcangelo
Metatron. Poiché “Dio l’avevo preso” Enoch divenne un angelo straordinario
(Metatron) e inaugurò il modello dell’ascesa al cielo di Giacobbe (che
divenne Uriele) e di Elia (che divenne Sandalfon). Soprattutto nello Zohar
di Moses di Leon, Metatron è inteso come il più grande degli angeli, un
angelo diverso da tutti quelli che l’avevano preceduto nella tradizione
giudaica. Non è proprio un servitore di Jahvè, e nemmeno un suo messaggero;
è “il piccolo Jahvè”, la seconda potenza del cielo. Il suo status ontologico
è insieme divino e angelico, e rimanda agli Elohim, gli esseri divini nel
cui novero rientrava inizialmente Jahvè. Ma soprattutto, la fama di Enoch
non è dovuta alle esigue informazioni contenute nella Bibbia, bensì a una
serie di libri apocrifi, i cosiddetti Libri di Enoch, che offrono
rivelazioni sulla struttura del cosmo, sull’origine del male, sul rapporto
tra esseri umani ed entità angeliche o demoniache e, ovviamente, sulla fine
dei tempi. Oltre al canone biblico, la tradizione enochiana inizia dunque,
per noi, da quei frammenti di brani in greco e latino e da altri scoperti
nelle grotte di Qumran; passa attraverso la mistica ebraica, quella
musulmana e l’occultismo, fino alle nuove religioni dei giorni nostri che
spesso interpretano – in maniera forse troppo superficiale ed erronea – la
Tradizione Enochiana perché non iniziati ai misteri della Vera Massoneria e
alla divina investitura secondo l’ordine di Melchisedek.

Tratto dai libri “ Gli Eredi del Cenacolo “ e “Lo Scrigno dell’Islam”, di
Mario Madia. Nell’Apocalisse di Noè e Nascita di Melchisedek (una specie di
appendice nei libri di Enoch ) . Questa scrittura contiene la storia dei
primi discendenti di Enoch e la divina investitura secondo l’ordine di
Melchisedek. Primo eletto da Dio, fu il figlio di Enoch, Matusalemme. A lui
seguì Nir e dopo Nir apparve sulla terra il Verbo, il figlio di Dio fatto
uomo cioè Melchisedek, il Re vero: Vero Uomo-Vero Dio. Il nome Melchisedek
in aramaico significa Re (Melchi) Vero (Sedek).Nel libro dei Salmi, il
Melchisedek biblico, viene invocato come sacerdote di tutte le genti e come
colui che è fuori dal tempo (Salmi,CIX 5). I primi padri della chiesa,
Girolamo, Crisostomo e Cirillo d’Alessandria, identificano Melchisedek con
l’apparizione in forma umana della Terza persona della Trinità. Leggendo con
attenzione il manoscritto di Melchisedek, vedremo come questo ci racconta
ciò che avvenne dopo la morte di Enoch. Qui rimando il lettore all’opera
citata nel riferimento, poiché sarebbe dispersivo parlarne in questa sede,
ma riassumendo, nel sopraccitato manoscritto, viene rivelato come, dopo
Melchisedek, vi saranno altri 12 grandi sacerdoti che verranno al mondo
sempre per opera di Dio e in assenza di figura paterna. Altra peculiarità
del regale nascituro (secondo Pincherle), pare sia un sigillo divino
rilevabile all’altezza del petto. Tale evenienza la riscontriamo anche in
Isaia ( IX-5 ): “ Nasce il bambino, ci è regalato il figlio. Ha sul petto
il sigillo principesco ( Lo Šhin ? ) si chiamerà Mirabile consiglio “ (
Versione del Prof. Pincherle )
E ancora, il libro dei Salmi : “Nel segreto della stella del mattino, dal
grembo dell’aurora ti ho creato. Scendesti, dal mio seno, sulla terra, mia
tenera, mia giovane rugiada. Giura il Signore e mai si pente: Ti eleggo ora
eterno Sacerdote nel modo stesso come ho già eletto Melchisedek, Re vero”. (
Salmi,110 – 4 ) – versione Pincherle.
Versione canonica dei brani in commento “ Poiché un bambino è nato per noi,
ci è stato dato un figlio. Sulle sue spalle è il segno della sovranità,
ed è chiamato : Consigliere ammirabile “ ( Isaia IX – 5 ) – La Bibbia di
Gerusalemme – ed Paoline – EDB;
“ ..dal seno dell’aurora, come rugiada, io ti ho generato “ < Il Signore
ha giurato e non si pente : >?” Tu sei sacerdote per sempre al modo di
Melchisedek“ (Salmi 110 : 3, 4) – La Bibbia di Gerusalemme – ed. Paoline –
EDB.
Senza voler dare appoggio a nessuna delle due traduzioni, anche se non ci
fossero discrepanze nelle versioni citate, credo che esse possano senz’altro
ritenersi più espressioni simboliche che letterali, per cui non è
determinante stabilire quali delle due sia la traduzione più anatomicamente
attendibile.
C’è comunque da osservare e riconoscere che l’osservazione di Pincherle può
essere resa così più esplicita, nel contesto in cui egli inquadra il
fenomeno del concepimento divino, che riprenderemo in seguito. Dal Libro
dei segreti di Enoch, conosciuto anche come il Secondo libro di Enoch,
possiamo apprendere elementi davvero interessanti. Si riportano i paragrafi,
più salienti, dove si parla di Nir, fratello minore di Noè: III.
1 – La moglie di Nir, chiamata Sofonim, essendo sterile, non gli aveva
concepito alcun figlio.
2 – Sofonim è ormai vecchia e, pur avvicinandosi al giorno della sua morte,
concepisce un bambino nel suo utero .Nir, il Sacerdote, non si è più unito
con lei dal giorno in cui Dio lo aveva eletto suo Sacerdote davanti al
popolo .
Il manoscritto prosegue poi, trattando la gravidanza di Sofonim, vissuta
nell’angoscia, fino alle soglie del parto. Quando Nir si accorge
dell’accaduto, inveisce contro la moglie, non credendo alla sua purezza.
8 – Nir non crede a sua moglie e grida : “ Allontanati da me, altrimenti
ti farò del male e peccherò davanti al mio Signore ! “.
9 – Accade allora , non appena Nir ha finito di parlare, che Sofonim
precipita ai suoi piedi e muore. Superato lo sgomento, con l’aiuto del
fratello Noè, Nir compone la salma della moglie, ma accade che…
17 – Allora da solo nasce il bambino dalla morta Sofonim e le si stringe
sul letto, al suo fianco destro.Noè e Nir rientrano e vedono il bambino. Sta
accanto alla morta Sofonim e le accarezza le vesti.
19 – Noè e Nir lo osservano meglio. Ecco il sigillo sacerdotale appare sul
suo petto! La sua apparenza è gloriosa.
20 – Noè e Nir dicono: “Guarda, il Signore ha rinnovato la sua
consacrazione al sacerdozio del nostro sangue. Questo è il Suo volere ! “
Poi si narra di come il Signore illustra a Nir il futuro del bambino ( che
si identifica con Melchisedek ) fino a che non viene pronunciata questa
profezia…
29 – Questo bambino non morirà insieme a quelli di questa generazione che
saranno distrutti nel modo che io ti ho fatto sapere, ma diventerà il Grande
Sacerdote Santo. Farò di lui Melchisedek il re giusto, il più grande di
tutti.
Proseguendo, nel manoscritto, viene rivelato come, dopo Melchisedek, vi
saranno altri 12 Grandi sacerdoti che verranno al mondo sempre per opera di
Dio e in assenza di figura paterna.
IV
7 – Dopo Melchisedek ci saranno altri 12 grandi sacerdoti fino al grande
Igumen, che significa capo, colui che fa conoscere tutte le cose visibili ed
invisibili.

I miscredenti e gli sviati, non credono possibile che Dio si manifesti sulla
terra, perché in realtà essi non credono e oppongono congetture su
congetture a ciò che invece è manifesto agli uomini, sin dalla notte dei
tempi. La presenza di Dio sulla terra attraverso il proprio Verbo, è cosa
che si ripete ciclicamente ed ogni volta lascia un segno indelebile e
tangibile su tutta l’umanità .”Tale fenomeno è conosciuto con il nome di
Scekinà, parola aramaica, che vuol dire “ viene, penetra, trasforma “, è la
viva presenza di Dio sul pianeta, che si verifica puntuale ogni volta che il
Signore decide di offrire all’umanità il Verbo divino. Si può dedurre, dalle
ultime tre venute di Dio sulla terra ( Krisna, Melchisedek e Gesù ) che ve
ne siano state almeno altre due, che si perdono nella notte dei tempi,
considerato che gli uomini, già a quei tempi, aspettavano il ritorno del
Messia “ (M.Pincherle – Il Gesù proibito – Macroedizioni): parliamo di
seimila anni fa … e ciò che qui è elementarmente riassunto, è riportato
nell’epopea di Gilgamesh (il primo poema dell’umanità ), che in lingua
accadica significa letteralmente “ il ritorno del potente Messia “. ( TRATTO
CON IL PERMESSO SCRITTO DELL’ AUTORE DAL LIBRO “GLI EREDI DEL CENACOLO” e
“LO SCRIGNO DELL’ISLAM” DI MARIO MADIA)

ELIA

Nell’Antico Testamento incontriamo vari profeti scrittori (quali Isaia,
Geremia, ecc.); tuttavia anche i libri della storia di Israele (1-2Sam;
1-2Re) ci narrano di altri profeti i quali, in varie epoche, sono stati le
anime religiose e sociali del popolo di Dio. Tra questi ultimi spicca la
personalità così vera e l’azione energica di Elia, di cui si parla a sprazzi
nei capitoli che vanno da 1Re 17 fino a 2Re 2. Di lui i testi non ci
offrono una biografia in senso stretto, ma una serie di interventi a tema
che il profeta fece ai tempi di Acab (874-853 a.C.), re dell’Israele del
Nord, che si era separato da oltre un secolo dal regno meridionale di Giuda.
Nonostante il suo regno attraversi un’epoca di grande espansione economica,
dallo storiografo sacro Acab viene giudicato negativamente in 1Re 16,29-34:
nei suoi giorni Israele è vittima delle ingiustizie sociali a danno dei più
poveri, e la religione dei Padri viene seriamente minacciata da quella dei
popoli cananei (che gli vivono gomito a gomito), chiamata anche baalismo; si
tratta di una religione che celebra i ritmi della natura e della fecondità
vegetale e animale, una religione elementare e senza impegno, che prevede
determinati riti ma non un’etica: insomma, una chimera molto allettante.
Proprio dentro questo triste contesto il profeta è chiamato a parlare di Dio
e a nome suo. L’annuncio che fa è contenuto nel suo stesso nome: El-Ja
significa “Il Signore è Dio”, cioè il Dio dei Padri e dell’Esodo è l’unico
Dio, e seguire la sua Legge è vivere giustamente. La sua azione è quindi
contemporaneamente volta a salvaguardare la supremazia di Dio, ma anche i
diritti dell’uomo, che è sua immagine e somiglianza (Gen 1,26). In più, Elia
ha una personalità irruente, poco incline ai compromessi, un vero
rompiscatole per alcuni. Quando compare sulla scena, quasi assale il lettore
pronunciando contro Acab la condanna e la pena: tu ti sei abbandonato al dio
della natura, perciò il Dio vero nega a tutti la pioggia fino a nuovo ordine
(1Re 17,1). Le parti si sono quindi schierate: Elia ha scelto di stare con
Dio, nonostante questo lo costringa a fuggire le guardie del re (17,2-6). Il
profeta riceve da questa sua comunione con Dio il potere dei miracoli,
alcuni ricordati dal narratore in 17,7-24.

ELIA MAESTRO INVISIBILE DI SAN GIOVANNI BATTISTA

«Chi sei tu?”
20 Egli confessò e non negò, e confessò: «Io non sono il Cristo».
21 Allora gli chiesero: «Che cosa dunque? Sei Elia?». Rispose: «Non lo
sono». «Sei tu il profeta?». Rispose: «No».
22 Gli dissero dunque: «Chi sei? Perché possiamo dare una risposta a coloro
che ci hanno mandato. Che cosa dici di te stesso?».
23 Rispose: Preparate la via del Signore, come disse il profeta Isaia».
24 Essi erano stati mandati da parte dei farisei.
25 Lo interrogarono e gli dissero: «Perché dunque battezzi se tu non sei il
Cristo, né Elia, né il profeta?».
26 Giovanni rispose loro: «Io battezzo con acqua, ma in mezzo a voi sta uno
che voi non conoscete.

Da questo passo siamo sicuri che gli ebrei aspettavano il ritorno di Elia,
come siamo altrettanto sicuri che il Battista afferma chiaramente di non
essere Elia. Ma allora vi chiederete: come mai la maggioranza delle Chiese
Cristiane ad eccezione dei Mormoni asseriscono che Giovanni Battista è
l’Elia che doveva venire? Questo nasce dalla dichiarazione, mal
interpretata, di Gesù stesso in Matteo 17:10-13
Allora i discepoli gli domandarono: «Perché dunque gli scribi dicono che
prima deve venire Elia?».
11 Ed egli rispose: «Sì, verrà Elia e ristabilirà ogni cosa.
12 Ma io vi dico: Elia è gia venuto e non l’hanno riconosciuto; anzi,
l’hanno trattato come hanno voluto. Così anche il Figlio dell’uomo dovrà
soffrire per opera loro».
13 Allora i discepoli compresero che egli parlava di Giovanni il Battista.

E’ chiaro come questa dichiarazione del Maestro Gesù abbia generato poi una
confusione sulla reale natura di Giovanni Battista agli occhi dei non
iniziati. Alla domanda dei discepoli non rispose che era già venuto, ma che
Elia sarebbe dovuto venire PER RISTABILIRE OGNI COSA, infatti lo Spirito di
Elia detiene le chiavi di suggellamento. Poi, riferendosi a Giovanni
Battista, “l’Elia” fece l’altra affermazione che ha generato confusione, ma
è indubbio che alla domanda diretta dei discepoli Egli affermò che Elia
doveva venire e ristabilire ogni cosa. Se così non fosse il Maestro Gesù
avrebbe contraddetto se stesso allo stesso tempo. Così non era e,
fortunatamente, abbiamo la chiave interpretativa corretta per risolvere
questa controversia che è del tutto inutile agli occhi di Dio: Elia, il
grande sacerdote che aveva il potere di suggellare i cieli per mesi, che
resuscitò un bimbo e che fece tanti altri possenti miracoli, non era mai
morto, come Enoch ed altri fu traslato dal Signore per un suo scopo preciso.
2 Re 2:10-12 Elia quindi era il Maestro Invisibile di San.Giovanni Battista
che a lui è unito nello Spirito fino alla fine dei tempi. San Giovanni
Battista non era quindi come alcuni vogliono far credere la reincarnazione
di Elia, ma il suo erede iniziatico e discepolo sul piano metafisico.
Malachia 4:5- Ecco, io invierò il profeta Elia prima che giunga il giorno
grande e terribile del Signore, Egli ricondurrà il cuore dei padri verso i
figli ed il cuore dei figli verso i padri, ond’io, VENENDO, non abbia a
colpire il paese di sterminio. A buon intenditor poche parole. Chi sono
allora i Padri della vera Massoneria se non gli spiriti immortali di Enoch
ed Elia i Maestri Invisibili della R+C ?
Nel Nome di Gesu’ Cristo amen.

*LA VERA MASSONERIA 9

LA VERA MASSONERIA
del Principe Di Gregorio del Sacro Romano Impero
Leo Lyon Zagami
Cavaliere della Stella di Misraim

Capitolo IX

L’ILLUMINATO E L’INNOMINATO

Nell’antico Zohar compaiono precisi passaggi relativi ai nostri giorni.
Queste dichiarazioni contengono date attuali e specifiche che ci mostrano
che abbiamo raggiunto la fase nota come la Fine dei Giorni, miei cari
Fratelli e Sorelle della Universal Unity, e ci mostrano anche quello che è
realmente successo l’11 Settembre del 2001 quando I Cavalieri di Malta e il
Vaticano hanno ufficialmente dato il via, con il supporto dei Savi di
Zione, alla nuova strategia della tensione, la cosiddetta fine dei tempi… o,
almeno, la loro fine…

Nell’ottava sezione dello Zohar, al paragrafo 116, nella parte
dall’appropriato titolo « L’avvento del Messia », sì parla del tipo di «
castighi » che colpiranno la città più potente del mondo per lanciare questa
nuova era nell’anno 2001:
“In questo giorno nella grande e alta città, ci sarà una vampata di fuoco.
Quel suono risveglierà il mondo intero. Essa brucerà molte torri. In quel
giorno molte torri cadranno così come molti uomini importanti e molti
ufficiali.”

Gli antichi cabalisti calcolarono addirittura l’esatta data ebraica in cui
ciò sarebbe dovuto avvenire. La data era quella del ventitreesimo giorno di
Elul. Nell’anno 5760 (2001), il ventitreesimo giorno di Elul corrispondeva
all’ 11 settembre del calendario occidentale. Come se ciò non bastasse, il
prologo dello Zohar ci dice il vero nome di una forza negativa che porta il
castigo in questo mondo. Questa forza negativa viene rappresentata
attraverso la metafora di un cane: “E poiché l’altra Parte vide questo,
prese coraggio e mandò un cane a mangiare le offerte. E qual è il nome di
quel cane? « B’ ladan » è il suo nome… e non è un essere umano.”
I Rabbini della Comunità Ebraica che custodiscono i misteri della Cabala
conoscevano benissimo la data esatta del disastro dell’11 Settembre a New
York, ma hanno avvertito solamente i loro Fratelli e Sorelle Ebrei. E gli
altri? Non siamo tutti uguali di fronte a Dio?

E I Fratelli illuminati del Cavalierato di Malta, coinvolti in questa triste
farsa agli ordini del Vaticano e del suo Generale Gesuita, pensavano forse
di lavorare per Dio o per il Demonio ?

Il Maestro Gesù, l’uomo Superiore, il prototipo dell’Illuminato, ci
insegna il valore di una Fratellanza Universale che va ben oltre la tribù di
appartenenza, come ci ricorda anche il Fratello Adam Weishaupt fondatore
dell’Ordo Illuminatorum: “Noi ripetiamo che Gesù non ha affatto fondato una
nuova religione, ma ha semplicemente voluto ristabilire la religione
naturale. Dando al mondo un’unità, diffondendo la Luce e la saggezza della
sua morale, combattendo i pregiudizi, la sua intenzione era quella di
insegnarci a governarci da noi stessi e a ristabilire la libertà e
l’eguaglianza tra gli uomini.”

Il caro Fratello Adam Weishaupt, fondatore e Gran Maestro Visibile
dell’Ordine degli Illuminati di quel tempo (Ordine, ricordiamo, fondato nel
1776), era un uomo con molte limitazioni dal punto di vista personale, aveva
per amante la cognata che aveva sedotto e poi fatto abortire (comportamento
poco Illuminato…) ed era purtroppo accecato da un anticlericalismo
ipocrita che lo vedeva allo stesso tempo diavolo in Loggia e recitare la
parte del devoto, in publico, per tenersi il posto all’Università di
Ingolstadt come Professore di Diritto Canonico. Insomma, egli era un uomo,
non un Uomo Re, come volevano erroneamente far credere i suoi iniziati, miei
cari Fratelli e Sorelle della Universal Unity. Si trattava di un perfetto
pupazzo per i suoi burattinai occulti, I Gesuiti, che ovviamente potevano
ricattarlo molto facilmente.

Di lui lodiamo comunque la buona fede iniziale e l’essere animato da un
profondo e sincero amore per l’umanità, ma in realtà egli, corrotto da
perfidi Gesuiti, non fu capace di trasmettere un insegnamento corretto e
completo ai livelli Superiori della sua scuola, viste le sue molte
limitazioni come uomo e come credente.

E dopo la rottura con il Barone Adolf Von Knigge (che I Gesuiti non li
poteva proprio vedere), che era il vero Illuminato della situazione, il
progetto di A. Weishaupt va alla deriva dal punto di vista iniziatico. Tutte
le Logge fondate successivamente da suoi discepoli negli Stati Uniti, prima
fra tutte la Skull and Bones della Yale University, fondata da William
Huntington nel 1832, riflettono questa triste situazione di deriva
iniziatica dovuta a un’iniziazione ormai incompleta e di facciata di cui
riportiamo qui un breve estratto che vi potrà far capire meglio la
situazione attuale di pura farsa iniziatica all’interno dell’Ordo
Illuminatorum Statunitense contemporaneo: There is a devil, a Don Quixote
and a Pope who has one foot sheathed in a white monogrammed slipper resting
on a stone skull. The initiates are led into the room one at a time. And
once an initiate is inside, the Bonesmen shriek at him. Finally, the
Bonesman is shoved to his knees in front of Don Quixote as the shrieking
crowd falls silent. And Don Quixote lifts his sword and taps the Bonesman on
his left shoulder and says, ‘By order of our order, I dub thee knight of
Euloga.’ (Traducetelo pure e fatevi due risate, miei cari Fratelli e
Sorelle della Universal Unity, cosi come hanno fatto anche I Fratelli della
Rivista Massonica The Square in Inghilterra nel 2005, che hanno addirittura
creato una vignetta basata su questa scena per ridicolizzarli con il loro
humour illuminato all’inglese).
Il Fr.’.Knigge era l’anima e l’inventore del Rito degli Illuminati, ma anche
un credente devotissimo verso Dio e la Chiesa Cattolica che in quel momento
non era totalmente in mano a Gesuiti. Egli intuì la situazione che si andava
formando e a un certo punto non pote’ più tollerare le derive anticlericali,
nihiliste e comunistoidi, di Weishaupt, pilotate dai soliti Gesuiti. Derive
che sarebbero purtroppo sfociate un secolo più tardi nella creazione
dell’organizzazione segreta Spartacus (nome iniziatico di A.Weishaupt),
organizzazione che in Germania segnò l’inizio di quella tragedia umana
conosciuta come Comunismo. Il Barone Von Knigge invece, vero Illuminato del
suo tempo e grande iniziato, si ribellò a questa pericolosa e inesorabile
degenerazione del Fratello Adam Weishaupt e si prodigò, dopo il Convento di
Wilhelmsbad, per la ricostruzione della Vera Massoneria, e insieme
all’illustre Barone Ditfurth diede il via a un importantissima riforma
massonica. Essi fondarono subito dopo il famoso Convento di Wilhelmsbad, col
concorso delle Grandi Logge Provinciali di Francoforte e di Wetzlar, la GRAN
LOGGIA MADRE ECLETTICA di Francoforte sul Meno, facendone il centro di un
nuovo e geniale sistema basato sulla tolleranza più ampia e più assoluta di
tutti i Riti massonici e di tutte le loro particolari credenze. Ed ecco in
che cosa consiste questo sistema di altissimo livello per noi iniziati della
Vera Massoneria, noi che non giochiamo a fare gli illuminati come alcuni
Fratelli che di recente hanno usato questo nome per creare un Accademia
inutile e spuria che si trova al numero 31 di Piazza di Spagna, un’Accademia
del ridicolo diretta da un Ex-Gran Maestro della Massoneria italiana. Un
Fratello dal passato non troppo pulito a livello iniziatico e non solo,
legato ai peggiori momenti della Massoneria Contemporanea di cui non
vogliamo menzionare neanche il nome, anzi chiamiamolo l’innominato – altro
che l’illuminato! LA GRAN LOGGIA ECLETTICA (creata dai Veri Illuminati della
R+C) come tutte le Grandi Logge regolari, costituite, cioè, secondo il
sistema della Gr.’.L.’.di Londra del 1717, pratica e governa soltanto i tre
gradi della Massoneria Blu, che contengono già nelle sue grandi linee tutta
la Dottrina Segreta. Ma a differenza di quanto accade nella giurisdizione di
talune GG.’.LL.’.’ che vietano ai loro “Maestri” la conoscenza e il possesso
degli Alti Gradi di qualsiasi Rito, o in quella di tali altre che impongono
la pratica di un determinato Sistema proscrivendo tutti gli altri, il membro
di una Loggia Eclettica che sia giunto al grado di Maestro Simbolico è
senz’altro ammesso – anzi, guidato – a conoscere, studiare ed approfondire
tutti i Riti conosciuti, dal più diffuso al più oscuro, così nel loro
insieme che in ciascuno dei loro gradi. La camera di Mezzo – cioè,la Camera
del 3o grado – è dedicata interamente a questi studi.

Collezioni complete di gradi e di rituali sono messe sotto gli occhi del
“Maestro” e le dottrine particolari di ciascuno di essi gli sono
accuratamente spiegate. Egli è così messo nella condizione di conoscere e di
vedere, ed è lasciato completamente libero di seguire il Rito o i Riti che
più gli piacciono e di legarsi a questo o a quel Corpo Massonico, senza che
per questo egli venga meno a nessuno dei suoi doveri verso la
Gr.’.L.’.Eclettica o che questa si adombri della scelta, qualunque essa sia.
Questo sistema davvero lodevole, creato nel 1783 da due veri Illuminati come
il Barone Von Knigge e il Barone Ditfurth, è ancora molto diffuso in tutti i
grandi centri germanici e rappresenta un’emanazione genuina e di alto
livello della Vera Società degli Illuminati della R+C che noi
rappresentiamo, di cui l’Ordo Illuminatorum di Weishaupt è stata solo una
breve parentesi e nulla più per il compimento della Grande Opera della Vera
Massoneria.
Adam Weishaupt era Ebreo anche se nato e cresciuto Cattolico; Il Barone Von
Knigge che aveva inventato il Rito degli Illuminati, escluse
dall’Associazione gli Ebrei, i monaci, le donne e i membri d’altre società
segrete. Ma questa esclusione non fu applicata, in effetti, che alle prime
due categorie fino all’uscita di scena del Barone Von Knigge che segna
l’ingresso e la partecipazione sempre più attiva delle grandi famiglie Ebree
come i Rockfeller e i Rothschild nell’Ordo Illuminatorum creato da
A.Weishaupt e la presenza sempre più invasiva di Santa Romana Chiesa che,
con i suoi Cavalieri di Malta, avrebbe più tardi eliminato anche Cagliostro,
personaggio troppo scomodo per la Chiesa.

E’ nostra intenzione rivelare ora per la prima volta ai nostri Fratelli e
Sorelle dell’Ordo Illuminatorum del Fratello Weishaupt di cui siamo stati
fin dall’inizio i creatori e i protettori Invisibili, che è assolutamente
necessario per una corretta operazione alchemica di livello Superiore che si
purifichino immediatamente dagli elementi spuri del sistema iniziatico di
cui fanno parte, onde evitare in futuro ulteriori catastrofi e tristi
malintesi. Forse è necessario che il Barone Von Knigge venga a dirvi come
stanno veramente le cose, miei cari Fratelli illuminati, o ve lo deve dire
il nostro caro Cagliostro? Il vero Gran Maestro dell’Ordo Illuminatorum che
finì I suoi giorni trattato come una bestia, dopo il tradimento di Roma.

A buon intenditore poce parole: i veri illuminati sono coloro che credono e
lavorano per un unico Dio, per il bene e il progresso dell’umanità, non dei
falsi profeti o dei rivoluzionari atei e libertini che servono l’AntiCristo.
Noi dell’Ordo Illuminatorum Universalis siamo qui per servire l’umanità non
per renderla ancora più schiava del vizio e della perdizione. Noi siamo qui
per purificare il Cristianesimo e portarvi a conoscere la scienza del Dio
unico, il Dio dell’Islam, il Dio di Abramo, il Dio della riconciliazione,
quello della misericordia e quello della compassione, il Dio che ci ha
trasmesso originariamente attraverso Enoch (Idris per i Musulmani) la Vera
Massoneria, quella Vera Massoneria che il Messia Gesù ci farà conoscere in
tutta la sua pienezza alla fine dei tempi, quando ucciderà Dajjal che
rappresenta l’irreligione, l’ateismo, Satana il perverso. Aveva ragione il
Fratello dell’Ordo Illuminatorum Napoleone Bonaparte quando disse che il
Trinomio rappresentava per lui una chiara manifestazione dello spirito
dell’Islam, arrivò addirittura a dire che lui era Musulmano, ma Napoleone
purtroppo non rispettò quello che aveva imparato durante la sua iniziazione
nell’Ordine degli Illuminati, quando si fece incoronare Imperatore e, ancora
più importante, non rispetto Dio e la religione dell’Islam che aveva invece
promesso di difendere quando alcuni giorni dopo la sua visita alla grande
piramide di Ghiza fece bombardare la Moschea del Cairo. Molti in medioriente
lo presero comunque sul serio, in quel momento, e mandarono i propri figli a
studiare in Francia; ma le cose purtroppo erano ben diverse e oggi possiamo
ben notare la triste realtà dei fatti, e al Fratello Napoleone vorrei
potergli dire, usando le parole di un vero illuminato dell’Islam:
“Questo mondo è una casa decorata. La vita di ciascuno di noi è uno specchio
a grandezza reale. Ognuno di noi ha un mondo separato da questo mondo, ma il
suo supporto, centro e porta d’ingresso, è la nostra vita.”

“Coloro che dimenticano Allah, e lui li ha creati, dimenticano le loro
anime”
SAID NURSI

Leo Lyon Zagami
Khaled Saifullah Khan